Bacheca domande e messaggi

Agosto 2021

mercoledì 21 luglio 2021

Ciao ,
Questo è un appello a tutti gli organizzatori... ovviamente comprendo che il periodo è molto complicato e difficile Ma mi auguro che questo sia l’ultimo agosto senza le nostre amate corse in appennino .
Sarà il secondo agosto tristissimo sulle nostre montagne , Credo che il calendario rimarrà vuoto ormai , le comp e non comp sono un bellissimo ricordo spero davvero che si trovi il modo per tornare a come eravamo .
Il problema sono veramente gli introiti che mancano nell’impossibilità di organizzare le non competitive o le nuove disposizioni per il covid? Cosa manca per poter riavere il solito movimento podistico?
Grazie Luca Sassu

Ancora risentimenti sui "colpi di calore"

venerdì 16 luglio 2021

Egregio Nerino Carri che l'argomento sia diventato stucchevole sono d'accordo. Che occorra prestare attenzione alle insidie di un percorso di gara pure. Dissento, invece, sul bisogno di qualcuno di ricercare cause alternative pur di puntualizzare e trovare valide argomentazioni da impartire sull'argomento esprimendo congetture come "la smania di gareggiare" di certi podisti - presumo che tu non lo sia - e che occorre prestare attenzione nei casi di eccessivo aumento delle temperature, come se chi si iscrive ad una competizione sia da paragonare ad uno sprovveduto. Informo i sapienti che si sono espressi sull'accaduto che risiedo in una delle regioni più calde d'Italia e che fino al giorno dell'incidente avevo già corso altre sei o sette gare tra cui il giro dell'Umbria, una in Piemonte oltre ad alcune prove in pista. Aggiungo che ho una completa esperienza in atletica in quanto sono stato tesserato sia come "assoluto" che come "amatore" ed ora "master" che per tanti è sinonimo di dilettante. Ora ritengo chiuso l'argomento salvo repliche dell'ultima ora. Saluti Nicola Saracino

ma basta Nicola, sei veramente pesante! ... se poi leggessi con attenzione, non scriveresti neanche a Nerino ma a me, visto che sono io che ho definito stucchevole questa sterile, inutile, lunga, vuota polemica sul nulla assoluto. Abbiamo capito che sei un fenomeno, che solo tu sei un podista, anzi, un atleta, anzi, un Assoluto con la A maiuscola, che reggi i calori degli altiforni e che gareggi ogni 15 minuti una maratona o un giro a tappe, e se sei caduto è stato per la congiuntura astrale sfavorevole di Marte e Venere. Ma adesso basta, ci hai tediati. Sei troppo forte, troppo esperto, troppo tutto...evita di replicare, perchè ci hai stufati ed hai scritto veramente troppo ed a sproposito. Non possiamo arrivare al tuo livello, risparmiaci. Per finire, se uno "presume" troppo forse... diventa presuntuoso. Tu "presumi" che Nerino non sia un podista.. informati prima di etichettare il prossimo. E se invece di parlare di cose che non sai te ne tornassi nella tua stupenda e calda regione? Buon viaggio. Mac

Precisazione sui Colpi di calore, per chi?

lunedì 12 luglio 2021

Salve
Sono Nerino Carri e riguardo a quello scritto in bacheca “Colpi di calore, per chi?” In cui cui Nicola Saracino comunica che il suo non è stato un colpo di calore ma una caduta, io che ho scritto gli articoli ho corretto subito con una precisazione però (da leggere nell’articolo).
Vorrei solo far notare la bella risposta di Giuliano Macchitelli “Opportuno rettificare. Ed anche fare attenzione, sia alle cadute che ai colpi di calore!” che secondo me certi podisti non capiscono.
In questo periodo di emergenza sanitaria in cui si ricomincia a gareggiare certi podisti, forse smaniosi di tornare alle competizioni, si scordano di fare attenzione alle eventuali imperfezioni dell’asfalto o della strada che possono portare a delle cadute e anche ai colpi di calore. Vi ricordo che i colpi di calore nelle gare di podismo sono eventi che si possono verificare e si sono già verificati, specialmente quando vi sono caldo e umidità alti, quindi non sono da sottovalutare
Cordiali saluti
Nerino NERINO CARRI

spero che con questo si possa chiudere la stucchevole polemica sull'argomento. Chi vuole accettare raccomandazioni, stia attento ai colpi di calore ed alle cadute; chi non ne ha bisogno, buon per lui. Mac

Alba Run 5.40 S.Ilario d'Enza

venerdì 9 luglio 2021

venerdì mattina di buon ora si è svolta la terza edizione di Alba Run 5.40 in quel di S.Ilario d'Enza...quest'anno in forma ridottissima ma l'importante era ripartire...tengo a precisare che non si pagava nulla da non si vinceva nulla...alla fine acqua e caffè per tutti...dai dai che piano piano si ricomincia a correre come un tempo...forse come un tempo sarà ancora difficile...ma Noi podisti che solo un anno fa eravamo considerati come gli UNICI UNTORI ci speriamo!!!
Lunga Vita al Podismo come dico sempre io e che questo maledetto virus scompaia per sempre!!!
Daniele di Podistica Taneto!!! Ferrari Daniele

Diritto di replica a chi non intende

giovedì 8 luglio 2021

Senti MAC, scrivere nascondendosi sotto uno pseudonimo, sentenziando che occorre stare attenti sia alle cadute che ai colpi di calore è una raccomandazione che val bene indirizzare a dei bambini e non a chi pratica atletica da anni. Non conosco i tuoi trascorsi sportivi, seppure esistenti, ma ti assicuro che sopporto benissimo le alte temperature in quanto residente in una delle regioni più calde d'Italia oltre alle dovuta cautela da adottare nei casi di incidenti per cadute come il tour del France insegna. L'incidente o l'infortunio non si ricerca ed accade quanto meno uno se l'aspetta come ben sa chi pratica una attività agonistica e non certo chi la commenta. Ti saluto e spero di essere stato sufficientemente chiaro nella mia esposizione dei fatti. Nicola Saracino

mah. non capisco proprio la tua polemica da Facebook. Il testo scritto da Nerino è ineccepibile, parla di "presunti" colpi di calore e si preoccupa di dare indicazioni di buon senso. Come diceva Guareschi, siamo in una terra "dove il sole picchia come un martello sulla testa della gente", ma tu lo sopporti benissimo, buon per te; possiamo allora dire agli altri che conviene fare attenzione? penso di si. Per quanto riguarda me, da oltre 20 anni mi firmo Mac e tutti sanno chi sono. Fra l'altro, sono il responsabile di Modenacorre. Per quanto riguarda i miei trascorsi sportivi, certo non eclatanti (non conosco il tuo palmares, non mi sembra di aver letto spesso il tuo nome, evidentemente per mia distrazione), non devo certo parlare con te, sappi solo che pratico sport agonistico da oltre 53 anni, e credo di sapere di cosa parlo. Complimenti perciò per la tua capacità di resistere al calore degli altiforni, per la tua maturità che rende inutile ogni raccomandazione e buona vita. Mac

Colpi di calore

giovedì 8 luglio 2021

Mi ricollego anche io a quanto scritto sui colpi di calore,reali o presunti, solo per dire che è giusto spiegare l'importanza di idratarsi in giornate particolarmente calde e afose e in virtù di questo forse il primo ristoro a 10 km credo sia stata l'unica nota stonata in una corsa che ho trovato meravigliosa!! Maria Antonietta Camino

Colpi di calore, per chi?

mercoledì 7 luglio 2021

Sono lo sfortunato atleta oggetto della cattiva informazione che taluni comunicatori della informazione pubblica trovano più eclatante, ancor prima di ogni precisa e doverosa informativa su quanto realmente avvenuto, pubblicare in quanto più rende ai fini dello "scoop". Premesso che la giornata non era particolarmente calda, è stato fatto passare una banale caduta, in discesa e a causa del pietrisco per i lavori edili in atto, come un colpo di calore sopravvenuto che pone dubbi anche sulla capacità medica degli incaricati del pronto soccorso che paventavano addirittura la necessità di suturare alcuni punti del viso. Nulla di tutto quanto segnalato corrisponde al vero e invito, quanti interessati alle mie controdeduzioni, a recarsi al pronto soccorso per prendere atto di tutto quanto da me precisato o, in alternativa, contattarmi anche per ogni necessario chiarimento anche a mezzo telefono o -mail. NICOLA SARACINO

Opportuno rettificare. Ed anche fare attenzione, sia alle cadute che ai colpi di calore! Mac

ATTENZIONI AI COLPI DI CALORE

venerdì 2 luglio 2021

Ciao a tutti
Mi ricollego al giusto ed importante articolo sui colpi di calore, dopo quanto successo alla corsa di Castelnuovo Monti.
Forse sarebbe anche giusto poter sollecitare i comuni ad installare qualche fontanella in piu' per rinfrescarsi. Anche sulle ciclabili piu' lunghe e battute da ciclisti, podisti e camminatori non ricordo la presenza di punti d'acqua per rinfrescarsi, o almeno sono molto rari.
Grazie
Alberto Alberto Zironi

Ciao Alberto, ben ritrovato. Concordo in pieno, in particolare a Modena e provincia le ciclabili non offrono molte possibilità di ristoro. Penso ad esempio alla Modena Vignola o al Torrazzo-Bomporto ma non solo. Forse bisognerebbe proprio trovare il modo di fare segnalazioni, magari insieme alle associazioni cicloturistiche. Chi ha idee in merito le posti per favore Mac

Grazie a tutti

lunedì 7 giugno 2021

Grazie di cuore a tutti. Vi scrivo anche a nome di Maurizio Pivetti, Uisp Modena, Roberto Brighenti, la PolCampo per ringraziare tutti voi e gli amici che ieri erano al 5000 del Novisad, Trofeo Modena Corre. Se oggi possiamo dire che lo sport su strada è ripartito lo dobbiamo agli atleti che ieri hanno corso su quel bellissimo tracciato di 800 metri che è l'anello d'asfalto del Novisad. Ieri è stata una giornata a dir poco spaziale e rivedere centinaia di atleti mettersi un pettorale e divertirsi è stato molto emozionante. Io e Maurizio quando ci siamo lanciati in questa impresa saremmo stati contenti se avessimo raggiunto un numero intorno ai 150 atleti. 269 è stato qualcosa di inaspettato. Questa gara ha un fascino particolare e se oggi possiamo raccogliere i frutti di questo grande successo lo dobbiamo anche a Giuliano Macchitelli, ideatore e patron di questa bella manifestazione. Grazie ancora di cuore a tutti voi. Emilio Mori

Corsa Club Giardino Carpi

lunedì 7 giugno 2021

E' stato bello ripartire.
E' stato bello rivedere i volti delle persone che da più di un anno non si vedevano.
Complimenti all'organizzazione del Club Giardino; sarebbe facile criticare ma non dimentichiamoci che i ragazzi hanno fatto da "cavia" per le prossime (si spera) manifestazioni. Parcheggio agevole, bel clima rilassato, partenze a gruppi, bel percorso...questi i punti da non dimenticare.
Assembramenti? magari al ritiro del pettorale...niente di troppo diverso dalla coda fatta per prendere un caffè al bar fino a poche settimane fa. Incroci durante il percorso? niente di diverso dalle persone che si incrociano durante una passeggiata o al mercato di di paese.
Mi auguro che manifestazioni come questa, con tutte le difficoltà del caso in termini organizzativi, possano nascere e crescere come funghi.
La nostra passione è un grande antidoto contro la paura. Riccardo Corazzari

Condivido la speranza ed il desiderio che si possa ripartire con lo sport, ma facciamo sempre la massima attenzione. Proprio per un caffè mio figlio ha preso il Covid e ce l'ha portato in casa, con conseguenze assolutamente gravi. D'accordo che gli assembramenti selvaggi a cui assistiamo non vanno niente bene (e Modena è stata anche ieri la città della regione con il maggior numero di contagi, oltre che di tavolini in giro...), ma vediamo di mantenere alta la guardia. Con la speranza che l'estate ed una maggiore attenzione alla ripartenza di trasporti e scuole, insieme ai vaccini, metta la parola FINE a questa situazione che effettivamente ci sta facendo male anche mentalmente. Mac

 
Il sito degli amici podisti modenesi e reggiani - www.modenacorre.it - www.reggiocorre.it -gestione