Cronache e Notizie

Ottima prestazione del reggiano Nicolò Cornali ai Campionati Mondiali Universitari di Cross a Muscat, in Oman

sabato 24 febbraio 2024

A Muscat, in Oman si sono svolti il 17 e 18 febbraio i Campionati Mondiali Universitari di Cross. Sono stati 10 gli studenti/atleti che hanno rappresentato l'Italia in questa manifestazione: Nicolò Bedini, Nicolò Cornali, Marco Fontana Granotto, Luca Ursano, Enrico Vecchi per gli uomini, Aurora Bado, Agnese Carcano, Michela Cesarò, Gaia Colli, Giovanna Selva. 
Il tracciato delle gare di Muscat era un percorso molto duro, in terra battuta, con diversi ostacoli realizzati con palme e cubi di fieno, a rendere il tracciato ancora più insidioso una sorta di riviera in cui occorreva entrare. Anche il clima molto caldo non ha facilitato la corsa degli atleti. 
Nei 23esimi campionati del mondo universitari di cross country era presente il reggiano Nicolò Cornali. Il giovanissimo e talentuoso atleta di Reggio Emilia è figlio di Silvia Riccò e Yuri Cornali, la prima ex azzurra di triathlon, il secondo valente podista e duatleta. Nicolò è uno specialista di mezzofondo dagli 800 ai 10.000 ed è alla sua terza maglia azzurra, dopo gli europei di cross del 2021 a Dublino e 2022 a Torino; è tesserato per l’Atletica Reggio ed è allenato da Vehid Gutic. Il runner dell’Atletica Reggio si è classificato 33esimo nel cross lungo di km10, con il tempo di 32'38.
Nel cross lungo di km 10 la migliore delle italiane è stata Gaia Colli che si è classificata quinta in 34'36 nella gara è stata vinta dalla sudafricana Maria Karabo Mailula. Al settimo posto la piemontese Giovanna Selva in 35'01 e poi segue Aurora Bado 14esima in 35'45. Michela Cesarò è stata costretta al ritiro. La squadra ha conquistato il secondo posto. 
Nei maschi il miglior risultato per gli italiani è di Luca Ursano settimo in 29'51, Nicolò Bedini è 12esimo in 30'10, Marco Fontana Granotto 21esimo in 31'11. Nei km10 del cross lungo maschile vittoria dell'ugandese Seth Akampa in 29'12. 
Nel cross corto Agnese Carcano è decima in 9'35 e il primo posto è della sudafricana con Simonay Weitsz in  9'14. 
Nel cross corto maschi l'Italia è stata rappresentata da Enrico Vecchi xhe chiude 19esimo in 8'33, mentre il primo posto è sempre di un atleta sudafricano con Keaunu Cameron Domingo in 7'58.

Nerino Carri

Tre reggiani alla Maratona di San Valentino a Terni

sabato 24 febbraio 2024

È partita alle 9.30 di domenica 18 febbraio da corso del Popolo la XIII Maratona di San Valentino, il maggior evento sportivo di Terni organizzata dall’Amatori Podistica Terni e con Acea Ambiente main sponsor. 
Splendida la giornata nella città umbra con temperature sopra la media stagionale per i partecipanti alla maratona sui km 42,195, sulla mezza maratona di km 21,097, la Family Run e la Dog Run, novità di quest’anno. I tracciati specialmente delle gare competitive erano in un percorso meraviglioso nel cuore verde dell’Umbria che attraversa la Valnerina e arriva fino all’imponente e bellissima cascata delle Marmore.
A trionfare sono stati nella km 42,195 Abdellah Latam dell’International Security in 2h20’25 e Paola Salvatori dell’Unione Sportiva Roma 83 in 2h50’58. Nella mezza maratona si sono imposti Simon Kibet Loitanyang dell’Atletica Vomano Gran Sasso in 1h07’00 e Silvia Tamburi dell’Atletica AVIS Perugia in 1h22’14. Sul podio maschile della maratona Carmine Bucilli dell’Etrusca in 2h23'37 e l’ucraino Evgenii Glyva in 2h37'24 e nelle femmine Damiana Monfreda dell’Amatori Atletica Acquaviva in 3h02'00 e la croata Marija Vrajic in 3h07'19; nella mezza maratona uomini Mohammed Lamiri in 1h13'20 e Cristiano Tomassini in 1h13'22 e nelle donne Alessia Righetti in 1h25'19 e Manuela Piccini in 1h27'42.
Alla corsa in terra umbra nella km 41,195 erano presenti tre atleti reggiani tutti tesserati per la podistica Cittanova: la povigliese Assunta Fava, 94esima donna in 5h28’21, 12esima nelle SF 55; i coniugi residenti a Castellarano , Cristina Terenziani, 97esima femmina, terza nelle SF 65 e Giorgio Saracini, 409esimo in classifica generale in 5h17’42, 16esimo negli SM 70.
Successo della corsa ternana con oltre 1.300 a Terni per l'edizione 2024 della Maratona di San Valentino, evento podistico che ha visto la partecipazione di poco meno di 500 runners sulla classica distanza dei km 42.195 e di oltre 900 sui km 21.097.).

Nerino Carri

Tanti i reggiani alla Zero Wind Romeo&Giulietta Run Half Marathon 21K a Verona

sabato 24 febbraio 2024

Dopo un sabato bagnato a Verona domenica 11 febbraio vi è stata una bella giornata per i 7mila runner che hanno scelto di partecipare alla Zero Wind Romeo&Giulietta Run Half Marathon.
Il sindaco Damiano Tommasi ha accolto tutti i partecipanti al traguardo della Zero Wind Romeo&Giulietta Run Half Marathon 21K, RELAY e Family Run. L’evento, organizzato da G.a.a.c. 2007 Veronamarathon A.S.D., vanta il Gold Label Fidal ed è la seconda mezza maratona italiana per numero di partecipanti.
Non solo mezza maratona, chi voleva raddoppiare le emozioni e dividere la fatica poteva partecipare alla RELAY, la formula a staffetta della Romeo&Giulietta Run Half Marathon e poi vi era la Avesani Romeo&Giulietta Family Run, corsa o camminata non competitiva da condividere con amici e famiglia, alla scoperta degli scorci più belli di Verona.
Le gare competitive sono partite come di consueto, dal Bentegodi, “Stadio dei Quarantamila” alle ore 9.20, in direzione di Borgo Milano per poi procedere verso la Diga del Chievo, poi a Parona, quindi Lungadige Attiraglio e Cangrande, prima di transitare lungo Castelvecchio, Ponte della Vittoria, il centro storico con Piazza delle Erbe e la sua Torre dei Lamberti, Ponte Navi, Porta Vescovo e arrivare al traguardo in piazza Bra con l’anfiteatro dell’Arena.
Gli iscritti alla Family Run partivano alle 11 da Piazza Bra, sede anche del traguardo, dopo aver coperto una distanza di circa km 9 in gran parte nel centro storico.
Nella Zero Wind Romeo&Giulietta Run Half Marathon vi è stato il successo in 1h01’15 del keniano Wisley Kipkemoi Yego che ha battuto il connazionale Enos Kales, secondo in 1h02’31 e l’etiope Gishe Gemechu Bute terzo in 1h02’45, mentre il primo italiano è Daniele D’Onofrio delle Fiamme Oro Padova in 1h03’13
Vittoria nelle donne per Vivian Kosgei in 1h09’18. Piazza d’onore per  Giovanna Epis del C.S. Carabinieri Sezione Atletica che conclude le sue fatiche in 1h10’55 dopo eserre tornata una settimana prima dal Kenya Terzo gradino del podio per la 19enne Nausica Barberini Magnani della Francesco Francia in 1h17’48 che, a meno di due mesi dal debutto sulla mezza maratona si migliora di oltre 4’30.
Tanti i reggiani presenti alla mezza maratona scaligera con Giovanni Bruno 82esimo in 1h17’43, Federico Davoli92esimo in 1h18’24, Francesco Denaro 196esimo in 1h22’27, Daniele Albarelli 336esimo in 1h25’58, Bruno Azzari 408esimo in 1h27’49, Massimo Filippini 424esimo in 1h28’06, Franco Menghini 446esimo in 1h28’44, Pier Paolo Parmeggiani 462esimo in 1h28’53, Alessandro Boselli 608esimo in 1h31’24, Luca Fantuzzi 631esimo in 1h31’52, Fabio Caffagni 681esimo in 1h32’50, Alessandro Vezzani 908esimo in 1h35’50, Gianni Cirruto 995esimo in 1h37’05, Maurizio Zidda 1589esimo in 1h43’46, Andrea Menozzi 1667 in 1h44’28, Marco Bonatti 1738esimo in 1h45’03, Paolo Galiotto 1787esimo in 1h45’35, iorio Roberto 1987esimo in 1h47,30, Nicolò Bellelli 1988esimo in 1h47’41, Marcello Bellelli 2113esimo in 1h49’05, Giacomo Cirruto 2613esimo in 1h55’03, Luca Ficarelli 3665esimo in 2h12’58, tutti della podistica Correggio; Manuel Cagliari dell’atletica Guastalla Reggiolo 86esimo in 1h18’46; Michele Mascis 130esimo in 1h20’10, Massimo Fiorini 303esimo in 1h25’09, Marco Morellini 884esimo in 1h35’26, Alessio Cavazzoli 1373esimo in 1h41’37, Luigi De Blasio 1542esimo in 1h43’19, Osman Bonisoli 1900esimo in 1h46’46, sei runners dell’atletica Reggio; Fabio Toni dello Sportinsieme Castellarano, 248esimo in 1h23’55; Marco Gambarelli 540esimo in 1h30’10 e Peter Incerti 758esimo in 133’57, entrambi della polisportiva Scandianese; Andrea Casoni dell’atletica Castelnovo Monti, 3328esimo in 2h05’26.
Fra le donne della provincia di Reggio Emilia , Caterina Filippi è 17esima in 1h27’50, Isabella Riccardi 306esima in 1h51’41, Natascia Messori 916esima in 2h48’00, tre atlete dell’atletica Reggio; Rosa Favali 247esima in 1h49’05 w Mariella Barozzi 670esima in 2h08’19, entrambe dell’atletica Castelnovo Monti; Monica Rondini 363esima in 1h54’11 e Maria Silvia Amani 646esima in 2h07’06, due runners della podistica Correggio; Barbara Manghi della Tricolore Sport Marathon 794esima in 2h17’39.
I classificati nella mezza maratona sono stati 4116.

Nerino Carri

Prime indiscrezioni top runner La 21 e 10 km competitiva di Reggio Emilia

venerdì 23 febbraio 2024

Filtrano le prime indiscrezioni sui top runner che prenderanno parte a "La 21 di Reggio Emilia", mezza maratona competitiva, evento clou della due giorni di sport e festa che Atletica Reggio porterà in Piazza della Vittoria, nel pieno centro storico di Reggio Emilia, sabato 16 e domenica 17 marzo.



Partiamo innanzitutto da una delle novità dell'edizione 2024, ovvero la 10 km competitiva, che va ad affiancarsi a "La 21": al via della 10 km ci saranno due azzurri, Giovanni Gatto e Yassin Bouih, quest'ultimo a tutti gli effetti da annoverare tra i padroni di casa, visti i natali reggiani, i trascorsi in Atletica Reggio e il suo attuale allenatore, Vehid Gutic, vicepresidente Atletica Reggio.

Ricordiamo le scadenze per l'iscrizione alla 10 km competitiva: 20 euro fino al 15 marzo, poi 25 euro il 16 marzo in Piazza della Vittoria, dove verrà allestita la segreteria.



Qualche nome al via de "La 21 di Reggio Emilia": Badr Jaafari, campione in carica, vincitore un anno fa in 1h02'02; Amaniel Freedom, vincitore nel 2022; Antonino Lollo, nel 2021 campione italiano di maratona sulle strade reggiane. Nella gara femminile Alice Franceschini, terza ai recenti campionati italiani di maratona, e la reggiana Barbara Bressi, che "La 21 di Reggio Emilia" l'ha già vinta nel 2022.

Ricordiamo le scadenze per l'iscrizione a "La 21 di Reggio Emilia": 35 euro fino al 15 marzo, poi 40 euro il 16 marzo in Piazza della Vittoria, dove verrà allestita la segreteria.



Il programma della due giorni prevede anche 6 manifestazioni non competitive: Corri con me (2,5 km, adulto e bambino in coppia), Vaneton Sprint (gara di velocità, 50 metri su una striscia di Tartan, dai 5 anni in su), 10 km non competitiva, 4 all (alias camminata di 5 km aperta a tutti), Ulysses dog run (5 km assieme al proprio cane), Unimore Run (non competitiva di 5 km per studenti, docenti o personale amministrativo Unimore).

Info dettagliate e iscrizioni sul sito internet dedicato (https://www.la21.it/).



L'agenda della manifestazioni in ordine temporale.

Sabato 16 marzo dalle 14.30 alle 19.00 e domenica 17 marzo dalle 9 alle 12: Vaneton Sprint.

Sabato 16 marzo ore 16.00: Corri con me.

Domenica 17 marzo ore 9.30: La 21, 10 km competitiva, 10 km non competitiva.

Domenica 17 marzo ore 11.00: 4 all, Ulysses dog run, Unimore Run.

2 allegati
• Scansione eseguita da Gmail

Alex Bartoli

I reggiani alla Corri a Zibello nel parmense

venerdì 23 febbraio 2024

Domenica 18 febbraio in provincia di Parma a Zibello si è disputata la Corri a Zibello. Tra gli argini della bassa padana più di 300 podisti si sono dati battaglia sulla distanza della gara competitiva di km 9,7. Gli organizzatori del gruppo podistico Quadrifoglio hanno proposto anche una camminata non competitiva di km 5 e km 10.
Il tracciato era il solito degli ultimi anni, 3 giri previsti per completare i km 10 scarsi del percorso, passando sugli argini del Po e per la bella piazza del centro abitato in cui era previsto anche l'arrivo.
La gara maschile è stata vinta dal romeno di origini Cristian Ciobanu del CUS Parma in 30' 58 seguito da Mattia Zontini del k3 Cremona in 31’57 e da un altro lombardo, Andrea Ronchi dell’atletica Arvedi in 32’06.
Nelle donne primeggia Chiara Cavalli del K3 SSD ARL in 36’05 che batte Maria Pezzarossa del Circolo Minerva di Parma, seconda in 37’06 e la lombarda Marina Lazzarini dell’atletica Montichiari, terza in 37’49.
Fra i reggiani 17esimo è Simone Cecere di Sant’Ilario d’Enza in 34’38, quarto negli MM 40, ma ottime prestazioni per il novellarese originario di Gavassa, Gianni Davoli, tesserato per la squadra parmense atletica Manara, 52esimo in 37’56, primo negli MM 55 e Ettore Marmiroli, residente a Reggio Emilia, della Tricolore Sport Marathon, 125esimo e primo negli MO 75.
Sempre elevato il numero dei classificati nelle gare parmensi con 308 atleti sul traguardo.

Nerino Carri

Successo di iscritti alla Caretera ed Rubera ma la metà delle edizioni prima della pandemia

venerdì 23 febbraio 2024

Domenica 18 febbraio, una settimana prima del 2023 si è disputata la Caretera ed Rubiera. Nel 2023 si era tornata a disputare dopo tre anni di sospensione per la pandemia la Caretera ed Rubera a Rubiera, il comune al confine fra la provincia di Reggio Emilia e Modena.
La Caretera ed Rubera giunta alla 42esima edizione, una delle classiche del podismo emiliano è stata organizzata dalla podistica Rubierese in collaborazione con il Comune, la Croce Rossa e Ciclistica Rubierese.
I percorsi proposti dagli organizzatori rubieresi erano ben quattro: km 4, km 8, km 11,5, negli anni precedenti vi era anche una km 16, tutti non competitivi. Quest’anno gli organizzatori rubieresi hanno proposto un akm 10 competitiva che ha avuto ben 290 classificati.
Tutti i tracciati partivano e arrivavano nel centro storico di Rubiera, si snodavano in strade in maggior parte chiuse al traffico e il percorso più lungo passava nel parco di Villa Spalletti, gli altri da San Donnino di Liguria, Corticella.
Quest’anno gli oltre 2700 partecipanti hanno corso e camminato con una bella giornata di sole e fuori Rubiera ad inizio mattinata vi era nebbia ma nel 2023 vi era stata una delle peggiori giornate che gli organizzatori rubieresi si potevano immaginare con pioggia battente e raffiche di vento.
Nella corsa competitiva successso di Alessandro Pasquinucci del La Fratellanza 1874 Modena in 31’55, davanti al formiginese Salvatore Franzese dell’atletica Reggio, secondo in 32’09, a Samir Xhemalaj che lavora a Scandiano dei Modena Runnrs Club, terzo in 32’21, al parmense Fabio Ciati, compagno di squadra del secondo clasificato, quarto in 32’24 e all’albinetano di residenza ma bagnolese di origini Lorenzo Villa del gruppo modenese MDS Panaria Group, quinto in 32’29.
Nelle femmine vittoria della rubierese Francesca Cocchi della Calcestruzzi Corradini Rubiera in 36’57 che si è lasciata alle spalle due atlete della provincia di Bologna, Demetra Tarozzi della Pontevecchio Bologna all’arrivo in 37’18 e Lavinia Pugliese della podistica Pontelungo Bologna, al traguardo in 37’39, la reggiana Caterina Filippi del gruppo podistico AVIS Novellara, 38’13 il suo crono, Stefania Pulici della Brontolo Bike, 38’17 il suo tempo.
Gli iscritti alla camminata rubierese sono stati in totale 2792 di cui 294 nella gara competitiva, nel 2023 erano stati 1797, ma i presenti alla partenza per il tempo inclemente erano circa 500. I circa 2800 iscritti di quest'anno sono numeri ben lontani da quelli delle edizioni 2019 e 2020 in cui le iscrizioni erano state circa 5500.
Nella classifica di società prima la podistica Cittanova con 155 iscritti seguita dal Centro Motoria Rubiera con 108, il gruppo podistico La Guglia Sassuolo con 78, il Black Jack (palestra Tarcisio) con 68, Runners & Friends di Modena con 63.

Nerino Carri

RUN4HOPE 2024 A BENEFICIO DI AIL - Quarta Edizione 13-21 aprile 2024

giovedì 22 febbraio 2024

Run4Hope Massigen rappresenta il primo grande Giro d'Italia podistico solidale, articolato su staffette regionali sincrone, a esclusivo scopo benefico .
Nelle edizioni 2021 e 2023 si è corso al fianco della Fondazione AIRC per la ricerca contro i tumori infantili e i tumori femminili . Nel 2022 ci si è focalizzati sui AIL , (Ass. It. Lotta a Leucemia, Linfomi e Mieloma ) per sostenere le sezioni che hanno ospitato i pazienti provenienti dall’Ucraina .
Hanno aderito annualmente 400 associazioni podistiche, vari reparti dell’Esercito Italiano, decine di singoli runners per le virtual per un totale di circa 20.000 runners coinvolti in Italia.
Nel 2024 (13-21 aprile), per la quarta edizione, si torna a sostenere la Ricerca contro leucemie, linfomi e mieloma promossa da AIL .
Run4Hope Onlus sostiene la propria organizzazione mediante sponsor e sostenitori propri al fine di far giungere le donazioni direttamente all’ente beneficiario. Pertanto anche nel 2024 tutte le donazioni dei podisti italiani saranno integralmente corrisposte ad AIL .
L’iniziativa gode del Patrocinio - oltre che del CONI , della FITRI, della FIDAL e di vari Eps - anche di quelli dell’Esercito Italiano , dell’Aeronautica Militare , della Marina Militare , dell’Arma dei Carabinieri, del G.S. Fiamme Gialle - Guardia di Finanza delle Fiamme Oro - Polizia di Stato e Fiamme Azzurre - Polizia Penitenziaria.
LE MODALITA’ DI ADESIONE E PARTECIPAZIONE PER SOCIETA’
Partecipazione alle staffette regionali
Sulla sezione “Corri con Noi ” del sito Run4hope viene pubblicata l’anteprima dei vari percorsi di massima delle staffette Regione per Regione. Le associazioni sportive si impegnano a far transitare il testimone per indicativi 10/20 km, nel proprio territorio di riferimento, in forma sincronizzata con il gruppo precedente e quello successivo in base al programma della staffetta: https://www.run4hope.it/corri-con-noi . Con l’adesione vengono inviati di base 2 t-shirt e 10 pettorali.
Parallelamente le società si impegnano alla donazione che potrà essere gestita tramite le modalità spiegate in seguito (paragrafo Gestione donazioni per le società).
Partecipazione alle virtual di gruppo
Tramite le virtual di gruppo , l'associazione sportiva o il gruppo spontaneo di praticanti, potrà partecipare mediante un’uscita di allenamento (autogestita) in un giorno a scelta del mese di aprile. L’adesione viene gestita con modalità analoghe previste per le associazioni (si rimanda alla sezione “Corri con noi”) - info/adesioni scrivendo a coordinamento@run4hope.it
Gestione donazioni per le società
Viene richiesta alle Società una donazione (coinvolgendo associati) al fine di effettuare la donazione che sarà interamente devoluta ad AIL. Si potrà agire tramite:
a) Bonifico bancario Beneficiario: Run4Hope Italia Onlus
Iban: IT 80 R 02008 11802 000105745329 - Causale: Nome Gruppo + Run4Hope 2024.
b) il portale della “ Rete Del Dono ”, accedendo alla pagina Run4hope 2024: RUN4HOPE ITALIA
2024 | Rete del Dono .
Si potrà aprire una pagina del gruppo - per stimolare amici e conoscenti a unirsi alla raccolta.
Le associazioni possono anche contribuire con almeno un paio di podisti al transito della staffetta nella propria regione e organizzare (su altro giorno e altra località) una virtual di gruppo per favorire la raccolta fondi tra i propri associati.
RUN4HOPE Italia onlus
Via E. Jacchia, 18 – 36100 VICENZA E-mail info@run4hope.it
Tel. 389 34 46 546 PEC: run4hope@legalmail.it
CF. 95138720248 Website www.run4hope.it
LE VIRTUAL INDIVIDUALI
Sarà possibile correre la RUN4HOPE 2024 pro AIL anche in modalità virtual individuale , grazie alla collaborazione con Evodata , scaricando un’app e registrando la propria corsa durante tutto il mese di maggio scegliendo tra le distanze di 5km, 10km e 20km.
La donazione minima di 30€ include la spedizione della maglietta ufficiale della manifestazione. Si potrà, inoltre, creare una propria pagina personale sul portale Rete Del Dono per sollecitare la raccolta fondi per AIRC anche tra i propri amici e conoscenti.
Link iscrizioni: run4hope.it - ASSOCIAZIONE RUN4HOPE ITALIA ONLUS - Corri con noi La persona iscritta potrà anche partecipare alla staffetta della propria regione compatibilmente con il programma previsto (info: sezione “Corri con Noi” sito).
GLI EVENTI AMICI
Gli organizzatori delle manifestazioni di Running/Trail/Triathlon/Atletica che si svolgono nei fine settimana della Run4Hope ( 13/14 aprile e 20/21 aprile ) - o volendo nelle settimane prossime a tali date - possono aderire alla proposta Evento Amico Run4Hope pro AIL 2024 promuovendo la divulgazione della Run4Hope e volendo una raccolta fondi nel contesto della propria manifestazione , che sarà destinata integralmente al monte donazioni 2024 che verrà conferito ad AIL - Associazione Italiana contro Leucemie - Linfomi e Mieloma .
Le modalità
Gli organizzatori, tramite i contatti con la segreteria Run4Hope, avranno a disposizione anzitutto il logo “evento amico” che potranno utilizzare in tutti i loro canali di comunicazione “on-line” e cartacei. Disponibili sul sito www.run4hope.it (area stampa) informazioni generali, notizie, foto e video della Run4Hope per essere declinati e utilizzati nelle attività di comunicazione dell’evento e/o dei promotori. Verrà loro fornito un Kit composto da un roll-up, striscioni e un testimone che potrà essere fatto portare durante la manifestazione da uno o più partecipanti.
Donazioni
Gli organizzatori, che avranno piacere di favorire la raccolta fondi per AIRC potranno scegliere la modalità per loro più congeniale per invitare i partecipanti a contribuire anche mediante piccole donazioni sia in fase di iscrizione sia nel contesto del giorno della manifestazione. Potranno essi stessi decidere di destinare una parte del ricavato. Esiste inoltre la possibilità di creare una pagina sul portale Rete del Dono nello spazio dedicato alla Run4Hope 2024:
RUN4HOPE ITALIA 2024 | Rete del Dono

RUN4HOPE

BEDIN PORTA AL BRONZO L’ITALIA A MUSCAT

martedì 20 febbraio 2024


Un'altra ottima prova per l'enfant prodige Nicolo' Bedini: a Muscat (Oman), e' stata fondamentale la dodicesima posizione del talento biancoverde che ha contribuito al terzo posto a squadre della formazione azzurra ai Campionati Mondiali Universitari di corsa campestre. Bedini prosegue una stagione invernale di altissimo livello, dopo il titolo italiano indoor sui 3000 metri di Ancona della passata settimana e verso la Coppa dei Campioni di corsa campestre in programma la prossima settimana in Portogallo. Proseguendo con l'impegni settimanali della societa' del presidente Graziano Poli, a Carrara, alla "White Marble Marathon", buone prove per Adriano Mattei, Daniele Bazzicchi, Luigi Tutti e Gianluca Bertuccelli sulla distanza di 30 km, vittoria di categoria per Ioana Lucaci (4 assoluta) e buone prova per Francesco Zambolini, Ludmillo Dal Lago e Irene Monterotti sulla prova della mezza maratona, vittoria di categoria per Michelangelo Fanani (SM55), Luciano Bianchi (SM65) e Fabrizio Santi (SM70), secondo posto assoluto per Denise Cavallini, secondo posto di categoria per Carlo Pogliani (SM35), Alberto Giannoni (SM40), Enrico Manfredini (SM45), Enrico Piastra (SM50), Alice Coltelli (SF35) e Maricica Lucaci (SF60), terzo posto di categoria per Andrea Nannizzi (SM35), Marco Sagramoni (SM40) e Giampaolo Filauro (SM55) e buone prove per Nicola Cappelli, Francesco Cassettari, Massimo Daddoveri, Dario Genovesi e Federica Pardini sulla distanza di 10 km; a Scandicci (Firenze), alla "Mezza Maratona di Scandicci", vittoria per Roxana Maria Girleanu e buone prove per Francesco Fabbri, Roberto Tognari, Rocco Cupolo e Massimo Cristofani; ad Oristano, alla "Mezza Maratona del Giudicato", terzo posto di categoria per Zivago Anchesi e buona prova per Leonardo Anchesi; a Biella, alla "Karnial Run", terzo posto di categoria per Paola Lazzini; ad Ancona, ai Campionati Italiani FIDAL su pista indoor, ottimo quinto posto assoluto per Francesco Guerra (maglia CS Carabinieri) con il tempo di 8'06''; a Siena, alla Ecopetroio, vittoria di categoria per Roberto Ria (5 assoluto); a Terni, alla "Maratona di Terni", buona prova per Mirco Toma con il tempo di 2h58'05'' sulla distanza di 42 km mentre vittoria di categoria per Barbara Casaioli (4 assoluta) sulla prova della mezza maratona; a Siviglia (Spagna), alla "Siviglia Marathon", ottima prova per Francesco Nardone (2h22'28') e buone prove per Lorenzo Pellegrini e Alice Parducci; a Borgaretto (Torino), ai Campionati Italiani di corsa campestre Master, buone prove per Paola Lazzini a Mauro Vierin.

Andrea Cavallini - Alpi Apuane

Tutto pronto per l’edizione numero 36 de ‘La Ragazza e il Ragazzo più veloci di Modena’

martedì 20 febbraio 2024

A poche settimane dalla Corrida di San Geminiano torna un altro appuntamento caratteristico organizzato dalla Fratellanza ed in particolare dal suo vice presidente Gianni Ferraguti. Gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori cittadine, infatti, si sfideranno nell’impianto Indoor di via Piazza per stabilire ‘La Ragazza e il Ragazzo più veloci di Modena’ per il 2024. La manifestazione porterà a gareggiare sui 60 metri piani oltre 600-650 studenti del secondo e terzo anno per quanto riguarda le medie inferiori, mentre per quanto riguarda le superiori saranno impegnati quelli del primo biennio.
Sono tanti negli anni i talenti scoperti grazie a questo particolare evento, tra le altre ricordiamo Raphaela Lukudo, mentre non possono mancare atleti e atlete di casa Fratellanza o delle altre società del territorio che abitualmente si sfidano nei weekend di gara, ma anche i protagonisti di altri sport come calcio o basket, che possono vantare buone doti velocistiche. Una kermesse organizzata con il patrocinio del Comune di Modena ed in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e del Merito, l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna e l’Ufficio VIII-Ambito Territoriale di Modena. 
A presentare ‘La Ragazza e il Ragazzo più veloci di Modena’ è stato proprio Gianni Ferraguti: “Dopo un periodo di stop per il Covid e di ripresa non al completo, dallo scorso anno abbiamo la possibilità di vedere impegnati tutti gli istituti del comune. Siamo a corsie piene per queste due belle giornate di attività e siamo stati sorpresi positivamente dell’adesione totale di tutte le scuole superiori, mentre per quanto riguarda le medie ne mancano giusto un paio, ma alla fine i numeri sono veramente importanti.
Ferraguti sottolinea poi le possibilità che questo appuntamento offre a tutti: “Le ragazze che già fanno attività sanno come funziona in questa semplicissima gara poi è chiaro che per società come la nostra è bello dare l’opportunità anche a ragazzi che non fanno attività sportiva o praticano discipline diverse di vedere che c’è anche questo modo di impegnare il tempo e migliorare le proprie qualità. I momenti più belli sono quelli dietro ai blocchi di partenza, quando i ragazzi vengono chiamati per andare ai propri posti e posizionarsi sui blocchi. Lì ti rendi conto se qualcuno li ha mai usati o è la prima volta che li utilizza e tante volte è capitato di vedere giovani con delle qualità e che probabilmente con una partenza migliorata possono togliere tanti decimi al loro tempo finale”.
Il programma
Pressoché identico nel suo svolgimento il programma della due giorni di gare. Si parte domani con gli studenti delle scuole medie inferiori alle ore 10, con le varie batterie che si susseguiranno in continuità fino alle 11:45, orario delle finali riservate agli autori dei dodici migliori tempi per ogni annata e sesso. A seguire, alle 12, le premiazioni. Stesso copione poi nella mattinata di giovedì dove, però, a sfidarsi saranno gli studenti delle scuole medie superiori.

Andrea Lolli

Successo di Isabella Morlini allo Sky Snow Schia Monte Caio nella km 6,2 e altri reggiani presenti

martedì 20 febbraio 2024

Sabato 17 febbraio sule montagne parmensi si è disputata la tappa conclusiva del Circuito nazionale CRAZY SkySnow Italy Cup 2024, che era anche l’ultima occasione per i tanti azzurri presenti al via per staccare un biglietto per Tarvisio, in vista delle imminenti convocazioni ufficiali per i Mondiali di SkySnow.
Nello Sky Snow Schia Monte Caio vi erano due percorsi: km 10,8 con 800 metri di D+ e km 6,2 con 390 metri di D+.
A Tizzano Val Parma nel pomeriggio di sabato, la sfida per la conquista della Coppa Italia di specialità ha richiamato sui tracciati di Schia-Monte Caio tanti fra i migliori atleti del panorama italiano.
La gara parmense, giunta alla sua 4° edizione, nella km 10,8 è stata vinta dagli skyrunner azzurri Gianluca Ghiano dell’associazione sportiva Santiano Dante in 56’10 e da Corinna Ghirardi dello Skyrunning Adventure in 1h02’08 (terza vittoria consecutiva nel circuito di Coppa Italia SkySnow,). Sul podio maschile anche Fabio Martinat (Piossasco Trail Runners in 56’16 e Matteo Lora (Skyrunning Adventure in 57’05 e in quello femminile la forte discesista Giulia Pol del gruppo sportivo Orecchiella Garfagnana in 1h04’12, di Benedetta Broggi dello Sport Project VCO ASD, la vicecampionessa Italiana di Cornice in 1h05’57. Nella gara donne la reggiana residente nel comune di Vezzano sul Crostolo Sabrina Polito, tesserata per l’atletica Reggio conquista un ottimo quinto posto in 1h20’49.
Nella km 6,2 era presente la 52enne reggiana Isabella Morlini, portacolori dell’atletica Reggio che ha vinto con il tempo di 35’24, davanti a Beatrice Merli dell’atletica CRAL Barilla, seconda in 40’21 e Dallendyshe Lusha dei PiùKuota, terza in 41’33. Nei maschi vince il parmigiano Stefano Visconti dei Vengo Lì in 30’11, seguito da Andrea Bonici del ASD 3T in 30’53 e Francesco Amade Sarzi dell’atletica Viadana in 31’30. Nella classifica generale troviamo un altro reggiano, Renato Costi dell’atletica Reggio, 29esimo in 42’35.
Al via dello Sky Snow Schia Monte Caio quasi cento atleti con 26 classificati nella km 10,8 e 68 nella km 6,2.


Nerino Carri

 
Il sito degli amici podisti modenesi e reggiani - www.modenacorre.it - www.reggiocorre.it -gestione