www.modenacorre.it
www.reggiocorre.it

Notizie, cronache e bacheca


     

Due righe sul Novi Sad

domenica 23 aprile 2017

Venerdì sera è "andata in onda" l'edizione numero 5 del Trofeo Modenacorre. Ovviamente ci farebbe piacere ricevere i vostri commenti da inserire sul sito. Come co-organizzatore, insieme a Maurizio Pivetti, della manifestazione la prima cosa che voglio dire è grazie.
Sarà banale, ma è doveroso. Se la corsa è possibile, e secondo me anche con un livello qualitativo elevato, è merito di tutti.
In primis di chi ci crede e ci fornisce i mezzi perchè l'iniziativa sia sostenibile: il Comune di Modena, sempre presente al nostro fianco dalla prima edizione, così come l'Aceto del Duca Grosoli, Lupo Sport e Casa Modena. L'amica Cristiana di Krycar, che partecipa anche alla competizione. Casa Modena e Best in Parking. E quest'anno anche Umberto di Sport Free e Centro Estetico Papillon, che hanno contribuito ai premi individuali.
Un grazie di cuore va ai giudici Uisp capitanati a Vincenzino Mandile ed a Piero Santini; classifiche immediate e perfette non sono un optional, secondo me, nelle gare competitive. Come pure il "rottweiler" Paola insieme ad Emilio, Giovanni e Giuseppe alle iscrizioni (e non solo!) sono una certezza.
Un grazie di cuore va a Cinzio, Melenis ed Enrico che, mobilitando mogli pazienti ed amici instancabili, presidiano il ristoro e la logistica, regalandoci quello che ciascuno di noi ha di più prezioso: il loro tempo.
E' poi un onore avere la presenza di Renzo Finelli e Luciano Gigliotti, con la loro simpatia ed esperienza; due grandi personaggi, a cui molto dobbiamo tutti noi che corriamo.
Ed infine un grazie a tutti quanti i nostri competitivi che, con il loro sorriso e la loro partecipazione e condivisione, ci stimolano a proseguire sulla strada intrapresa per diffondere un sano stile di vita e la passione per la corsa a tutti i livelli, dai meno veloci ai campioni di oggi e, speriamo di domani.
Alla prossima !!

Mac

Sassuolo (MO) "Fiatona di San Giorgio"

sabato 22 aprile 2017

Sabato pomeriggio di sole, aria frizzante si sta bene al sole. Credo che questa sia stata l'Ottava Edizione della Fiatona di San Giorgio in quel di Sassuolo (MO) finamente non rovinata dalla pioggia, infatti molte edizioni passate hanno visto il brutto tempo farla da padrone. Il ritrovo è stato predisposto in pieno centro più precisamente nel Piazzale della Rosa dove sono state collocate le tende dei Capi-gruppo: direi buona la partecipazione si consideri che il programma prevedeva anche una sezione competitiva. La Partenza della Camminata Ludico Motoria viene data alle ore 15,30 precise dallo Speaker ufficiale Roberto Brighenti da Via della Rocca: prima variante del tracciato il passaggio in Piazza Garibaldi che i Sassolesi chiamano Piazza Piccola, poi attraversiamo il bellissimo Parco Pubblico di Villa Giacobazzi, carinissimo edificio del XVII secolo appartenuto prima alla Famiglia Marchi poi ai Giacobazzi. Adesso è sede della Biblioteca Comunale per i ragazzi chiamata Leontina dal nome dell'ultima discendente dei Giacobazzi "Leontina Giacobazzi" appunto. Attraversiamo una bel rione residenziale per arrivare nella zona delle Piscine, qui il tracciato inizia lentamente a salire per arrivare davanti all'edificio in stile Liberty che ospita le Terme della Salvarola che sono parte dell'omonima frazione, vengono considerate una delle più importanti d'Italia, utilizzate fin dall'epoca romana e da Matilde di Canossa. Sono state catalogate sorgenti termali solo nel 1884. Furono chiuse in occasione dei due eventi bellici, poi riaperte nel 1958, l'edificio principale fu progettato dall'architetto Pietro Carani, vengono utilizzate per numerose terapie termali. Una ripida discesa ci porta al ristoro intermedio posizionato vicino ad un ponte che supera un velocissimo canale con l'acqua quasi trasparente. Adesso si viaggia sulla sponda del Fiume Secchia utilizzando una comoda pista ciclo-pedonale, dopo un maneggio svoltiamo a destra poi prendiamo una sconnessa cavedagna di campagna che ci porta all'inizio del lunghissimo viale alberato che attraversa quello che rimane del fantastico Parco Ducale che originariamente era pieno di fontane e giochi d'acqua, ora è diventato un accoglientissimo parco pubblico. Ormai siamo all'Arrivo proprio mentre giungono i primi atleti competitivi. L'Arrivo è posizionato poco prima del Cortile da cui si accede al fantastico Palazzo Ducale, che sorge sulle fondamenta di una Rocca Militare del 1458, trasormata nel 600 in Palazzo Ducale con funzioni ludiche e di svago per conto di Borso D'Este marchese di Ferrara. E' opera dell'architetto Bartolomeo Avanzini su consiglio del Bernini. Ripeto serviva per la villeggiatura della Corte in funzione di un clima migliore rispetto a Modena. Negl'ultimi anni dell'ottocento decade pesantemente fino ad essere utilizzato come salumificio , il bellissimo giardino trasformato in terreno coltivabile. Su iniziativa di Umberto di Savoia passa sotto alla Stato per andare in affido al'Accademia Militare di Modena che lo utilizza come caserma. Negl'ultimi anni su iniziativa della Sovraintendenza al Patrimonio Artistico di Modena subisce un lungo lavoro di restauro che permetterà la riqualificazione di numerose stanze del Palazzo compresa la bellissima galleria ora visitabile dal numeroso pubblico. Al suo interno ci sono dipinti ed opere di inestimabile valore, cito solo alcuni nomi di artisti di valore che qui hanno lavorato: Il Guercino e Dosso Dossi. All' interno del cortile è posizionato il Ristoro finale con il ritiro del premio di partecipazione. Termina un'altro bellissimo pomeriggio di attività fisica ed aggregazione: bello il cambio di percorso rispetto alle precedenti edizioni.

Renzo Barbieri

Una precisazione sui campionati Uisp

sabato 22 aprile 2017

Riceviamo alcune richieste di chiarimenti sullo stesso argomento, per cui pensiamo sia utile ricordare alcune cose.
Il Trofeo Modenacorre premia solo gli assoluti: 15 M, 10 F, 3 M over 50 e 2 F over 50, 30 in totale. Amen. Indipendentemente dall'affiliazione, anzi, anche senza affiliazione (se ve ne fossero).
La stessa gara è anche campionato Regionale Uisp.
E' chiaro che se uno è iscritto a Uisp ma fuori regione, o a Fidal, o a CSI, o a chessoio che non Uisp nell'ambito della regione Emilia Romagna non viene premiato nelle categorie Uisp Regionali.
--
Ovvio che se un atleta ha la doppia affiliazione, ma si iscrive con Fidal, potrà andare a premio come assoluto ma non come Uisp; non chiedeteci, per favore, di andare a controllare se avete la doppia affiliazione; fate magari invece un po' di attenzione a leggere il regolamento, ok? Così magari ci potreste evidenziare prima qualche errore che a volte, involontariamente, commettiamo...

Mac

Reggio al Trofeo Modenacorre.it

sabato 22 aprile 2017

Al Parco Novi Sad di Modena in una fresca serata primaverile è andato in scena venerdì 21 aprile il Trofeo Modena Corre organizzato dal sito omonimo di Giuliano Macchitelli e amici e UISP di Modena
Il Trofeo Modena Corre si corre su un circuito di 816 metri all’interno del Parco Novi da ripetere 6 volte per complessivi 5000 metri. I 320 atleti iscritti erano in divisi in tre batterie a seconda dei tempi dichiarati.
Alla partenza della gara modenese i migliori delle province di Modena e Reggio Emilia, specialmente nel settore femminile dove si sono date battaglia atlete del calibro di Fiorenza Pierli, Laura Ricci, Francesca Giacobazzi, Isabella Morlini , Rosa Alfieri , Daniela Paterlini.
Nelle donne tutte le migliori hanno corso in gruppo fino all’ultimo giro ,dove dopo una lunga volata la modenese di Nonantola, residente ad Albinea per motivi di matrimonio, Fiorenza Pierli che corre per la Corradini Rubiera l’ha spuntata sulle avversarie , fermando il cronometro sul tempo di 17’40 , riscattando l’opaca prestazione che aveva ottenuto al Vivicittà di Reggio Emilia in cui era arrivata quinta . A soli 5 secondi dalla vincitrice si è classificata la compagna di squadra, Laura Ricci che ha chiuso in 17’45. Per il terzo posto c’è stato un arrivo spalla a spalla, in cui la giovane pavullese Francesca Giacobazzi dell’atletica Frignano è riuscita a prevalere sulla reggiana , tre volte campionessa mondiale di corsa su ciaspole , Isabella Morlini dell’atletica Reggio e il tempo ottenuto è lo stesso per entrambe le atlete 17’48. La coriacea ragioniera correggese d’adozione Rosa Alfieri , oggi con i colori bianco blu dell’atletica Reggio arriva quinta in 17’52. Altre donne reggiane ben classificate sono state la rubierese Daniela Paterlini della Corradini Rubiera sesta in 18’28 e prima assoluta nella batteria in cui ha corso ; due atlete dell’atletica Reggio, la mantovana Linda Pojani settima in 18’37 ,l’inglese di origini Jane Bethany Thompson ottava in 18’55 e la sassolese Eleonora Chiara Turrini della Self atletica decima in 19’12.
Il primo degli uomini è stato in 15’26 , il modenese Riccardo Tamassia della Fratellanza 1874 Modena che ha battuto in volata il giovane reggiano Eros Baldini, portacolori della Corradini Rubiera, fratello di Stefano campione olimpico di maratona ad Atene 2004, che ha concluso in 15’28. Un altro modenese , Omar Stefani, compagno di squadra del vincitore conquista il terzo posto in 15’37 , l’arcetano Daniel Gallinari dell’atletica Impresa Po arriva quarto in 15’59 e Marcello Morandi della Fratellanza 1874 Modena è quinto in 16’00.
Altri reggiani nei primi 100 sono: Renato Guerrieri decimo in 16’34 e il cadelboschese Devis Incerti 16esimo in 17’05 , entrambi dell’atletica Reggio ; Gabriele Rossi della podistica Correggio 36esimo in 17’52 ; Paolo Carnevali 42esimo in 18’16 e Massimo Bonazzi 69esimo in 18’55, tutti e due della podistica Rubierese.
In totale i classificati sono stati 294 al Trofeo Modena Corre, un numero leggermente inferiore a quello dell’edizione 2016

Nerino Carri

Modena Corre al Novi Sad

sabato 22 aprile 2017

In una serata fredda ma non artica, si è svolta la nostra corsa cittadina, 6 giri dell’anello del Novi Sad da fare a tutta birra per un totale di 5000 mt. Ottima come sempre l’organizzazione della serata ben diretta dal Mac, con l’ex ippodromo tutto a nostra disposizione e con gli abituali frequentatori che per una sera hanno visto qualcosa di diverso. Erano tre le batterie divise per tempi e con le migliori donne a correre insieme agli uomini nella terza, la gara femminile è stata molto bella, con le migliori cinque a correre in gruppo ed a marcarsi per 5 giri per poi lasciarsi andare nel giro conclusivo ed arrivare tutte nello spazio di pochi secondi. Tanto per dare l’idea del valore tecnico della serata, nella batteria dei più veloci sono tutti arrivati sotto ai 20 minuti eccetto l’ultima che ha impiegato 21 minuti per concludere la sua prova. Ancora una volta il Mac fa centro con le gare da lui organizzate, di rilievo anche il pacco gara con medaglia, sacca, Teneroni e aceto balsamico ed il ristoro finale dove oltre all’acqua ed il the venivano servite fette biscottate spalmate di marmellata e biscotti, ormai questo 5000 sta entrando nella tradizione podistica modenese e noi ce ne siamo accorti perché portiamo sia la quantità che la qualità.

Massimo Bedini

CAMMINATA DELLA SOLIDARIETA' a Modena 17 aprile

giovedì 20 aprile 2017

Non potevo certo mancare alla camminata di Pasquetta organizzata dalla Croce Blu, comodissima a pochi passi da casa mia che parti già in braghette , solo con la moneta per l’iscrizione in mano . Mi facevano compagnia la mia nipotina Zoe , suo papà Nicola e il cane Nimmi. Qualche chiacchiera davanti alla tenda e saluti affettuosi dagli amici che da un po’ non vedo , pettorale sulla maglietta e via. Scusate , ma la partenza (un po’anticipata ) ci tocca, noi camminiamo e Zoe ha 4 anni, non ce la faremmo mai ad arrivare in tempo , anche se i km. sono pochi. Avevamo pensato di fare il percorso corto , 3 km ma alla fine decidiamo per quello medio. La giornata è bella e soleggiata e si cammina volentieri … Ci dirigiamo verso il parco Ferrari, a lato della ciclabile, sull’erba per non intralciare chi corre , anche se non è che se i podisti rallentano un attimo la loro folle corsa si perdono una medaglia delle olimpiadi.. Il serpentone che ci affianca , e sorpassa è lunghissimo, c’è tanta gente. Nicola che è marchigiano e vive vicino a Fano ( per l’esattezza proprio di fronte a Barchi – Collemarathon) è incredulo , non immaginava che a una garetta ci fossero tanti partecipanti , è una realtà a lui sconosciuta . Verso l’ingresso del parco ci sorpassano 2 cagnetti che trainano i padroni e la mia si agita , è competitiva e ci concediamo un momento dei gloria nel sorpassarli. Ecco che arriva Luigi e mi invita ad andare col suo gruppo , grazie , ma sono già in compagnia. Attraversiamo il parco godendo il sole, gente cammina e gente corre. Ce n’è per tutti . Zoe dice che ha male alle gambe e sale sulle possenti spalle del papà per riposare un attimo ma poco dopo scende e torna intrepida a camminare. Ogni tanto ,per inseguire qualcuno, come per gioco, si corre. Io , lei e il cane. Qualche amico di vecchia data mi saluta, parliamo di qualche anno fa quando tutto funziona e correvamo come lepri !. Usciamo dal parco e al bivio giriamo verso il ritorno, 6 km ci bastano. Attraversiamo fra le villette ,una zona carina , gli alberi sono alti, il sole fra le fronde . Ancora qualche amico che arriva correndo dal percorso dei 12 mi saluta , meno male , non si sono scordati di me ! Zoe si lamenta che ha tanto male alle gambe ma manca poco, saliamo sul piazzale del Direzionale e arriva Silvana che mi abbraccia (sigh, sono un po’ commossa ). Quante battaglie abbiamo combattuto per arrivare ogni volta prima dell’altra e quante volte siamo arrivate mano nella mano ! Riparte e anche noi passiamo sul ponte che attraversa la Giardini e scendiamo la scalinata , ormai siamo a pochi metri dall’arrivo . Zoe , qui si corre ! Mano nella mano, con cagnetta al guinzaglio corriamo tanto forte quanto le sue gambette possono fare e passiamo ridenti sotto il traguardo ! Grande Zoe , è contentissima, si è divertita . “ Nonna , mi piace molto la podistica ! Ci voglio tornare !” Anche a me piace molto ! Un biscotto e un goccio di tè al ristoro , ancora qualche saluto ad altri amici, un abbraccio al grande Gianni che cammina con la stampella ma piano piano si sta riprendendo e parliamo dell’Elba che assolutamente si deve rifare ..Ci conto , non molliamo !

Franca Michelini

Comunicto stampa Atletica Reggio del 18/4/2017

martedì 18 aprile 2017

Ancora asta-record per Martha Codeluppi

Outdoor/Romano di Lombardia (BG) – Ancora record, stavolta regionale, per la primatista italiana Cadette Martha Codeluppi. Nell’asta Cadette del meeting regionale Piana, al debutto stagionale all’aperto, l’allieva di Matteo Bini salta 3.40m, misura che vale ovviamente la vittoria delle gara e che rappresenta il nuovo record regionale di categoria. Il precedente (3.20m) resisteva dal 2011.

Trail/Gualtieri (RE) – Trofeo Un Po di trail, 18km. Secondo Francesco Magnani in 1h09’28". Nella gara femminile, ottava Roberta Riccò in versione Pod. Correggio.

Strada/Prato (PO) – Maratonina Città di Prato. Quarta posto di Rosa Alfieri, seconda italiana al traguardo in 1h24’18".

Strada/Pietrasanta (LU) – Trofeo Cinquini, 9.5km. Terza Isabella Morlini, seconda italiana al traguardo.

Strada/Soragna (PR) – Criterium degli Assi, 9.8 km. Quinto posto di Matteo Ghelfi (34’47").

Strada/Bologna – Corri con noi la Pasquetta, 10km. Successo di Jane Bethany Thompson (41’08").

Camminata 4 Caselli 30 aprile a Montecchio – Si terrà domenica 30 aprile, con ritrovo alle ore 16:30 alla chiesa parrocchiale di Villa Aiola (Montecchio Emilia, RE), la “Camminata dei 4 caselli” organizzata da Atletica Reggio. La manifestazione prevede una non competitiva (percorsi di 4km e 9km), le giovanili su varie distanze e la competitiva “Tieni il giusto ritmo” (9km), in cui bisognerà dichiarare il proprio tempo di percorrenza e rispettarlo il più possibile, senza potersi avvalere di strumenti di misurazione (cronometri, gps e simili); in pratica non vincerà il più veloce, ma…il più preciso.
Info: meteste@libero.it o stefaniazambello78@gmail.com

Alex Bartoli - Addetto Stampa Atletica Reggio ASD

Isabella Morlini terza, Laura Ricci sesta al Trofeo Pilade Cinquini a Strettoia in Toscana

martedì 18 aprile 2017

In una splendida mattinata di sole la Pro Strettoia e l’Atletica Pietrasanta Versilia con il patrocinio del Comune di Pietrasanta hanno organizzato il giorno di Pasquetta ,la 45° edizione del Trofeo Pilade Cinquini, prima tappa del 3° Memorial Giuliano Giannotti, circuito di gare regionali su strade intitolate a Giuliano Giannotti ,grande sportivo e appassionato di atletica leggera.
La partenza e l’arrivo della manifestazione toscana erano nella piazzetta di Strettoia e il, percorso si snodava su un circuito di circa 3 chilometri , con impegnativi saliscendi, da ripetere tre volte per un totale di km 9,5
Tra le donne la vincitrice è stata in 34’09 la keniana Livian Kemboy dell’Atletic Terni che ha battuto la toscana Tiziana Giannotti dell’Atletica Castello ,35’47 il suo tempo finale.
La professoressa dell’Università di Modena e Reggio, tre volte campionessa mondiale di corsa su8 ciaspole , Isabella Morlini dell’atletica Reggio arriva terza in 36’05 e non riesce a bissare il successo del 2016
Altra ottima prestazione è stata quella della sassolese Laura Ricci , tesserata per la Corradini Rubiera che ha conquistato il sesto posto in 37’20
Negli uomini strepitosa prestazione del keniota Sammy Kipgenetich dell’Atletic Terni che riesce a vincere il Trofeo Pilade Cinquini ,con il tempo record di 28’44, migliorando il precedente best time che era di 28’53. Secondo posto in 29’09 per un altro keniano , Andrew Mangata dell’International Security Sercive e terzo in 31’06 per il 49enne Stefano Ricci del A. S, Atletica Vinci.
Al via più di cento atleti nella categoria assoluti del Trofeo Pilade Cinquini





Nerino Carri

Interviste ai primi tre classificati a UN Po di Trail di Gualtieri

martedì 18 aprile 2017

Dopo la Un Po di Trail inserita nella Pasquetta Sportiva chiediamo al vincitore Lorenzo Gardini come gli è sembrato il percorso ?
Il percorso è fantastico , io lo paragono a quello di Casalmaggiore dell’Eridano Adventure, la seconda parte del tracciato è pesante, più dura della prima parte perché ci sono tratti più sabbiosi ed esposti al vento.
Quindi tu che risiedi in provincia di Mantova sono più duri dalla parte mantovana o reggiana i percorsi vicino al Po?
Ma direi che non c’è differenza, siamo sempre in un terreno golenale
Dopo che nel 1986 la Pasquetta Sportiva l’aveva vinta il mantovano Gianni Truschi , nel 2017 la torna a vincere un altro atleta della provincia di Mantova, quindi ora tocca a te portare avanti la tradizione?
Ovviamente , però io non sono alla sua altezza
Al secondo classificato Francesco Magnani chiediamo com’è andata oggi ?
Sinceramente non me l’aspettavo di arrivare secondo, mi sono iscritto stamattina. Sono contento di aver fatto questa gara, oggi volevo qualcosina e sicuramente il risultato e il bel percorso ha meritato di venire a Gualtieri
Al giovane Fabio Beneventi chiediamo se gli è piaciuto il trail di Gualtieri ?
Si direi che mi è piaciuto e soprattutto con il terreno secco
Quindi se fosse stato pesante il terreno , l’avresti affrontato ugualmente Il “ Un Po di Trail “ ?
Se fosse stato pesante , sarebbe stata ben diversa la mia gara oggi

Nerino Carri

Camminata della Pasquetta e UN Po di Trail a Gualtieri

lunedì 17 aprile 2017

I podisti il giorno di Pasquetta si sono ritrovati a Gualtieri per La Camminata della Pasquetta e per Un po’ Trail, evento organizzato dalla società ASD Gualtieri 2000.
In una giornata di sole velato da qualche nuvola , la gente che è venuta a Gualtieri ha corso e camminato sui due percorsi non competitivi di km 5 e km 10 che si snodavano per la maggior parte nelle piste ciclo pedonali della golena del Po. Da quest’anno l’organizzatore della camminata di Gualtieri, Giovanni Iembo ha voluto far disputare nel comune della bassa reggiana un trail , denominato “ Un Po di Trail “ , sulla distanza di km 18 . Come tutti gli altri percorsi la partenza e l’arrivo del trail erano nella bella piazza Bentivoglio e il tracciato si snodava quasi totalmente in carraie , sentieri, argini della zona golenale del Po , facendo scoprire agli atleti luoghi del più lungo fiume italiano per la maggior parte sconosciuti .
Il vincitore della prima edizione del “ Un Po di Trail” è stato il mantovano residente a Viadana Lorenzo Gardini dell’atletica Viadana , a Gualtieri iscritto come UISP Mantova , che ha fermato il cronometro sul tempo di 1h06’45. Il reggiano Francesco Magnani dell’atletica Reggio che il giorno di Pasqua aveva vinto la Camminata del Crostolo con Claudio Gelosini si classifica al secondo posto in 1h09’26 e batte il giovane Fabio Beneventi della podistica Biasola che chiude in 1h09’57. Quarto posto in 1h11’22 per il mantovano Davide D’Oronzio del gruppo podistico Avis Suzzara che precede Luigi Lodi Rizzini sempre di Mantova, senza società che conclude in 1h11’41. Il modenese Giorgio Roveri del Joy Runner è sesto in 1h13’28 e si lascia alle spalle due atleti del Jogging Team Paterlini Novellara, Fernando Tosti settimo in 1h14’36 e Claudio Gelosini ottavo in 1h14’40. L’atleta della Self atletica Montanari Gruzza, Gianluca Motti arriva nono in 1h14’56 e il reggiano Davide Arrighi della polisportiva Pagnona decimo in 1h15’40.
Viene da Pavullo nel Frignano, in provincia di Modena, la prima classificata nelle donne ed è Sonia Ugolini della polisportiva Pavullese che chiude la sua fatica di Gualtieri in 1h25’23 e distanzia di 43 secondi la seconda classificata, la montecchiese Chiara Ceci del gruppo podistico Avis Montecchio. La carpigiana Claudia Leoncini del gruppo sportivo Lamone che il dì Pasqua aveva vinto la Camminata del Crostolo è terza in 1h26’44 ed è seguita in 1h26’56 dalla veronese Debora Papparella del G. P. Villafranca, in 1h27’52 da Laura Lolli della Modena atletica, in 1h28’13 da Maura Ferraresi del Levante USDBike, in 1h28’23 dalla trentina d’adozione ma reggiana d’origini Valeria Gualandri del San Donnino di Liguria, in 1h29’51 dalla correggese Roberta Riccò della podistica Correggio , in 1h30’05 dalla modenese Stefania Pantaleoni della Aneser Novi e in 1h32’05 dall’atleta della società organizzatrice Valeria Ferroni.
Come ogni anno grande successo di partecipazione alla Camminata della Pasquetta con più di 1500 iscritti di cui tanti delle scuole di ogni ordine e grado del Comune di Gualtier e 133 classificati nella “ Un Po di Trail “
Nella classifica dei gruppi al primo posto troviamo il Gruppo Podistico Villafranca di Verona con ben 152 iscritti seguito dall’Avis Suzzara e Avis Novellara 80, la podistica Biasola 59, il Road Runners Poviglio 58, il Jogging Team Paterlini 51, il Jolly CTL Bagnolo 48, la podistica Luzzarese 40 e la podistica Correggio, la podistica Riese e il G. P. Gennari Schivenoglia 38

Nerino Carri

Il sito degli amici podisti modenesi e reggiani - www.modenacorre.it - www.reggiocorre.it - area utenti