Bacheca domande e messaggi

Grazie..

giovedì 15 febbraio 2018
Un sentito ringraziamento da parte mia,di mia mamma e mio fratello per la splendida manifestazione organizzata in memoria di mio padre Gianni e per la cospicua donazione all'associazione Angela Serra. Con la speranza che possa contribuire alla sconfitta di questa terribile malattia, che porta via prematuramente e sempre più spesso persone per noi care e preziose, lasciando vuoti enormi e incolmabili... Grazie ancora di tutto! Alessia. Alessia Vaccari
grazie anche a voi per la vostra presenza e disponibilità. Chi semina raccoglie.. e evidentemente Gianni aveva seminato molto.

maratonina di cibeno

martedì 13 febbraio 2018
Grazie della precisa risposta Mac,speriamo il prossimo anno di vedere qualche foto della maratonina di Cibeno!! cristiano bonini

Fotografi, ma quando mai???

lunedì 12 febbraio 2018
Cara Roberta Rattighieri (e qui devo dare atto che hai pubblicato anche il cognome, cosa che in bacheca è più un optional che altro), ma ce lo vogliamo mettere in testa una buona volta che la presenza dei fotografi NON DEVE MAI essere data per scontata, a nessuna corsa, nemmeno se facente parte del calendario provinciale??? Forse non è ben chiaro ma l'encomiabile "lavoro", anzi prestazione GRATUITA, che fanno ogni domenica i nostri bravissimi e instancabili fotografi è frutto solamente di tanta e tanta buona volontà e dedizione, di passione, di fatica, e anche di delusioni. E' spiacevole e sgradevole leggere che ci si sarebbe aspettati la presenza di fotografi a questa o quella corsa, un po' come lamentarsi della mancanza di parcheggi o ristori. Non c'è nessuna organizzazione, io vado di qua, tu vai di là, non c'è nessun programma di spartirsi il campo, non c'è nessuna aspettativa.
E poi.."una piccola lamentela"...con chi ti lamenti, con gli organizzatori della corsa, con Modenacorre, con chi altro?
Impariamo ad apprezzare di più la loro presenza piuttosto che lamentarci della loro assenza. Sempre. Gabriele La Barbera

fotogafi cercansi..due

lunedì 12 febbraio 2018
Buongiorno, solo una piccola lamentela banale... Ieri a Carpi,alla maratonina di Cibeno nessun fotografo? Tutti a Scandiano?
Probabilmente di importanza minore pero' almeno un fotografo all arrivo..non pretendo lungo
il percorso...scusate solo un po' di sano campanilismo dato che sono di Carpi e ci avrei tenuto...Grazie.
Roberta
Roberta Rattighieri

fotografi cercansi..

lunedì 12 febbraio 2018
come mai nessuno dei vostri fotoreporter era presente ieri alla 40° edizione della maratonina di cibeno ma hanno preferito tutti una prima edizione di una corsa libera..... a pratissolo?? Cristiano Bonini
le note di Roberta e Cristiano che, con maggiore o minore garbo, si lamentano dell'assenza di nostri fotografi a Carpi fanno sì che io torni a spiegare alcuni concetti, che evidentemente non sono chiari nonostante sia così ormai da 20 anni... 1. Modenacorre.it è completamente gratuito; chi collabora lo fa a titolo prettamente personale e volontario, non prende un centesimo (è già molto che non partecipi alle spese) e quindi ognuno decide in piena libertà dove andare, senza dover rendere conto a me che di modenacorre sono il coordinatore, tanto meno quindi ad altri..2. il fatto che ad una corsa siano presenti molti e ad un'altra nessuno non è conseguenza di nessuna valutazione, censura, decisione o suggerimento di nessuno; capita, e basta; 3. in alcuni casi ci sono organizzatori che chiedono espressamente la presenza dei nostri reporters; anche in questi casi, ferma rimanendo la totale gratuità del servizio , io mi limito a segnalare che l'orgnizzatore ha espresso piacere della nostra presenza; questo non è successo con Cibeno, anche se i rapporti con Carlone sono a dir poco ottimi. 4. il fatto che ad una corsa non ci siano nostri fotografi è raro, ma senz'altro può succedere e succederà; questo non significa che la gara non sia bella, apprezzabile o che sia peggiore delle altre. 5. in sintesi: non prendiamo nulla da nessuno per i servizi fotografici, lasciateci la nostra libertà e magari non lamentatevi del brodo grasso..6. trovate alcune foto di Cibeno sul nostro gruppo facebook modenacorre & Co.. ciao ! Mac

Complimenti 44 Corride di Giuseppe Cuoghi.

venerdì 2 febbraio 2018
rispondo a Giuseppe Cuoghi.
Complimenti per le 44 Corride di San Geminiano
Però Un PETTORALE potevano regalarglielo è l' unico che le ha fatte Tutte .
Cosa ne dite ? invece se lo è comprato lui il Pettorale
Firmato : Giancarlo Piccinini Giancarlo Piccinini

Corrida di San Geminiano

venerdì 2 febbraio 2018
Anche la 44° Corrida di San Geminiano va agli archivi; gran numero di partecipanti,mi sembravano un pò in calo i competitivi,mentre i non sono sempre tanti. mi è sembrato di vedere molti portoghesi,magari avevano il pettorale in tasca,o no? Sai cinque eurini.. la gente ci pensa, ma sappiamo che la Fratellanza, società organizzatrice, li usa per potenziare e fare attività,e mi trova d'accordo. E' l'unica società modenese, molti figli nostri sono li al campo a fare attività, cresce bene..Sappiamo che il comitato guarda di male occhio la Corrida; per me è una grande festa,molti vengono da fuori per correrla. Per Modena il 31, tra chiesa e sport, è la giornata più importante, più che Natale e Pasqua. Credo mercoledì a Modena il podismo o il running abbia dato una bella immagine di sport serio mescolato tra campioni ed amatori,grazie alla corrida e alla Fratellanza,mettiamo da parte per una volta gelosie e le invidie,la Corrida è la madre di tutte le nostre corse, alla mamma si vuole sempre bene.... ermes luppi

44^ CORRIDA DI SAN GEMINIANO

venerdì 2 febbraio 2018
mini cronaca di una indescrivibile gioia:
capire tu non puoi, tu chiamale se vuoi emozioni: concludere correndo per la QUA RAN TA QUAT TRE SI MA volta la CORRIDA davvero .... non ha prezzo! GIUSEPPE CUOGHI

Grande Veroni

venerdì 26 gennaio 2018
Leggendo l'articolo del signor Veroni che stimo molto per quello che scrive ho notato che forse quello andato di scena Domenica a ponte Alto cosi organizzato bene sia stata una prova fantastica, che i due mondi di tapascioni e runner possono convivere bene in armonia. le cose fatte bene come domenica ne sono conferma credo sia la formula vincente per il futuro. forse Gianni da lassù ci ha messo lo zampino visto che negli ultimi anni troppe polemiche sono nate fra questi due mondi.Un salutone al mitico runner Veroni peter

Il mio personale GRAZIE

giovedì 25 gennaio 2018
A distanza di qualche giorno, sento il bisogno di condividere alcune personalissime considerazioni su quanto accaduto nelle tre settimane intercorse tra il messaggio di MANDILE del 30 dicembre (“… Sentito PIVETTI proponiamo di organizzare la competitiva. Chiedo a voi di aderire mettendo in campo le proprie competenze. Sono convinto che abbiamo tanta e tale esperienza di riuscirci. Incontriamo il 3 gennaio ore 20.30 in UISP Modena…”) e la grande festa di domenica scorsa. Per prima cosa ho avuto la conferma di quanto Gianni sia stato fortunato, perché oltre a godere dell’amore di una moglie e di due figli fantastici, ha avuto la possibilità di riempire la propria vita con la cosa che più amava, la CORSA, alla quale si è dedicato completamente, venendo per questo ripagato dall’imponente dimostrazione di affetto da parte delle migliaia di podisti presenti a Ponte Alto. Gianni era una persona buona ed onesta, che sapeva rapportarsi con le istituzioni, che amava i “campioni” ed i “tapascioni”, che considerava il podismo come momento aggregativo e di svago e che metteva in ogni sua iniziativa uno slancio oltremodo coinvolgente. Per questo è stato relativamente semplice organizzare la 1^ Corri con Gianni in quei famosi “18 giorni” (il computo parte dalla prima riunione tenutasi il 3 gennaio negli uffici UISP, nel corso della quale è stata presa la decisione definitiva); nonostante il tempo a disposizione fosse effettivamente pochissimo, grazie alle “competenze” evidenziate da MANDILE nella sua “chiamata alle armi”, sono state superate di slancio tutte le possibili difficoltà, ed il risultato finale, mi sembra di poter dire, sia stato di alto livello. Mi sento pertanto in dovere di ringraziare il gruppo podistico Madonnina, nella persona del suo attuale presidente RAGAZZI Antonio, per il fondamentale apporto di uomini (e donne soprattutto!!) e mezzi, con una menzione particolare per VITO, impeccabile responsabile della sicurezza; ma è giusto sottolineare il ruolo centrale svolto dalla UISP (grazie Maurizio!!), dai giudici e cronometristi (Vincenzo, Giovanni, Simona e la loro squadra di ragazzi), da MAC (non solo in qualità di addetto stampa, ma soprattutto per la sua concretezza quando qualcuno iniziava a “volare troppo alto”), da Fabio, per anni atleta di punta della Madonnina (nell’era ante BENINCASA), da Emilia NEVIANI, presidentissimo/a della Guglia per l’assoluta disponibilità. Grazie anche ad alcuni “amici” che oltre a dare lustro alla gara con la loro presenza hanno personalmente contribuito a creare un cerimoniale degno della Classica: sto parlando di Stefano VACCARI, Luca GOZZOLI, Laura RICCI e Tommaso MANFREDINI, con i quali mi sento personalmente in debito. Grazie di cuore! A questo punto è giusto ricordare le due persone che a mio modesto parere hanno dato un valore aggiunto all’evento e che si sono contraddistinte per professionalità ed impegno in tutta l’organizzazione: Roberto BRIGHENTI e Giuseppe VALENTINI! Conosco Roberto da oltre dieci anni, ma questa è stata la prima volta che ho potuto lavorare con lui a stretto contatto di gomito e vi posso garantire che oltre ad essere un profondo conoscitore e divulgatore di sport (e di corsa in particolare), ed aver contribuito a rendere grande la Classica a partire dalla fine degli anni ’80, è una persona molto competente e disponibile. Visto che ci stiamo approssimando al Festival di San Remo, mi viene da dire che lui sia stato il vero e proprio “direttore artistico” del tributo a Gianni, mettendo la sua esperienza al servizio della nostra esuberanza. Domenica mattina, nonostante l’evidente commozione, ha fornito l’ennesima dimostrazione del suo immenso talento: ma è soprattutto per i piccoli dettagli che mi sento di dirgli GRAZIE. Ho appositamente lasciato in coda l’amico VALENTINI, perché per me è stato lui “the man of the match” (per quelli che non conoscono le lingue straniere “l’uomo partita Sky”); ha partecipato a tutte le riunioni, al reperimento dei premi per la categoria allievi, alla creazione dei pacchi gara, al carico/scarico e trasporto del premio di partecipazione e soprattutto con un suo intervento ha dato il senso a tutto quello che stavamo provando a realizzare. Nel corso dell’ultima riunione tenutasi il giovedì prima della gara, ha preso la parola per dire “… ricordatevi che tutto quello che stiamo facendo, sarà sempre poco come omaggio a Gianni…”. Ecco! Non serve aggiungere altro! A presto Emilio VERONI Emilio
 
Il sito degli amici podisti modenesi e reggiani - www.modenacorre.it - www.reggiocorre.it - gestione