Cronache e Notizie

Formigine (MO) “4^ For Run 5.30”

venerdì 24 maggio 2019

Siamo arrivati alla 4^ edizione di questa For Run 5.30 organizzata dalla Podistica Formiginese, in questo bel venerdì di Maggio chiaramente la sveglia è suonata presto, qualcuno mi chiede il perché ci si alzi così presto per partecipare ad una Camminata di km 5.5, la risposta è abbastanza semplice: si provano sensazioni non facili da descrivere, senti che il fisico nonostante l’orario insolito risponde molto bene poi ci metti il fascino dell’alba che nasce, il flusso di tante persone che si trovano tutte assieme a condividere questa esperienza il gioco è fatto!!! Una nota di cronaca: la maggior parte delle persone presenti non hanno nulla a che vedere con il podismo normale è questo uno degli aspetti fondamentali di questo genere di eventi!!! Arriviamo a Formigine (Fourmezen in dialetto modenese) che è ancora buio, una nostra cara amica ha già provveduto all’iscrizione ed al ritiro della maglia per questa edizione colorata di arancione (Grazie Simona) le facce in Piazza Calcagnini sono logicamente assonnate e un po’ stordite, ho visto alcuni fanciulli che letteralmente dormivano in piedi!!! Alle nostre spalle il bellissimo Castello di Formigine di epoca medievale costruito per difendere i confini dalla vicina Reggio Emilia, conobbe il massimo suo splendore durante la dinastia dei Pio da Carpi, solo nella seconda metà del Settecento divenne un feudo dei Marchesi Calcagnini da Fusignano. Certamente il Castello è il principale monumento di Formigine, nel corso del tempo ha subito notevoli modifiche l’ultima nel 2007, si consideri che è stato devastato dai pesanti bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale, dopo che è diventato proprietà dell’Amministrazione Comunale sono iniziati i lavori di restauro che lo hanno portato nelle condizioni in cui lo vediamo oggi. Vorrei segnalare la Rocchetta che è la parte difensiva del Castello costituita dalla Torre Sud-Est del mastio (detta Torre dell’Orologio) ospitava il corpo di guardia e i meccanismi per i ponti levatoi. Fino al 2002 è stato Residenza Comunale ora ospita alcuni musei. Poco prima della Partenza riesco a scambiare alcune parole con il “Pedro” e consorte il presidente dell’Atletica Cibeno l’argomento era la Staffetta in Ricordo del Sisma del Maggio 2012 che si è svolta sabato scorso. Allo scoccare delle 5. 30 ci viene dato il Via Ufficiale da in fondo a Piazza Calcagnini, si procede lentamente siamo veramente in tanti un lungo cordone colorato d’arancione si snoda all’interno del paese ancora addormentato, entriamo a Villa Gandini (ex Villa Aggazzotti) una villa neoclassica che risale al XIII secolo, la sua costruzione la si deve ai Conti Gandini su progetto di Francesco Vandelli lo stesso del teatro Comunale di Modena. Durante gli anni Sessanta del Novecento la Famiglia Aggazzotti apportò importanti modifiche sia al corpo della villa che al parco. Poi è diventata la sede della Biblioteca Comunale, all’interno sono presenti alcuni importanti affreschi e tele. Il Parco è estremamente curato è dedicato alla Resistenza Italiana è stato realizzato dal Conte Luigi Alberto Gandini copre una superficie di 100.000 ettari quadrati conta ben tre laghetti di cui uno ospita alcuni maestosi esemplari di Gingko Biloba originario della Cina. Usciamo dalla Villa, ci troviamo immersi in un altro grande parco cittadino di epoca moderna percorreremo un largo giro intorno al Centro Storico, si notano alcune bellissime ville costruite in faccia a vista. Vorrei far notare che ogni incrocio, svolta o altro è perfettamente sorvegliato dai volontari impossibile sbagliare percorso il tutto in perfetta sicurezza Ottimo Bravissimi!!! Ormai siamo quasi al termine ultima curva a destra ci aspetta il corto rettilineo leggermente in salita che ci porta oltre l’arco gonfiabile. La nostra prova è finita, ci aspetta il ristoro finale e come premio di partecipazione un bicchiere di ciliegie. Gran bella mattina, Grazie Formigine!!!

Renzo Barbieri

Meeting Goldoni-Benetti, un’altra edizione prestigiosa in archivio

venerdì 24 maggio 2019

Grande spettacolo e partecipazione come ogni anno al Meeting Goldoni-Benetti, uno degli appuntamenti ormai fissi organizzati dalla Fratellanza. Anche in questa edizione 2019 la manifestazione che ricorda due figure storiche come quelle di Roberto Goldoni e Franco Benetti ha fatto registrare delle starting list interessanti, con atleti di primo piano anche a livello italiano oltre ai protagonisti gialloblù.
Testa a testa importanti sui 100 metri
Sui 100 metri piani è andata in scena la sfida fra Eleonora Iori e Ayomide Folorunso che tornava a cimentarsi sullo sprint puro lei che è una delle migliori interpreti italiane e non solo assieme a Raphaela Lukudo dei 400. Sia in batteria che nella finale la portacolori delle Fiamme Oro Padova ha preceduto allo sprint l’atleta di casa di pochissimi centesimi, con un crono finale di 11.84 contro l’11.88 della Iori. In campo maschile grande protagonista Freider Fornasari, terzo in batteria e secondo in finale ad un solo centesimo dal vincitore Abe del Cus Parma. Una bellissima volata quella a cui ha potuto assistere il pubblico presente, con il vincitore che chiude in 10.70.
Tanti personali per i gialloblù nei 400
Notizie ancora migliore, se possibile, dai quattrocentisti con Luca Calvano che vince ritoccando ancora una volta ed in maniera sensibile il personale grazie ad un giro di pista concluso in 48.08. Bene anche Lorenzo Lamazzi, al proprio personale con 49.50 per il settimo posto finale. Tra le donne a migliorarsi sensibilmente è Elena Pradelli, seconda in 55.06, mentre Anna Cavalieri chiude alle sue spalle avvicinando il personale fatto registrare un paio di settimane fa. Prova sui 1500 metri, invece, per i mezzofondisti dove gli atleti gialloblù hanno fatto registrare buone prove al maschile, mentre in campo femminile Martina Cornia è stata sconfitta in volata dalla più esperta Alice Franceschini dell’Atletica Spezia. Ottimo comunque il tempo di 4:38.62 che le ha permesso di precedere le compagne Tognin, Pulpito, Bazzani e Serafini, autrice quest’ultima del proprio personale.
Salti e lanci, quattro vittorie per la Fratellanza
Nei salti ancora doppietta gialloblù nell’asta con Rubbiani davanti a Lama grazie al salto a 4.70. La prova valida a 2.02 metri, invece, vale il successo a Marco Vendrame nell’alto, mentre tra le donne Nicole Romani raggiunge ancora l’1.69 e chiude seconda davanti ad Anna Bondi con 1.63. Chiudiamo coi lanci e con una gara di spessore tecnico nel giavellotto vinta da Roberto Bertolini delle Fiamme Oro Padova, uno dei migliori interpreti italiani della specialità. Doppietta di successi nel martello femminile con Lucilla Celeghini che si aggiudica la gara senior e Camilla Montemarano la gara Allieve.
Mezzofondisti domani a Busseto
Un folto gruppo dei migliori mezzofondisti di casa Fratellanza scenderà in pista nuovamente domani a Busseto per il 1° Trofeo Giovannino Guareschi, un meeting organizzato a livello regionale. Sugli 800 metri saranno impegnati Francesco Grassi, Alessandro Lombardi e Davide Camilli. Nei 3000 metri, invece, vedremo Edoardo Bruzzi, Emanuele Cozza e Andrea Trenti in campo maschile, mentre in campo femminile saranno in gara Maria Chiara Cascavilla, Martina Cornia, Bernadette Pulpito, Chiara Tognin e Alice Sgarbi.

Andrea Lolli - Laura Bertoni

Anche Marzaglia cede...

mercoledì 22 maggio 2019

Gli organizzatori della 9a CorriMaraglia ci comunicano che il percorso di gara, causa allagamenti, non è praticabile e quindi NON si disputerà la gara. Valuteranno lo spostamento in periodo più "asciutto".

Mac

Cammina e sorridi a s.Vito

mercoledì 22 maggio 2019

Apprezzo molto l'idea di iniziative rivolte ai camminatori, ed ho voluto provare di persona quella che per un paio di mesi si svolge a S.Vito, la "patria" del nostro Levvo. Non amo molto i "partess premma", anche se molto dipende dall'educazione di chi lo fa, ma queste iniziative mi sembrano in grado di dare una risposta adeguata al desiderio di chi cammina di poterlo fare in compagnia (e non in gruppetti sparuti) ed in modo continuativo, l'unico che veramente serve per la salute. Così, insieme ad una coppia di compagni di sventura, sono andato martedì scorso, ed ieri sera, al "bar Elly", ritrovo dei San Vito "walkers" e mi sono inserito nel simpatico e nutrito gruppo di camminatori. A parte il meteo, che da settimane sta facendo di tutto per dare problemi a chi ama lo sport all'aria aperta, ho trovato tutto molto ben organizzato e piacevole. Tanta gente, al punto di dubitare di essere a s.Vito. Ben 4 gruppetti di camminatori, accompagnati da un "tutor", suddivisi in base alla velocità, un percorso sui 6/7 km. ed all'arrivo tè e biscotti offerti dal S.Vito. Si ritrova la voglia di socializzare tipica del podismo, ci si muove in sicurezza ed, alla fine, si sta bene. Che è quello che cerchiamo..

Mac

Il Campo Comunale si anima anche in infrasettimanale con il Meeting Goldoni-Benetti

mercoledì 22 maggio 2019

Settimana piena d’impegni per gli atleti di casa Fratellanza. Dopo il weekend che ha visto in gara ai Campionati Universitari tanti portacolori gialloblù e al Campo Comunale di Modena gli atleti Master, ecco un nuovo appuntamento con l’ormai storico e consolidato Memorial Goldoni-Benetti.
Domani il Meeting Goldoni-Benetti
Domani sera al Campo Comunale andrà in scena uno dei più prestigiosi meeting infrasettimanali che caratterizzano la primavera dell’atletica modenese. In gara ci saranno anche atleti d’élite provenienti da fuori regione alla ricerca di competizioni di un certo livello tecnico per poter affinare la preparazione in vista degli appuntamenti più importanti. Al Meeting Goldoni-Benetti nella velocità ci sarà Freider Fornasari, che sui 100 metri sarà alle prese con Galbieri dell’Aereonautica Militare e Tanzilli della Riccardi di Milano. Nella gara femminile dal Friuli scenderanno Paiero e Bellinazzi per mettersi a confronto con la sprinter gialloblù Eleonora Iori, insieme a Leonice Germini e a Irene Pini. Nei 400 metri Luca Calvano guida la starting-list, al femminile invece il prestigioso miglioramento di Elena Pradelli ha richiamato a Modena Anna Polinari della Bentegodi, che vanta un personal best di circa mezzo scendo migliore della nostra 400ista che quindi avrà uno stimolo in più per migliorarsi ancora. Nei 1500 non poteva mancare la giovane Martina Cornia in testa alla starting list.
Nei concorsi si ripeterà la battaglia gialloblù delle scorse gare nella pedana del salto con l’asta dove Francesco Lama se la vedrà con Matteo Rubbiani, mentre nel salto in alto Nicole Romani si troverà a confronto con la Pavan della società Aristide Coin Venezia. Nel salto in lungo Costanza Gavioli è preceduta dalla Zangobbo di Padova e dalla Filippetto di Treviso. Nei lanci entrerà in gabbia Lucilla Celeghini che proverà a scagliare il martello da 4 chili più lontano delle avversarie venute da Brescia, Padova e da Rovereto.
Le gare del meeting inizieranno alle 18,00 mentre alle 17,30 ci saranno i recuperi di alcune gare che non erano state disputate in occasione dei CdS Allievi dello scorso weekend a causa mal tempo.
Campionati Universitari, vittoria per Cascavilla sui 5000
Ai Campionati Universitari svetta la performance di Maria Chiara Cascavilla. La mezzofondista di casa Fratellanza, reduce poche ore prima dal bronzo conquistato a Monselice ai campionati italiani di 10000 su pista, dopo un lungo viaggio ha vinto la medaglia d’oro nella prova sui 5000 metri per il suo Cus Foggia con un ottimo 17:06.20. Anche Elena Pradelli conferma il suo ottimo momento di forma conquistando sui 400 metri una prestigiosa medaglia d’argento grazie al crono di 55.60, vicino al suo primato nettamente migliorato in apertura di stagione estiva. Medaglia, un bronzo, anche per Cesare Cozza sui cinque chilometri di marcia e argento per Lucia Quaglieri, prima staffettista della 4x400 dell’ateneo di Parma. La polivalente atleta gialloblù ha poi disputato anche le gare individuali dei 400 ostacoli, chiudendo quinta, e di lancio del peso, dove si è piazzata ai piedi del podio.
Vittoria nella propria batteria, ma quarto posto finale per Laura Fattori sui 100 metri con il tempo di 12.22, due decimi di secondo superiore al 12.01 realizzato in fase di qualificazione. Sfortunato anche Freider Fornasari che per un centesimo è escluso dalla finale maschile. 10.85 è l’ultimo tempo buono realizzato proprio dal suo compagno di batteria Alessandro Iurig che lo ha beffato in volata. Sedicesimo in 11.01, invece, Matteo Ansaloni in gara per l’occasione tra le fila del Cus Parma. Nei salti Costanza Gavioli si mette in luce nel triplo con un quinto posto grazie al balzo a 12.26 metri di distanza.
Regionali Master, la Fratellanza solleva il Trofeo al femminile
Al Campo Scuola di Modena il weekend ha visto protagonisti gli atleti Master, con il campionato regionale individuale che da qualche anno mette in palio anche il Trofeo Regionale a squadre. Proprio in quest’ultima graduatoria a festeggiare in casa Fratellanza è stata la squadra femminile, che si è imposta grazie alla somma dei punteggi delle proprie atlete davanti ad Acquadela Bologna e Endas Cesena. Secondi, invece, i maschi alle spalle proprio della compagine bolognese e davanti all’Atletica Santamonica Misano. Tra le prestazioni individuali da segnalare quella sui 400 ostacoli di Sante Galassi, che con il tempo di 59.17 ha firmato il nuovo primato nazionale nella categoria SM50 superando quel 59.38 che resisteva dal 2013.

Andrea Lolli - Laura Bertoni

Fornacione Night Trail a Iano di Scandiano

mercoledì 22 maggio 2019

Sabato 18 maggio, alla sera in terra scandianese per il Fornacione Night Trail, le condizioni del tempo erano pessime, con pioggia per tutta la durata della gara ed in certi momenti diluviava.
Il trail si è disputato a Iano di Scandiano ed è stato organizzato dall’Atletica Scandiano e dal Circolo Al Ponte di Iano. Il Fornacione Night Trail è una gara di trail running a coppie in notturna che si sviluppa sulle colline di Scandiano, su una distanza di km 22 e metri 1000 di dislivello positivo, ma quest’anno i chilometri previsti erano di circa 19,5, perchè gli organizzatori hanno dovuto variare il percorso per lo straripamento del torrennte Tresinaro in alcuni punti del tracciato. In questa edizione gli organizzatori hanno aggiunto una gara da disputare singolarmente sui km 13. L’evento podistico scandianese prende il nome da antiche fornaci visibili e presenti lungo il percorso e si snoda tra sentieri, mulattiere, boschi e single track delle colline scandianesi con il punto più alto del percorso a metri 430.
La gara di short trail ha visto al via 40 atleti ed hanno tutti potuto percorrere il percoso integrale di km 12,5, per la gara a coppie il tracciato al via sarebbe dovuto essre di km 19,5 ma durante i sopralluoghi nella giornata di sabato era stato portato a km 17,5 a causa di tratti di percorso non praticabili. Nella serata dopo l'arrivo di alcune squadre è stato ulteriormente ridotto a km 15.
Le squadre, maschili, femminili o miste, erano formate da due atleti che dovevano correre assieme e non allontanarsi mai oltre la distanza visiva, pena la squalifica.
Nell’edizione 2019 del Fornacione Night Trail ai vertici del podio due squadre dell'Amorotto di Carpineti, quelle formate da Loris Zanni di Gazzolo di Ramiseto e Riccardo Gabrini, primi in 1h31'33 e dai I due Pelati, Fabio Pinelli di Castelnuovo Monti e Patrick Gaspari di Talada, secondi in 1h31'44. Terzo posto in 1h32'58 per i parmigiani della 3T Valtaro, con il nome di Atletico ma stanco, Marco Toschi e Alessio Gatti; quarto in 1h39'49 per gli Sherpa, con il mantovano Lorenzo Gardini del'atletica Viadana e il reggiano d'adozione ma romano di origini, Francesco Sciacca Melli della palestra Eden Sport di Villa Cella e quinto in 1h46'29 per i parmensi  dei Filo e Richy con Riccardo Pagliari del Boos Parma e Filippo Calsolari del Cittadella 1592 Parma.
Nelle squadre miste vittoria per il quarto anno consecutivo per gli altoatesini dei Sarntal Raffeisen in 1h46'07, con Markus Planoetcher e Annalise Felderer, che hanno preceduto la Io e Lei composta da Federico Cantoni dei Kinomana e la reggiana Sabrina Polito dell'Atletica Reggio, al traguardo in 1h58'23, i Viaggiatori in Corsa con Patrick Rizzi del Team Mud & Snow e la reggiana Rossella Munari della polisportiva Sampolese, all'arrivo in 1h59'29 . I Teaca con Grigore e Galina Teaca dell'atleticaViadana si classificano quarti in 1h59'32 e i Falino e Ninfa con Matteo Anghinetti e Silvia Motta della Cittadella 1592 Parma, quinti in 2h11'33.
Nelle coppie femminili tutte hanno fatto il percorso accorciato a km 15, primo posto in 1h46'41 per Le Montanare, squadra formata da Marianna Ranieri del Team Mud & Snow e Sonia Ugolini della polisportiva Pavullese , seconde la squadra di casa, con le scandianesi Leprotte formata da Federica Zini e Laura Ceccati in 1h:54':41, terze in 2h04'47 la squadra dei Mud & Snow girl con Manuela Dallavalle e Jennifer Mai, entrambe del Team Mud & Snow, quarte in 2h17'59 Le Scoppiate con Eleonora Paolini e Camilla Ferri ,quinte in 2h18'28 Le Cinghalotte con Alice Grimaudo e Elisa Castelli, tutte dell'Amica ASD Issian.
Sono state 86 le coppie classificate al Fornacione Night Trail, un numero leggermente inferiore a quello dell’edizione 2018, in cui al traguardo ne erano giunte 101.
Fra i 38 atleti che hanno corso la km 12,5 primeggia in 1h02'34 Samir Xhemalaj dei Runcard, seguito dal modenese Enrico Battagliola del MDS Panaria Group di Sassuolo in 1h04'46 e da Roberto Miselli dell'atletica Scandiano in 1h08'37 e nelle donne vince l'inglese di origini ma residente nel bolognese, Jane Bethany Thompson dell'atletica Reggio, sulla reggiana Alessandra Pederzoli della polisportiva Sanpolese, 1h23'56 il suo tempo e la modenese Elena Anceschi del 3,30 Running Team, che chiude in 1h27'14.

Nerino Carri

Il Campo Comunale si anima anche in infrasettimanale con il Meeting Goldoni-Benetti

martedì 21 maggio 2019

Settimana piena d’impegni per gli atleti di casa Fratellanza. Dopo il weekend che ha visto in gara ai Campionati Universitari tanti portacolori gialloblù e al Campo Comunale di Modena gli atleti Master, ecco un nuovo appuntamento con l’ormai storico e consolidato Memorial Goldoni-Benetti.
Domani il Meeting Goldoni-Benetti
Domani sera al Campo Comunale andrà in scena uno dei più prestigiosi meeting infrasettimanali che caratterizzano la primavera dell’atletica modenese. In gara ci saranno anche atleti d’élite provenienti da fuori regione alla ricerca di competizioni di un certo livello tecnico per poter affinare la preparazione in vista degli appuntamenti più importanti. Al Meeting Goldoni-Benetti nella velocità ci sarà Freider Fornasari, che sui 100 metri sarà alle prese con Galbieri dell’Aereonautica Militare e Tanzilli della Riccardi di Milano. Nella gara femminile dal Friuli scenderanno Paiero e Bellinazzi per mettersi a confronto con la sprinter gialloblù Eleonora Iori, insieme a Leonice Germini e a Irene Pini. Nei 400 metri Luca Calvano guida la starting-list, al femminile invece il prestigioso miglioramento di Elena Pradelli ha richiamato a Modena Anna Polinari della Bentegodi, che vanta un personal best di circa mezzo scendo migliore della nostra 400ista che quindi avrà uno stimolo in più per migliorarsi ancora. Nei 1500 non poteva mancare la giovane Martina Cornia in testa alla starting list.
Nei concorsi si ripeterà la battaglia gialloblù delle scorse gare nella pedana del salto con l’asta dove Francesco Lama se la vedrà con Matteo Rubbiani, mentre nel salto in alto Nicole Romani si troverà a confronto con la Pavan della società Aristide Coin Venezia. Nel salto in lungo Costanza Gavioli è preceduta dalla Zangobbo di Padova e dalla Filippetto di Treviso. Nei lanci entrerà in gabbia Lucilla Celeghini che proverà a scagliare il martello da 4 chili più lontano delle avversarie venute da Brescia, Padova e da Rovereto.
Le gare del meeting inizieranno alle 18,00 mentre alle 17,30 ci saranno i recuperi di alcune gare che non erano state disputate in occasione dei CdS Allievi dello scorso weekend a causa mal tempo.
Campionati Universitari, vittoria per Cascavilla sui 5000
Ai Campionati Universitari svetta la performance di Maria Chiara Cascavilla. La mezzofondista di casa Fratellanza, reduce poche ore prima dal bronzo conquistato a Monselice ai campionati italiani di 10000 su pista, dopo un lungo viaggio ha vinto la medaglia d’oro nella prova sui 5000 metri per il suo Cus Foggia con un ottimo 17:06.20. Anche Elena Pradelli conferma il suo ottimo momento di forma conquistando sui 400 metri una prestigiosa medaglia d’argento grazie al crono di 55.60, vicino al suo primato nettamente migliorato in apertura di stagione estiva. Medaglia, un bronzo, anche per Cesare Cozza sui cinque chilometri di marcia e argento per Lucia Quaglieri, prima staffettista della 4x400 dell’ateneo di Parma. La polivalente atleta gialloblù ha poi disputato anche le gare individuali dei 400 ostacoli, chiudendo quinta, e di lancio del peso, dove si è piazzata ai piedi del podio.
Vittoria nella propria batteria, ma quarto posto finale per Laura Fattori sui 100 metri con il tempo di 12.22, due decimi di secondo superiore al 12.01 realizzato in fase di qualificazione. Sfortunato anche Freider Fornasari che per un centesimo è escluso dalla finale maschile. 10.85 è l’ultimo tempo buono realizzato proprio dal suo compagno di batteria Alessandro Iurig che lo ha beffato in volata. Sedicesimo in 11.01, invece, Matteo Ansaloni in gara per l’occasione tra le fila del Cus Parma. Nei salti Costanza Gavioli si mette in luce nel triplo con un quinto posto grazie al balzo a 12.26 metri di distanza.
Regionali Master, la Fratellanza solleva il Trofeo al femminile
Al Campo Scuola di Modena il weekend ha visto protagonisti gli atleti Master, con il campionato regionale individuale che da qualche anno mette in palio anche il Trofeo Regionale a squadre. Proprio in quest’ultima graduatoria a festeggiare in casa Fratellanza è stata la squadra femminile, che si è imposta grazie alla somma dei punteggi delle proprie atlete davanti ad Acquadela Bologna e Endas Cesena. Secondi, invece, i maschi alle spalle proprio della compagine bolognese e davanti all’Atletica Santamonica Misano. Tra le prestazioni individuali da segnalare quella sui 400 ostacoli di Sante Galassi, che con il tempo di 59.17 ha firmato il nuovo primato nazionale nella categoria SM50 superando quel 59.38 che resisteva dal 2013.

Andrea Lolli - Laura Bertoni

Camminata di San Prospero a Reggio Emilia

martedì 21 maggio 2019

Domenica 19 maggio, a Reggio Emilia, non è piovuto per la Camminata di San Prospero organizzata dalla podistica Faba capitanata da Nando Ferretti, anche se il sabato era caduta pioggia per tutta la durata del giorno .
I percorsi proposti dagli organizzatori erano tre: km 3, km 4,5 e km 11,5. I percorsi della Camminata di San Prospero Memorial Piero Buchignani partiti dal centro sociale “ La Fornace” si sono snodati in parte per le vie del popoloso quartiere alle porte della città di Reggio, il corto e il medio, il lungo invece ha costeggiato il torrente Crostolo su una pista ciclo-pedonale fino quasi al paese di Roncocesi, da dove i podisti sono tornati all’arrivo passando per Cavazzolli e il grande impianto di Rete.
Nella km 11,5 competitiva il primo a tagliare il traguardo posto nel parco della Resistenza è stato in 39’09 il 33enne arcetano che fino a qualche anno fa giocava a calcio nella squadra del paese, Andrea Bergianti, alla Camminata di San Prospero con i colori della Futura Running di Cadelbosco Sopra. Dietro al vincitore che ha bissato il successo del 2018 si sono classificati i gemelli marcchigiani Fabio, secondo in 39'25 e Marco Ercoli, terzo in 39'47, entrambi del gruppo sportivo Gabbi, arrivati insieme in treno da Milano. Il fabbricese Francesco Magnani dal 2019 all'atletica Impresa Po che nel 2018 aveva ottenuto un ottimo secondo posto, quest'anno è quarto con il crono di 40'45 e precede l'inglese di origini residente a Cavriago, Robert Mead del gruppo podistico Taneto, quinto in 40'55; il campogallianese Emilio Mori della podistica Correggio, sesto in 41'14; il mdenese Massimo Sargenti del 330 Running Team, settimo in 41'54; il 59enne novellarese Claudio Gelosini del Jogging Team Paterlini, ottavo in 42’28; Davide Salsi della podistica Correggio, nono in 42'52 e il reggiano Simone Occhi della Self atletica Montanari e Gruzza, decimo in 43'08.
Dopo aver trionfato nel 2018 la 48enne reggiana, tre volte campionessa mondiale di corsa su ciaspole, Isabella Morlini dell’atletica Reggio, quest'anno si è dovuta accontentare del secondo posto in 45'50 dietro all'albinetana di residenza ma di origini modenesi; Fiorenza Pierli, alla Camminata di San Prospero con la casacca dell'atletca Scndiano, prima in 45'10, che dopo un 2018 in cui è stata quasi ferma per maternità, è diventata mamma di un secondo figlio, adesso sta tornando in ottime condizioni di forma. Le due prime attrici della gara reggiana sono state insieme fino al km 8 pio la Pierli ha allungato e la Morlini non ha reagito. Terzo posto in 46'58 per la mantovana Linda Pojani dell'atletica Reggio seguita dalla 51enne carpigiana d'adozione, Elisabetta Comero dei Modena Runners Club in 46'58; dalla sassolese Eleonora Turrini della polisportiva Sanpoese in 48'48; da Jlena Amelio sempre di Carpi, dell'atletica Cibeno in 49’19; dalla reggiana Gloria Piccinni della polisportiva Sanpolese in 51'19; dalla novellarese Annalisa De Luca del Jogging Team Paterlini in 52’29; da Silvia Corsi della UISP Reggio Emilia in 52'31 e da Manuela Pescarolo della Futura Running in 52'55
Prima della partenza della corsa adulti si sono svolte gare giovanili con le vittorie di Emma Gualandri del San Donnino di Liguria nei pulcini femmine; di Luca Bonini nei pulcini maschi e di Alice Rocchi nelle ragazze, entrambi della podistica Biasola; di Giulia Colasuonno della podistica Cavriago nelle esrdienti femmine e di Antonio Ignacio dell'atletica Reggio nei ragazzi.
I classificati nella km 11,5 competitiva sono stati 169 in aumento rispetto al 2018 in cui erano giunti al traguardo 124 atleti.
La classifica dei gruppi è stata vinta dalla podistica Biasola sull'AVIS Novellara e la podistica Correggio.
Alla Camminata di San Prospero hanno partecipato anche tanti alunni delle scuole di ogni ordine grado del quartiere reggiano, con primo posto della Primaria Vasco Agosti sull'Asilo Girotondo e la Primaria Pascoli.
Alla Camminata erano presenti i Volontari di AIBAT, la Onlus che opera all'interno dell'ospedale cittadino e si occupa di assistere le persone affette da malattie alla Tiroide promuovendo iniziative legate ai controlli e alla prevenzione .
Let'Dance la scuola di danza del quartiere che ha la propria sede di fianco al Liceo Moro, sempre nel quartiere San Prospero. ha intrattenuto i presenti con la musica per accompagnare il riscaldamento muscolare degli atleti in gara.
Legaambiente partner di Podistica Faba nella realizzazione della Parkway, il percorso che è stato inaugurato domenica con la partecipazione dei podisti sulle distanze di km 3 e km 4,5. Il Parkway si tratta di un progetto realizzato in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia e l'assistenza di un architetto di Quartiere che ha guidato il Gruppo di lavoro costituito da Podistica Faba, Legambiente e le scuole dei quartieri S.Prospero Tondo e Gardenia, nell'ambito dell'Accordo di Cittadinanza.
La Parkway consente di raggiungere, percorrere e utilizzare i parchi dei tre quartieri cittadini utilizzando le piste ciclabili, quindi camminare o utilizzare la bicicletta muovendosi in sicurezza.
I partecipanti alla Camminata di San Prospero sono stati circa un migliaio, un numero leggermente inferiore a quello dell'edizione 2018 in cui c'erano stati circa 1300 iscritti, determinato forse dal fatto che le previsioni meteorologiche erano pessime e anche se non è piovuto la giornata era moto nuvolosa con minaccia di pioggia, facendo mancare un po' di alunni delle scuole.

Nerino Carri

Vedelaghi non si fa. Almeno per ora...

martedì 21 maggio 2019

Questo maggio dal meteo anomalo, che fa pensare più al raffreddamento globale che al riscaldamento (non se ne abbia a male Greta con le treccine...è una battuta..) ha fatto un'altra vittima.
Gran parte del percorso della Verdelaghi è allagato, quindi compromesso ed impraticabile. I laghi, usciti dal lorobacino, hanno ricoperto ciclabili e percorsi pedonali.
L'organizzazione della pol.Campogalliano perciò è stata costretta ad annullare la gara in programma domenica e sta studiando la possibilità di riproporla in estate.. sperando poi non ci siano 50 gradi..

Mac

Canossini bronzo universitario

lunedì 20 maggio 2019

Strada/Formigine (MO) – Miglio delle Stelle, staffetta 3x1609m. Quarto posto di Salvatore Franzese (frazione in 4’38), in team assieme a Marco Corradini e José Catellani.
Strada/Mezzolombardo (TN) – 10 km del Teroldego. Secondo posto di Isabella Morlini in 38’40.
Strada/Reggio Emilia – Camminata di San Prospero, 11,5 km. Seconda Isabella Morlini in 45’50, terza Linda Pojani in 46’58. Nelle gare giovanili su distanza breve seconda Matilde Carrozzini nei Primi Passi/Pulcine e primo Antonio Ignacio nei Ragazzi.
Pista/L’Aquila – Campionati italiani universitari. Medaglia di bronzo nell’asta per la promessa Pietro Canossini, terzo con 4,50.
Pista/Modena – Campionati regionali Master. Nella marcia 5 km quarto Franco Geronimo in 28’31’’50, secondo SM50.

Alex Bartoli

 
Il sito degli amici podisti modenesi e reggiani - www.modenacorre.it - www.reggiocorre.it -gestione