www.modenacorre.it
www.reggiocorre.it

Bacheca domande e messaggi

Scrivi un messaggio in bacheca

23/02/2017  - Bravo Nerino
Condivido le considerazioni del signor Nerino, io c'ero ed è tutto vero bisognerebbe da parte delle società essere più attenti a questi temi molto importanti per tutti noi, e credo anche esprimere uno sport solidale per aiutare gli altri sia una cosa che a livello personale ci arricchisce molto. peccato per questo atteggiamento delle società e credo perdano delle occasioni importanti e ad Arceto è stato lampante un atteggiamento sbagliato a non esserci come Ha illustrato il signor Nerino .Bravo Nerino Peter
 
23/02/2017  - Camminate di beneficenza e non
non l’ho scritto nè sul giornale per cui scrivo (La Voce di Reggio) e neanche su Modena-Reggiocorre ma voglio fare alcune considerazioni sulle camminate di beneficenza. Sabato pomeriggio ad Arceto per la Corriamo con il cuore, sarà perché a me fare della beneficenza quando penso che vada a buon fine mi piace, però vedere che c’erano solo 570 persone mi ha molto deluso. Alcuni dicono che la manifestazione arcetana è stata poco pubblicizzata ma invece io penso che molta gente non ha partecipato perché non c’era il premio di partecipazione e per quanto riguarda i gruppi, nonostante che nei calendari podistici di Reggio e Modena non fosse in programma nessun evento, non sono venuti perché neanche loro avevano diritto a un premio. Quindi scusatemi il termine un po’ duro ma penso che oggi tutte le camminate che si fanno a Reggio e a Modena si possono definire di “accattonaggio”, i partecipanti guardano più che altro al premio di partecipazione e non al desiderio di correre o camminare e i gruppi al valore del premio che viene dato a loro. Vi faccio notare che ad Arceto è stata stilata una classifica dei gruppi, nonostante non fosse previsto alcun premio; la prima società è stata un team di Arceto i dipendenti SACMI con 93 iscritti cioè quasi un quinto del totale dei partecipanti alla manifestazione arcetana Nerino Carri
 Posizione un po' forte ma non immotivata. Chi segue Modenacorre sa che sono uscito dal comitato modenese dopo il voto negativo sull'organizzazione di una camminata di solidarietà. Per pietà non voglio ricordare chi disse cosa in quell'occasione.. Sono convinto che da parte della parte più archeologica del movimento, quella delle società con il 100% di partess premma per intenderci, di quelli che vorrebbero partire alle 7 e distribuire i premi alle 6,50, quelli che noi non facciamo sport ma la sagra del cocomero e del pinnacolo..quello che dici sia molto vero. Per fortuna, ci sono anche gi altri..e saranno sempre di più in futuro, per evidenti motivi anagrafici. Mac
22/02/2017  - trail del piccolo olmo 18/02/2017
ciao a tutti, è la prima volta che scrivo modena corre. Sabato 18 ho corso il trail del piccolo olmo devo dire che mi è piaciuto molto , il percorso era segnato bene ottima l'organizzazione e anche i ristori super forniti, con me si era iscritta anche mia figlia cecilia, pure lei è stata molto contenta di partecipare. di nuovo molto bravi gli organizzatori saluti gabriella MARIA GABRIELLA BERTELLI
 
20/02/2017  - Info
Ciao quando pubblicate le foto fatte all' arrivo sabato sera del TDL ? Luca
 ciao Luca (?). Le foto sono state pubblicate in parte prima ed in parte il giorno dopo la tua mail. Con l'occasione, precisiamo che noi facciamo il possibile, ma non siamo tenuti a nulla; i nostri servizi sono gratuiti e volontari. Magari aspettare un paio di giorni prima di sollecitare sarebbe meglio. Mac
19/02/2017  - Di Meo "RE DEI GHIACCI"
Segnalo molto volentieri che il bolognese Gianluca Di Meo ha vinto la Ravaniemi Artic Winter Race di 150 km trascinando una slitta carica di frutta secca, pane di segale, sacco a pelo, in mezzo ai ghiacci finlandesi in 24 ore e 1 minuto stabilendo il nuovo record della corsa. Alessio Guidi
 
16/02/2017  - Fuori pericolo il concorrente colpito da malore
A Cibeno di Carpi, mentre era in corso la corsa podistica di domenica scorsa, Mauro Costanzini, tesserato presso la Podistica Modenese, veniva colto da malore e cadeva a terra privo di sensi. I primi tentativi di rianimazione vennero effettuati da un signore ed una signora che si trovavano nelle vicinanze, mentre uno degli uomini addetti al servizio contattava via radio l'ambulanza, alla quale, valutata la gravità del caso, se ne aggiungeva in appoggio una seconda. Valutata la gravità del caso, il ricoverando non manifestava nessuna reazione corporea, si rese necessario il ricovero d'urgenza all'ospedale di baggiovara, in terapia intensiva. La situazione subito risultò di massima gravità e rimase tale per alcuni giorni. mercoledì il primo cenno di reazione, a cui poco a poco seguirono altre manifestazioni di conoscenza. Oggi finalmente la certezza del fuori pericolo. Il decorso sarà lungo, ma il peggio è passato. Forza Mauro e in bocca al lupo per tutto. angelo tori
 
13/02/2017  - dove è finita la Zebio Run?
ciao stavo facendo una ricerca e mi sono accorto che non è presente in calendario la terza edizione della Zebio Run Moonlight. qualcuno ha informazioni a riguardo? grazie francesco Ferretti
 a quanto ci risulta non verrà disputata Mac
12/02/2017  - Risposta alla riflessione della Sgambada.
Buona sera, leggo solo ora il commento del Sig. Ghilardi Gian Luigi, è confortante sapere che un cittadino di Mirandola, abbia già tante idee su come si deve organizzare una corsa podistica, I Pico Runners hanno preso in mano la patata bollente a pochi giorni della data della corsa e gli si poteva dare manforte sicuramente, ma no loro hanno preferito farla da soli, rispondo con ironia, perché Sig Gian Luigi, alla fine le critiche e le polemiche gratuite sono facili da farsi. Lei pensa che loro non ci abbiano pensato di cambiare percorso? Lei crede che il percorso si possa cambiare dalla mattina alla sera? In centro in Via Pico non danno il permesso, se lo danno a Lei possiamo provare il prossimo anno, la pioggia non ha nulla a che vedere con il contesto, in quanto al pacco gara, ci sono corse che non danno nemmeno quello, viene a correre per la sua salute o per un regalo? Sono di Mirandola pure io, non ci abito ma i problemi ci sono lo so, ma non è in quel modo che si risolvono, mettere in risalto le varie strutture bisognose del paese e confondendole con una semplice adunata di sportivi, mi pare fuori luogo. Libero Zerbinati, presidente dei Runners Pico, è persona capace di organizzare le manifestazioni, se crede di poter migliorare la situazione faccia un passo in avanti e nessuno si lamenterà. Paolo Diazzi. Paolo Diazzi
 
12/02/2017  - Maratona D'Italia (Maranello-Carpi) in crisi??????
L'altro giorno guardavo la classifica delle maratone.. La maratona d'Italia è finita al 28° posto x quanto riguarda i podisti arrivati al traguardo (414)...Li considero pochi, un vero peccato... La domanda sorge spontanea: nulla si puo' fare x creare un boom di affluenza???? vedi es. del tipo: Roma,Firenze,Rimini, Venezia,Milano,Reggio Emilia,Verona,Torino,Pisa ecc ecc. Credo che il potenziale ci sia !!!!!!!!!!!!!!!!! cordiali saluti un abbraccio affettuoso da BEPPE (un'amante della corsa) Beppe
 i mezzi ci sarebbero..ma è chiaro che non hanno intenzione di usarli. Mac
05/02/2017  - risposta al commento di gian luigi ghilardi
Salve Gian Luigi, sono a rispondere al suo commento, sono d'accordo su alcune cose ma ci è stato chiesto di portare avanti la corsa un mese fa, in così poco tempo non si possono fare grandi miracoli e siamo stati costretti a usare un percorso già noto. Per quanto riguarda il "magro pacco gara" abbiamo scelto di dare un contributo ad una azienda colpita dal terremoto. Riguardo alle condizioni climatiche, invece, ci siamo dimenticati di fare la danza contro la pioggia e ci scusiamo. Se in alcuni punti ci sono cartelli PERICOLO ci sarà un motivo e non ci prendiamo la responsabilità di far passare i podisti in pericolo. Cordiali Saluti Mirko Vecchi consigliere Pico Runners mirko vecchi
 

Il sito degli amici podisti modenesi e reggiani - www.modenacorre.it - www.reggiocorre.it - area utenti