Cronache e notizie

Du Pas per Campagna a Marzaglia di Modena

mercoledì 16 gennaio 2019
Bellissima giornata di sole ma con temperatura abbastanza fredda per la Du pas per campagna andata in scena domenica mattina a Marzaglia ed organizzata dalla locale polisportiva.
Gli organizzatori della USD Nuova Marzaglia avevano predisposto ben quattro percorsi: km 5, km 7,6, km 13 e km 17,7. Il ritrovo, la partenza e l’arrivo erano vicino alla chiesa della frazione modenese e si snodavano dapprima passando per l’Autodromo di Modena e poi in stradine di campagna quasi prive di traffico fra Marzaglia, Cognento e Magreta.
Notevole il numero di partecipanti alla Du pas per campagna con circa 2000 persone al via. Oltre a tanti modenesi a Marzaglia c’erano anche molti reggiani non essendo in calendario a Reggio Emilia nessuna camminata.
Anche se la camminata era non competitiva con l’aiuto di un organizzatore abbiamo rilevato i primi arrivati nel percorso più lungo con le donne a transitare per prima sul traguardo un atleta di livello nazionale, la veneta Ilaria Fantinel del gruppo sportivo Esercito che ha preceduto la modenese Chiara Galavotti dei Pico Runners.
Nei maschi primeggia il modenese Fabrizio Gentile dei Modenna Runners Club che si è lasciato alle spalle il bolognese di San Matteo della Decima, Rudy Magagnoli della UISP Ferrara e Fabio Poggi della polisportiva San Vito
La classifica dei gruppi viene vinta dalla podistica Cittanova sulla polisportiva Madonnina , la podistica Formiginese 95, lo Sportinsieme Formigine, il gruppo podistico La Guglia Sassuolo , la podistica Interforze, la podistica Sassolese, la Runner and Friends, l’atletica Ghirlandina e la polisportiva Castelfranco Emilia.

Nerino Carri

I reggiani vincono nella km 23 del Winter Trail Golf del Ducato a Sala Baganza con Loris Zanni e Monia Fontana e nella km 14 con Isabella Morlini

mercoledì 16 gennaio 2019
Domenica scorsa è stato il comune di Sala Baganza, in provincia di Parma ad accogliere i podisti che hanno partecipato al Winter Trail Golf del Ducato, gara di corsa fuori strada organizzata Gruppo Escursionisti Salesi e dalla UISP Parma.
I percorsi del trail parmense, impegnativi e molto affascinanti si svolgevano per la maggior parte nel Parco Regionale dei Boschi di Carrega e la km 23,5 aveva un dislivello positivo di metri 630 mentre la km 14,7 un’ ascesa totale di metri 430.
Il Winter Trail Golf del Ducato era la prima gara del Circuito Provinciale di Trail Running di Parma.
Fra i 204 classificati della km 23,5 il primo a tagliare il traguardo è stato in 1h36’52 il reggiano di Ramiseto , Loris Zanni del Team Amorotto, secondo nel 2018 che batte Claudio Chiarini della 3TValtaro, all’arrivo in 1h37’24 e Michele Nieppi della Free Bike Team, 1h38’14 il suo tempo..
Anche nel trail più lungo al femminile vittoria di un atleta reggiana, Monia Fontana residente a Reggio Emilia ma che corre per la polisportiva Sanpolese che ferma il cronometro sul tempo di 2h07’35. Dietro la reggiana, la parmigiana Giulia Magnesa dell’atletica Casone Noceto a 18 secondi, la mantovana d’adozione Galina Teaca dei MN389, terza in 2h09’10 e la compagna di squadra Rossella Munari, sempre residente a Reggio Emilia, quarta in 2h10’38. Ottima la prestazione anche di Viviana Wedel di Guastalla, della polisportiva Sanpolese, sesta in 2h18’27 e prima di categoria e al traguardo anche Rossella Goldoni della podistica Correggio in 3h05’46.
Nei primi 50 maschi ci sono anche tanti reggiani come Dino Sabato Aliberti della Tricolore Sport Marathion, 15esimo in 1h48’42; Gianni Zannoni, 16esimo in 1h49’43 e Luca Cilloni, 24esimo in 1h52’34, entrambi dell’’atletica Castelnuovo Monti; Luigi De Blasio della Futura Running di Cadelbosco Sopra, 43esimo in 2h02’21 e il 52enne Paolo Lolli della podistica Le Colline, 47esimo in 2h02’52.
Nel trail più corto negli uomini vince in 1h04’26 Alberto Gattinoni della Città di Genova che precede di 7 secondi Marco Rinaldi della Kinomana e di circa due minuti Michele Capretti dei Runcard (1h06’22). Fra gli atleti della provincia di Reggio Emilia nei primi 50 ci sono Massimo Fiorini della polisportiva Sanpolese, 15ersimo in 1h13’45 e Devis Incerti dell’atletica Borzanese, 32esimo in 1h17’37.
Nel gentil sesso nella km 14,7 primeggia in 1h10’23 e sesta assoluta, la 47enne reggiana, seconda domenica alla Ciaspolada in Val di Non (campionato del mondo su racchette da neve), portacolori dell’atletica Reggio, davanti a Eleonora Peroncini del CUS Parma, seconda in 1h12’19 e a un’altra parmigiana Carlotta Vecchi dei Vengo Lì. terza in 1h18’42. Le altre reggiane al traguardo sono: la russa di origini Evgeniya Kovaleva, sesta in 1h22’20, Alessandra Pederzoli, 12esima in 1h31’23, Simone Maria Pia in 1h43’37, Elena Maffei in 1h45’38, Valeria Ferroni in 1h51’28, Elena Fiorini in 2h00’05, tutte della polisportiva Sanpolese; Elena Bellin della Self atletica, 17esima in 1h34’16; Barbara Marini della podistica Le Colline, 18esima in 1h36’10 e Silvia Nanetti della Eden Sport in 1h52’59.
Nella km 14,7 i classificati sono stati 302 che porta il totale dei partecipanti al Winter Trail Golf del Ducato a 506, un numero ottimo di arrivati per un trail invernale e in aumento rispetto all’edizione 2018, anche se i dislivelli da affrontare non erano dei peggiori e molti tratti del percorso erano su asfalto.

Nerino Carri

Mascarino - Venezzano (BO)

domenica 13 gennaio 2019
Domenica mattina di Gennaio abbastanza fredda la temperatura è abbondantemente sotto lo zero il termometro dell’automobile segna – 5 gradi. Fortunatamente non siamo molto lontani da casa infatti la Camminata di oggi si svolge a Mascarino - Venazzano una piccola frazione di pochi abitanti che si trova nel territorio del Comune di Castello D’Argile (BO). E’ dal 1828 che non è più parte del Comune di Argelato (BO). Ci troviamo nel bel mezzo della pianura bolognese intorno solo campi coltivati e qualche casa colonica isolata, improvvisamente in lontananza spicca la maestosa ed imponente costruzione della “Chiesa Parrocchiale di Santa Maria” si tratta di un particolare edificio in Stile Gotico Tedesco, credo unico nel suo genere, pensate la cupole è alta 44 mt !!! La chiesa è stata costruita a partire dal 1894 su progetto dell’Ing. Francesco Gualandi in collaborazione con il figli Giuseppe per essere poi terminata nel 1933. Ripeto si tratta di uno stile inconsueto sia per il luogo dove si trova che per l’epoca, questo è il motivo principale per cui desta un certo interesse, La chiesa ha tre navate con un abside poligonale coperta da una possente cupola che appoggia su otto pilastri che uniscono le vele interne dando il senso di una arditezza unica, si tratta di uno dei primi esempi di utilizzo del cemento armato. L’interno è caratterizzato dall’uso del cemento marmorizzato, degne di nota sono la Cappellina della Madonna di Lourdes e la Via Crucis in terracotta opera di Mons. G. Branchini il prete che volle e costruì questa chiesa. Le grandi vetrate che ricordano scene della Bibbia sono dell’Architetto Gallignani, l’organo posto dietro all’altare è del Guermandi. Il campanile è stato costruito tra il 1863 ed il 1873 su progetto di Giuseppe Brighenti, mentre il concerto di campane è del fratello Clemente. Questa camminata è una delle classiche del podismo invernale bolognese anche perché in questo periodo all’interno della chiesa è allestita una interessantissima mostra di presepi costruiti con tutti i materiali possibili ed immaginabili, la sola mostra merita il viaggio per arrivare a Mascarino. Arriviamo di buon ora al ritrovo presso il piazzale intorno alla chiesa molti i gruppi podistici presenti, il Monte San Pietro si piazzerà al secondo posto con 80 presenze non male!!! Vorrei segnalare la presenza della Sangiorgese Running la mia seconda società di appartenenza che in questi giorni ha festeggiato il suo primo anno di vita oggi ha schierato 30 podisti. Bellissimo lo striscione arancione con il Drago in scarpette da corsa!!! La Partenza è proprio davanti alla chiesa, attraversiamo la piccola frazione sono state costruite parecchie abitazioni in questi ultimi anni oltre ad una discreta zona artigianale. Velocemente ci ritroviamo a correre nel bel mezzo della campagna bolognese si notano alcuni edifici rurali sapientemente recuperati circondati da bellissimi parchi e giardini. I chilometri sfilano via, il freddo non lo si percepisce più, un tenue sole cerca di riscaldare ma l’aria è decisamente fredda. Superiamo la deviazione del percorso Alternativo continuando per il Lungo che sarà di km 10.5. Appare il ristoro intermedio poco dopo il cartello del quinto chilometro, è gestito da una sola persona la quale ha il suo bel d’affare ma direi che se cava egregiamente. Arriviamo sulla strada che collega Castello D’Argile con Mascarino, è il tratto più trafficato paradossalmente il pericolo principale sono i podisti partiti notevolmente prima che hanno già terminata la loro prova che stanno già rientrando a casa. Poco dopo la zona artigianale il percorso devia a destra per percorrere un largo giro per giungere all’Arrivo davanti alla Chiesa. Ristoro con the caldo di base gestito da alcuni miei compagni di società che orami da diverse edizioni danno una mano alla gestione della camminata Bravi!!! Cambio alla tenda poi con alcuni amici entriamo in Chiesa per vedere i presepi, ci occorre una buona mezz’oretta ma mi ripeto ne è valsa veramente la pena!!! Chiudo ci risentiamo Domenica prossima 20 Gennaio il programma prevede la terribile “Galaverna” a Pianoro (BO) in bocca al lupo a tutti quanti.

Renzo Barbieri

Indoor al via e giallo-blu al top, la Ferrari fa la storia

sabato 12 gennaio 2019
Con il mese di gennaio si è aperto il sipario delle gare indoor che vedranno protagonisti gli atleti d’Italia nei due impianti principali di Padova e Ancona, con l’anello da 200 metri, e nelle altre piste come Parma, Modena e non solo. La Fratellanza non si è fatta attendere ed è subito salita ai vertici delle classifiche delle gare in diverse specialità.
Parma, donne velocissime
La quota rosa della Fratellanza ha sbaragliato la concorrenza nell’impianto indoor di Parma, conquistando il podio e siglando un nuovo record italiano all-time della categoria allieve, ma andiamo con ordine. La gara in programma erano i 50 metri piani, una distanza atipica se si ragiona in termini di distanze olimpiche, che prevedono nelle sfide indoor i 60 metri, invece che i 50. La particolarità e la singolare atipicità dell’impianto indoor parmense ha reso necessario accorciare la gara e per questo motivo gli atleti hanno dovuto adattarsi ad una distanza a cui non sono del tutto abituati. Nonostante questo fin dalle batterie le atlete giallo-blu, alla prima esperienza con una gara così corta, hanno fatto registrare i migliori tempi della giornata, per poi guadagnare l’accesso alle finali dove Modena è salita sul gradino più alto del podio. La miglior finale è stata vinta da Laura Fattori con il tempo di 6”59 (6”58 in batteria, miglior tempo della giornata), secondo gradino del podio per Federica Giannotti con 6”64. Grande exploit e un esordio da incorniciare quello di Milena Sandra Ferrari con i colori della Fratellanza. La giovane atleta, alla prima gara nella categoria allieve, ha fatto registrare il crono di 6”68 che le è valso oltre che la terza piazza della gara anche la miglior prestazione italiana di sempre. Il record precedente risaliva infatti al 6 febbraio 1993, quando Daniela Molteni, classe 1977, della S.S. Snam Gas Metano aveva fatto registrare il crono di 6”69 a Locarno in Svizzera. Sono serviti ben 26 anni perché arrivasse una velocissima reggiana, che da quest’anno ha deciso di rappresentare i colori di Modena, per riscrivere la storia. Nella stessa batteria quarta piazza per Leonice Germini con il tempo di 6”69. Nella finale 2 buona la seconda posizione agguantata da Irene Pini con 6”80, sesta Chiara Stradi nella terza finale con il crono di 6”96.
Le altre gare di parma, bene Zlatan e i concorsi
Al maschile sui blocchi di partenza dei 50 metri piani c’era l’ormai esperto del gioco Andrei Zlatan, che dopo aver lasciato andare qualche posizione nelle batterie di qualifica ha fatto sul serio in finale dove è riuscito a vincere la gara con il miglior crono della giornata di 5”87. Nei 60 metri ostacoli allievi vittoria per Ethan Mazzanti, che ha difeso la prima posizione sia in batteria che in finale, vincendo la gara con il tempo di 8”64. Nella gara femminile quinta Ludovica Di Bitonto con il tempo di 9”90. Nel salto triplo femminile vittoria per la promessa Costanza Gavioli che ha trovato alla quinta prova il miglio salto della giornata registrando la misura di 12,07 metri che le è valsa la vittoria.

Andrea Lolli

Un ricordo di Claudia Balducchi Rebecchi

sabato 12 gennaio 2019
Mi sembra giusto ricordare una persona che da una decina di giorni non c'è più: Claudia Balducchi Rebecchi, moglie di Claudio, fondatore e
presidente del gruppo podistico Tobacco Museum di Modena.
Una società che ha vissuto a cavallo degli Anni 80/90.. Aveva podisti ma soprattutto" maratoneti" provenienti da tutta la regione ,ma anche da
fuori, questo per i più giovani che si sono affacciati ora al mondo del running.
Una società che aveva solo lo scopo delle competitive, puntando a sopratutto ai campionati italiani amatori, 10 mila mezza e maratona, vincendo anche
parecchi titoli.
Ricordo alcuni dehli atlei: Rossano Galli, Umberto Guidetti (pure di recente scomparso,i gemelli e fratelli Gennari...e tantissimi altri, fra cui tante donne, come Carmen Pigoni e non solo.
Da sempre Claudio non ha legato simpatizzato con il nostro movimento podistico e con il coordinamento per le scelte che già allora effetuava; era un contestatore nato, questo anche al di fuori dello sport.
Claudia ha preso la passione per la corsa, trasmessa dal marito, ma anche da tutto l'ambiente, ottenendo anche buoni risultati con tempi di
riguardo soprattutto in maratona correndo con tempi da appena sopra i 4 min al km.
Con lei ed altri che pure non ci sono più tipo, Iginio Parmeggiani e Ponzoni, macinavamo km sulle nostre colline in preparazione delle maratone e
della 50 di Romagna.
Con la perdita di Claudio e Claudia il mio ricordo va anche agli inizi del mio lavoro come negozio tecnico e venditore di scarpe per la corsa..
Un Ciao a tutti i miei amici di tante corse in tutti questi anni, che non ci sono più.

Ermes "Lupo" Luppi

Nel weekend Indoor per tutti

venerdì 11 gennaio 2019
La stagione Indoor entra finalmente nel vivo. La preparazione affrontata dagli specialisti dei concorsi e della velocità vedrà la prima verifica nel weekend, dove troveremo atleti in gara a Parma, a Padova e Ancona.

Padova e Ancona
La delegazione giallo-blu in partenza per Padova sarà capitanata dal talentuoso quattrocentista Michele De Berti, pronto a difendere il suo accredito di 48’56” nei 400 metri. Sulla stessa distanza sarà in gara al femminile Paola Bassano. Negli 800 invece ci sarà Alessandro Bianchi. Infine grande invasione modenese nella pedana del salto in lungo con le allieve Bianca Mantovani, Allegra Guidetti, Valentina Guidetti, Valentina Corni e Alice Caffagni. Ad Ancona sarà invece in gara la giovane specialista del salto in alto Nicole Romani.

Parma, tanti gli iscritti nella velocità
La corta pista di Parma soffrirà un po' nel numero degli iscritti nelle gare di mezzofondo, che al contrario delle aspettative saranno tutte nella giornata di domenica, invece che dividersi anche con il sabato. Viceversa, nella velocità sono attese gare piuttosto numerose. Nei 50 metri a trainare Allievi e Junior saranno rispettivamente le due stelle giallo-blu Ludovica Di Bitonto, che sarà impegnata anche nella gara dei 60 metri ostacoli, e Irene Pini in campo femminile. Al maschile troveremo invece Jeremy Caiumi. Tra le Promesse proveranno a sfrecciare sul rettilineo per la prima volta nel 2019 Laura Fattori, Leonice Germini e al maschile Matteo Ansaloni e Andrei Alexandru Zlatan. Tre le Senior in gara Federica Giannotti. Nel salto triplo saranno in pedana gli allievi Martina Berni e Francesco Ferrari. Nel mezzofondo il master Alessandro Bianchi sarà impegnato negli 800 metri.

La stagione indoor
Le gare indoor regionali open si svolgeranno in tre impianti: nelle classiche Padova e Ancona, dove la pista è un anello di 200 metri, e a Parma, dove l’impianto di poco più di 160 metri rappresenta qualcosa di un po’ più particolare rispetto ai primi due impianti citati.

Andrea Lolli

Corrida di San Geminiano, ripresi gli allenamenti gratuiti con Run With Us

venerdì 11 gennaio 2019
A poche settimane dalla Corrida di San Geminiano, come ormai da tradizione, Run With us propone una serie di allenamenti gratuiti riservati a podisti, ma anche semplici appassionati di corsa che vogliono avvicinarsi al mondo della corsa e prepararsi per l’evento.



Una proposta per tutti

Avvicinarsi ad un’attività sportiva sana, ma anche migliorare le proprie capacità per diventare runners sempre più evoluti. Sono questi due degli obiettivi che si propone di aiutare a realizzare in queste settimane Run With Us. Il progetto, nato ormai più di cinque anni fa, anche per questo 2019 rimane uno dei punti fermi nell’attività della Fratellanza 1874, che spalanca le porte del proprio campo di atletica leggera offrendo l’assistenza dei propri tecnici al servizio di tutti i corridori della città. Non importa la velocità con cui uno corra: a Run With Us ci sono allenamenti sia per chi dal cammino si approccia alla corsa, sia per i runners più evoluti che vogliono tagliare il traguardo della Corrida al di sotto dell’ora.



Gli allenamenti

L’attività gratuita, aperta a tutti, in preparazione della Corrida di San Geminiano è iniziata ieri e proseguirà ogni martedì e giovedì, dalle ore 19:30 alle 21:00, presso il campo di via Alfonso Piazza. Gli allenamenti saranno gestiti ed organizzati dai cinque coach del progetto, che divideranno i partecipanti per livelli a seconda delle varie abilità, per consentire a tutti di prepararsi nel modo più consono ai due percorsi della Corrida di San Geminiano ovvero la Minicorrida di 3 chilometri ed il percorso tradizionale sulla distanza di 13 chilometri e 350 metri. Il menù studiato dallo staff della Fratellanza 1874 non sarà solo a base di corsa, ma ci saranno in ogni seduta di allenamento momenti di mobilità articolare, tonificazione ed allungamento muscolare. Insomma nulla sarà lasciato al caso.



Il progetto “Run With Us”

Run With Us nasce nel dicembre 2013 proprio con l’obiettivo di aiutare e dare un valido supporto tecnico a tutti gli interessati a preparare al meglio la partecipazione alla Corrida di San Geminiano. La struttura del campo scuola ed i tecnici della Fratellanza 1874 rappresentano un validissimo strumento a disposizione di tutti i cittadini modenesi, che con la loro importante partecipazione hanno contribuito alla crescita di questo progetto che nel corso degli anni si è evoluto e trasformato in un’attività continua nell’arco dell’anno. Oltre 600 sono le persone che hanno preso parte finora al progetto, mentre per l’attuale stagione iniziata ad ottobre sono stati fino ad oggi 106 gli iscritti ai corsi.


Andrea Lolli

Andrea Lolli

La rubierese Daniela Ferraboschi seconda al 10000 della Befana a Crevalcore e i reggiani al traguardo nella Maratona

martedì 8 gennaio 2019
Oltre che la Chocolate Run a Casalgrande, la Corrinsieme a Modena, il giorno della Befana si è disputata a Crevalcore in provincia di Bologna la Maratona di Crevalcore.
Gli organizzatori dell’atletica Calderara e il gruppo podistico Crevalcorre avevano predisposto oltre che il percorso sui km 42,195 anche una km 10 denominata 10000 della Befana. La maratona di Crevalcore si svolgeva su due giri di km 21,095. L’evento podistico bolognese è partito alle 9,02 (orario in cui ci fu a Crevalcore nel 2012 la terribile scossa di terremoto) dallo stadio e faceva parte delle commemorazioni per le vittime del disastro ferroviario avvenuto il 7 gennaio 2005 nel paese di Crevalcore
Nel 10000 della Befana era presente una delle più forti atlete della provincia di Reggio Emilia come la forte master rubierese Daniela Ferraboschi, tesserata da quest’anno con la società sassolese MDS Panaria Group, dopo essere aver vestito l’anno scorso i colori del gruppo parmigiano atletica Casone Noceto, che è riuscita a conquistare il secondo posto con l’ottimo tempo di 37’47. Davanti a lei solo la fuoriclasse romagnola Anna Spagnoli della Edera Forlì che ha vinto con il crono di 37’12. Al terzo posto la bolognese Francesca Battacchi dell’Acquadela in 39’37.
Nei maschi vittoria in 32’36 per Hamadi Kaba dell’atletica Castenaso che batte Matteo Luis Riccardi dell’Acquadela, secondo in 32’53 e il compagno di squadra Mohamed Errami, terzo in 33’07. Un atleta dell’atletica Reggio, Stefano Vitali si piazza al nono posto in 33’58.
La maratona è stata vinta dal biellese Stefano Velatta dell’atletica Paratico, al traguardo in 2h41’55, secondo nel 2018 e alla terza vittoria su cinque partecipazioni. Secondo posto in 2h44’57 per Marco Mingozzi della Corri Forest e terzo in 2h50’15 per Nicola Zuccarello dell’atletica Discobolo.
Al femminile la km 42,195 la vince la riminese Federica Moroni del Golden Club Rimini fermando il cronometro sul tempo 2h52’41 e al quinto posto nella classifica generale. Milena Grion dei Trecasali si classifica seconda in 3h22’35 come nel 2018 e si lascia alle spalle Eleonora Corradini della Impossible Target, all’arrivo in 3h28’41.
Alcuni sono stati i podisti reggiani in classifica nella maratona come l’over 55enne Gaspare Lombardo dello Sportinsieme Castellarano, 29esimo in 3h19’57 e secondo negli SM55; il 70enne Ideo Fantini di Villa Minozzo dell’atletica Castelnuovo Monti, 178esimo in 4h20’40 e terzo negli SM70; il 75enne reggiano Giuliano Sidoli della Self atletica, 189esimo in 4h25’31 e secondo negli SM75 e Franco Beggi della polisportiva Sanpolese, 256esimo in 4h55’00.
Unica donna reggiana al traguardo, Rosa Campanella dello Sportinsieme Castellarano, 11esima nelle SF45 in 4h41’56.
I classificati sono stati 301 nella Maratona di Crevalcore e 442 nel 10000 della Befana.
Nonostante l’aumento del numero dei classificati sia nella Maratona che nel 10000 della Befana gli organizzatori hanno dichiarato che l’edizione del 2019 è stata l’ultima, dopo 8 anni di forte impegno dello staff organizzativo e dell’Amministrazione Comunale che ha supportato l’iniziativa anche dopo il tremendo sisma del 2012.

Nerino Carri

Isabella Morlini argento mondiale alla Ciaspolada

lunedì 7 gennaio 2019
Snowshoe/Fondo (TN) – Argento mondiale per Isabella Morlini nella Ciaspolada, che assegnava i titoli iridati di Snowshoe, alias corsa con le racchette da neve. Percorso di 8 km su neve artificiale, Morlini ha chiuso al secondo posto in 37’19, staccata di una ventina di secondi dalla vincitrice.
Indoor/Ancona – Meeting nazionale giovanile indoor. Successo di Aida Amaghzaz nel peso Cadette con 10,04, misura messa a segno al primo lancio.
Strada/Casalgrande – Chocolate Run, 9,3 km, quinto Salvatore Franzese in 30’46.
Strada/Crevalcore (BO) – 10 km di Crevalcore, nono Stefano Vitali in 33’58.
Strada/Firenze – “Maratonina” della Befana, 13,6 km, nona Jane Bethany Thompson in 55’21.
Poviglio (RE) – Si sono tenute alla tensostruttura-palestra di Poviglio le premiazioni dei campioni nazionali CSI 2018: riconoscimenti a Viola Canovi e Aida Amaghzaz per i titoli tricolori conquistati rispettivamente nei 50 Esordienti e nel peso Ragazze. Per Atletica Reggio 5 coppe di squadra, per i primi posti nel 2018 in cross provinciale e pista giovanile (Esordienti-Ragazzi-Cadetti) provinciale, per i secondi posti nel 2017 nelle medesime categorie, e per il terzo posto nel 2017 nella pista assoluti.

Alex Bartoli

TRIONFO SIMI AL CAMPACCIO, IN ELITE STREPITOSO TERRASI E OTTIMO CAVALLINI

lunedì 7 gennaio 2019
Un palcoscenico importante quello del Campaccio 2019, una tra le corse campestri più importanti al mondo, con la solita presenza di atleti di livello mondiale. Domenica 6 Gennaio, in prima mattina, Stefano Simi, passato quest’anno nella categoria Veterani, ha imposto il proprio sigillo sulla gara SM45 – 50 dei prati di Legnano: una condotta di gara esemplare, partito nel terzetto di testa, diventato duetto alla fine del primo giro. A metà del secondo giro, Simi ha preso l’iniziativa, fino a guadagnare un vantaggio di circa trenta metri al terzo giro sul diretto inseguitore, tagliando il traguardo dei 6 km con il tempo di 20’30’’. Al pomeriggio, la gara Elite di 10 km ha visto alla partenza il campione olimpico Selemon Barega (quarto uomo di sempre sui 5000 metri), Hagos Gebrhiwet, i gioielli dell’atletica italiana Yemaneberhan Crippa, Daniele Meucci, Johannes Chiappinelli e Pietro Riva e molti altri atleti del panorama nazionale e internazionale. In questo contesto di livello assoluto, strepitosa prova di Alessio Terrasi, campione italiano in carica di maratona (titolo conquistato a Ravenna pochi mesi fa), che ha chiuso la propria eccellente prova con la 18esima posizione assoluta e il tempo 31’57’’; ottima prova anche per Andrea Cavallini, tenuto fermo da un infortunio per tutta la seconda parte del 2018, ma che qua al Campaccio ha terminato la propria fatica con l’81esima posizione assoluta e il tempo di 36’50’’. Orgoglio del presidente Graziano Poli, che ha seguito i propri ragazzi sui prati del Campaccio e che adesso preparerà il primo appuntamento dell’anno per la società biancoverde: la prima fase dei campionati di società di corsa campestre in quel di Campi Bisenzio prevista Domenica 27 Gennaio.

Andrea Cavallini

 
Il sito degli amici podisti modenesi e reggiani - www.modenacorre.it - www.reggiocorre.it - gestione