www.modenacorre.it
www.reggiocorre.it

Bacheca domande e messaggi

Scrivi un messaggio in bacheca

23/04/2017  - “Urli viscerali” e pettorali “nascosti” (ehm ehm)
“Un urlo viscerale sul PO.......TEIDA !!!!!!!!!!!!!!! Ho partecipato (da NON competitivo) al trail di Gualtieri…”. Così comincia un enfatico resoconto in bacheca. Grazie di cuore a Teida, certamente, soprattutto perché “immortala” con ben 9 scatti (dal numero xxx147 al xxx155) l’autore del post. Peccato che gli scatti mostrino il suddetto autore senza pettorale, nemmeno quello non competitivo da 2 euro (attenzione, il numero che appare è prestampato sulla maglietta), in evidente partenza anticipata, e sul percorso riservato ai competitivi paganti tra i 12 e i 15 euro… Per non darmi troppo del fesso (io, che i 12 euro li ho pagati, e per essere partito in orario sono classificato oltre la centesima posizione) vado a rileggere più indietro in bacheca, dove a seguito di osservazioni di vari il Mac esce con una proposta che rilancio: La mia proposta era di aprire il ristoro solo a chi mostra il pettorale...e sai che sorprese avremmo, a vedere i partess gnianch che non saprebbero come fare.. ma tant'è, se l'agonismo è nemico del podismo e il podismo è social bocciofilo, perchè cambiare? Fabio Marri
 
22/04/2017  - gran prix reggio classifica non aggiornata!
la classifica del gran prix dopo prima prova risulta ancora non aggiornata...dal sito della uisp. il compagno con pettorale 224 di un altra categoria non era presente a vivicittà. va cambiato con il nome del pettorale 225 categoria VETERANO A... (o cambieranno dopo fabbrico!! ma la prova di vivicittà del 225 va inserita)grazie roberto
 ripetuta la segnalazione, dicono che è solo questione di tempo...ambasciator non porta pena Mac
22/04/2017  - Poche parole
Faccio veramente fatica a scrivere "qualcosa" dopo aver saputo dell'incidente mortale di Federico, quindi mi limito a fare le condoglianze alla famiglia e a fare i complimenti a Mac (e a tutto lo staff di Modenacorre) per l'ottima organizzazione e la bella gara di ieri sera al Novi Sad. Ciao Fede. Alessio Guidi
 
21/04/2017  - gran prix reggio 1 prova pettorale sbagliato
salve. volevo segnalare un errore di assegnazione di pettorale nella prima prova di vivicitta. mi è stato assegnato il pettorale n224 invece nel gran prix ho il 225 quindi nella classifica gran prix non ci sono !! roberto
 segnalato agli organizzatori, ci dicono sia stato sistemato tutto. Aspettiamo la terza prova.. Mac
19/04/2017  - Ringraziamenti Vivicittà RE 2017
Vorrei esprimere il mio ringraziamento e la mia soddisfazione per il lavoro che avete svolto con passione e competenza in occasione di questa edizione di Vivicittà. Ho seguito da vicino le varie fasi organizzative e ho apprezzato il grande sforzo messo in campo da tutti voi. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: una grande partecipazione, unanimi riconoscimenti e il segno che Uisp ha conquistato un ruolo di centralità nelle politiche sociali e sportive. Voglio condividere con tutti voi i riscontri molto lusinghieri ricevuti perché il merito è di chi c'era con la testa, con il cuore e... soprattutto con le mani! Grazie e... avanti tutta! Azio Minardi - Presidente Comitato Uisp RE
 
17/04/2017  - gualtieri
Un urlo viscerale sul PO.......TEIDA !!!!!!!!!!!!!!! Ho partecipato (da NON competitivo) al trail di Gualtieri, dove la natura l'ha fatta da padrona assoluta. Un percorso così bello e vario, anche se pianeggiante, si fa fatica a trovarlo e soprattutto a gustare i silenzi e i profumi di questi luoghi puliti e pressoché incontaminati nel paesaggio. Dopo un girovagare per pioppeti, su piste e sentieri, si plana sul letto del fiume PO; ed è qui, su questo lembo di sabbia, che in lontananza vedo la sagoma di una persona. NON ho avuto dubbi la nostra fotografa principe per eccellenza mi stava immortalando in questo luogo spettacolare per un podista curioso dei paesaggi come me. Complimenti ancora a questa signora della fotografia che oltre alle belle foto di noi tutti (chi più e chi meno) fa conoscere passaggi e luoghi che la fatica CI nasconde. La giornata podistica (a Gualtieri) è finita, ma ho ancora, dentro di me, la gioia e la sorpresa di quando ho visto in lontananza questa figura amica......e soprattutto l'urlo di gioia......TEIDAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA !!!!!!! GIORGIO VECCHI
 
17/04/2017  - podistica Croce Blu
Buongiorno. Stamattina ho corso il percorso lungo della camminata organizzata dalla Croce Blu. Desideravo sapere se il cane che accompagnava un podista, per la verità non sempre al guinzaglio, e le cui bizze mi hanno costretto ad uno slalom per almeno un quarto del percorso, faceva parte degli ostacoli da superare per arrivare al traguardo. Mi rendo conto che al giorno d'oggi molti sembrano pensare che quando sono a posto loro sono a posto tutti e del disturbo che si arreca agli altri chi se ne..., ma qualcuno ha pensato a che cosa accadrebbe se anzichè essere uno solo, ciascun podista cominciasse a sentirsi in diritto di portare cani, gatti, canarini, capre e compagnia bella? Un'ultima domanda: vorrei sapere se anche il cane questa mattina aveva pagato il pettorale. PS E se il coordinamento cominciasse a considerare di posizionare lungo il percorso qualche volontario con funzioni di controllo e di estromettere i podisti che non rispettano le regole? Saluti Gian Piero Golinelli
 credo che l'educazione sia ormai un bene raro. Mac
12/04/2017  - Certificati e controlli: in realtà siamo avanti !
Rispondo ad Amedeo. Da qualche anno abbiamo sviluppato le iscrizioni on line. Per le gare con iscrizione tramite Modenacorre, grazie anche alla disponibilità dei dati Uisp (arrivati recentemente) siamo in grado di controllare subito la scadenza del certificato. Ovviamente parlo solo delle iscrizioni fatte tramite il nostro sito, e con la collaborazione dei giudici Uisp Modena. Quindi per il Gran Prix ed il circuito del Frignano non viene chiesta la tessera/certificato a chi è già stato verificato. Inoltre chiediamo prima a coloro che non risultano in regola copia scannerizzata del certificato (lo possiamo fare dato che abbiamo i loro indirizzi mail). Non è che non si fanno i controlli, è che si fanno bene, tutti e prima. Concordo con Alessio che in ogni caso portarsi dietro una copia del certificato costa ben poco !Invece le dichiarazioni di esonero di responsabilità sono abbastanza inutili. Termino dicendo che stiamo studiando con Uisp una ulteriore collaborazione per automatizzare il sistema di controllo, che però non funziona se alcuni enti (come CSI ed AICS) non forniscono i dati dei certificati. mac
 
12/04/2017  - Certificati
Era da un pò di tempo che volevo scrivere qualcosa sui certificati anche prendendo spunto dall' articolo di Alessio. Ho partecipato a parecchie gare agonistiche dove nel regolamento è specificata l' obbligatorietà del certificato medico oltre alle tessere Fidal Uisp ecc. ma, nonostante mi presenti all' iscrizione con questi documenti, quasi sempre non vengono richiesti. Citerò alcuni esempi a mio parere clamorosi sperando che gli organizzatori di queste corse non mi aspettino dietro l' angolo per picchiarmi. "Marcia dei Tori" di alcuni anni fa : bastava compilare un piccolo modulino coi propri dati anagrafici, e dire che tenendo conto del livello di difficoltà ce ne sarebbe bisogno. "Al gir dal Final", gara competitiva dove partecipano atleti di alto livello provenienti da tutte le provincie limitrofe,all' iscrizione non chiedono nemmeno il nome ma consegnano un pettorale dove ogni atleta deve compilare i suoi dati. Ahimè non avevo la penna nella mia borsa ed ho dovuto chiederla in prestito. Mezza maratona di Firenze di due anni fa: a mio figlio iscritto per la competitiva di 21 Km non è stato chiesto nulla, mentre al sottoscritto in fila per la non competitiva di 10 Km , una ragazza chiedeva a tutti di presentare il certificato. Un signore che mi precedeva non aveva nulla nemmeno una una tessera ed è stato invitato ad iscriversi alla Ludico motoria di 5 KM per bambini: cosa molto strana. In molte gare viene fatto firmare una dichiarazione liberatoria ma senza chiedere documenti. Anche nell'ultima di San Prospero nonostante sul volantino fosse scritto tassativamente di portare il certificato, in realtà non è stato richiesto. Mentre all'ultima maratona di Carpi alla quale ho partecipato, chi consegnava i pettorali esigeva e tratteneva la fotocopia del certificato giustamente. Infine voglio fare una domanda: nell'iscrizione on line del "Circuito Modenese e del Frignano" viene chiesta la data di scadenza del certificato, ma di fatto viene verificato che ciò corrisponde a verità? I capi gruppo e gli allenatori chiedono ai propri atleti di rinnovare ma si possono anche dimenticare. Si può possedere una tessere Fidal Uist Run Card CSI che vengono rinnovate all'inizio dell' anno ma il certificato può scadere anche prima. Per quanto riguarda le spille a volte si possono dimenticare spesso se si cambia borsa. Chiedo scusa a tutti ma nessuna polemica. Trenti Amedeo
 
11/04/2017  - Certificati e spille
Da parecchi anni collaboro con svariate società podistiche nell'organizzazione delle gare e spesso, per limitare i danni(!!!), mi mettono alla consegna pettorali/pacchi gara come per esempio sabato mattina al Trail della Riva. In questi anni ne ho viste e sentite di tutti i colori e mi sono deciso a scrivere queste due righe per chiedere ai "visitatori" di questo sito cosa ne pensano in merito. Ma è possibile che gente che corre da una vita si presenti ancora al ritiro pettorali senza certificato medico o tessera Fidal/Uisp/Csi, nonostante sia "risaputo" e scritto ovunque nei regolamenti delle corse che per ritirare il pettorale questi documenti servono (ovviamente se non inviati per mail o se con iscrizione fatta tramite la propria società)??? Cioè fatemi capire, per arrivare alla corsa usate la macchina e la patente ve la portate dietro, sicuramente in macchina avete libretto e assicurazione...ecco perchè quando andate alle corse non avete certificato e tessera dentro al borsone/zainetto...o al limite salvati nel cellulare??? Un bel mistero....così come quello delle spille. Capisco chi fa due gare all'anno, ma chi gareggia abitualmente tutte le domenica come fa ad essere perennemente senza spille per attaccare il pettorale??? Boh? Io in borsa ne avrò due kg!!! Per caso le rivendete alle sarte o le portate al ferro vecchio??? Voi cosa ne pensate??? ALESSIO GUIDI
 

Il sito degli amici podisti modenesi e reggiani - www.modenacorre.it - www.reggiocorre.it - area utenti