Cronache e Notizie

Isabella Morlini seconda a Ronco Scrivia, in Liguria

venerdì 23 luglio 2021

Domenica 18 luglio si è disputato il 36° Giro del Monte Reale a Ronco Scrivia, in provincia di Genova.
L'evento podistico era un trail competitivo sulla distanza di km 10,5 con partenza alle 9 dalla zona sportiva di Ronco Scrivia.
Un tracciato il Giro del Monte Reale non particolarmente tecnico, adatto anche a chi voleva provare una corsa in fuoristrada, ma sempre impegnativo dato dal dislivello impegnativo di 575 metri. Il percorso è passato dal Monte Reale a metri 902 per poi tornare a Ronco Scrivia.
Alla gara ligure era presente la professo9ressa dell’Università di Modena e Reggio, Isabella Morlini, portacolori dell’atletica Reggio che si è classificata seconda in 1h04’12 come al Vertical Ospitaletto, nel modenese, di venerdì 16 luglio, dietro alla 23 enne Ives Baretto del S.S. Trionfo Ligure, 1h00’12 il suo crono. Sul podio anche Debora Ferro della S:S: Vittorio Alfieri AT in \h08’45.
Fra i 125 classificati il primo a transitare sotto il traguardo è stato in 50’48 di Gabriele Pace delle Delta Spedizioni, seguito da Jacopo Musso della S:S: Vittorio Alfieri AT in 51’34 e da Luca Stegagnini della Sisport SSD ARL in 58’30.

Nerino Carri

Scandiano Castellarano vincono il reggiano Andrea Bergianti e la modenese Giulia Vettor

martedì 20 luglio 2021

Domenica 18 luglio si è disputata la Scandiano Castellarano, corsa in linea di km 15 che nel 2020 si era disputata in settembre a cronometro con partenze di 3 atleti ogni 30 secondi.
La oramai classica del podismo reggiano è stata organizzata dalla Tricolore Sport Marathon, l’atletica Scandiano e Sportinsieme Castellarano.
La partenza è stata data alle 9 dalla Rocca di Scandiano e dopo un paio di chilometri in pianura i runners hanno affrontato la dura salita fino agli oltre 300 metri del monte delle Tre Croci, quindi dopo un tratto di falso piano, in discesa hanno fatto gli ultimi quattro chilometri per arrivare al traguardo vicino la Rocchetta di Castellarano.
Dopo aver vinto venerdì sera il Vertical Ospitaletto l’arcetano ex giocatore di calcio Andrea Bergianti della Calcestruzzi Corradini Rubiera si è imposto anche nella Scandiano Castellarano con il crono di 54’25, davanti al sassolese Andrea Spadoni dell’atletica MDS Panaria Group, all’arrivo in 56’39 e al modenese Giuseppe Castiello della ANESER Novi Associazione Sportiva, al traguardo in 56’44. Dal quarto all’ottavo ci sono: il modenese William Talleri del 3,30 Team in 57’00; Nicola Compagni dello stesso gruppo del vincitore in 57’08; Simone Romagnoli della Castelfranco Polisportiva in 57’23 e due atleti del bolognese, Gianluca Scardovi dell’atletica Imola SACMI AVIS in 59’52, Fulvio Gnesini della Fidas Gnarro Jet Mattei in 59’58.
Nelle donne dominio e vittoria in 1h00’36 della modenese Giulia Vettor della Castelfranco Polisportiva (decima assoluta), che ha preceduto di quasi sei minuti la seconda classificata, Laura Ricci della podistica Formiginese, 1h06’11 il suo tempo e la correggese d’adozione ma sicula di origini, Rosa Alfieri del Circolo Minerva Parma con 1h10’54 di crono. Modenese è la quarta in 1h11’35, Giada Fulgini della Castelfranco Polisportiva; reggiana la quinta in 1h12’39, Lorena Belli dell’atletica Reggio; di Stiolo nel comune di San Martino in Rio la sesta in 1h13’14, Simona Rossi della podistica Correggio; del bolognese la settima in 1h16’33, Donatella Acciaro della podistica Pontelungo Bologna e del parmense l’ottava in 1h17’59, Laura Rebecchi del gruppo sportivo Toccalmatto.
I classificati sotto la Rocchetta di Castellarano sono stati 135.

Nerino Carri

Super i reggiani al Vertical Ospitaletto con Andrea Bergianti primo e Isabella Morlini seconda

lunedì 19 luglio 2021

Venerdì 16 luglio è andato in scena nel modenese il Vertical Ospitaletto, dopo che nel 2020 si era disputato un’edizione virtuale.
L’evento podistico è stato organizzato dalla podistica Formiginese, da Sonia Del Carlo e Andrea Baruffi, compagni nella vita e si è corso sulla distanza di km 7. La partenza e il ritrovo erano in via Guerro di Quà 16 a Castelvetro, l’arrivo alla chiesa di Ospitaletto, altitudine metri 570 (Marano sul Panaro), dopo circa km 7 di salita su strada asfaltata chiusa al traffico.
Le partenze sono state due, la prima per chi camminava e in non competitivi alle 19,45 e la seconda alle 20,10 solo per i competitivi.
Il reggiano di Arceto Andrea Bergianti della Calcestruzzi Corradini Rubiera come da pronostico ha vinto il Vertical Ospitaletto in 27’39, seguito dal modenese di Spezzano, Luca De francesco dei Modena Runners Club in 28’10, da Lofti Gribi della Unione Sportiva Zola in 29’19, da Giuseppe Castiello della Anser Novi Associazione Sportiva in 29’27, da Riccardo Agazzotti, compagno di squadra del vincitore in 29’46, dal piacentino Claudio Tanzi del Circolo Minerva Parma in 30’01, da Fabio Poggi della San Vito Polisportiva in 30’43 e dal bolognese Gianluca Scardovi dell’atletica Imola SACMI AVIS in 30’48.
Nelle femmine si impone e domina Federica Proietti della Calcestruzzi Corradini Rubiera che ferma il cronometro sul tempo di 32’11 e alle sue spalle si classificano: la reggiana Isabella Morlini dell’atletica Reggio in 34’10; la sassolese Laura Ricci della podistica Formiginese in 34’20; Lucia Ricchi della associazione sportiva Dilettantistica Sessantal in 34’27; Ramona Barbieri del Team Mud & Snow in 37’53; Sonia Del Carlo in 38’16, Patrizia Martinelli in 38’26 e Sabrina Cuoghi in 39’15, tutte della podistica Formiginese.

Nerino Carri

Comunicato atletica Reggio

lunedì 19 luglio 2021

PISTA – 8 podi Atletica Reggio nel meeting regionale open d’estate, a Castelnovo Monti. Nei 400 terzo la promessa Emanuele Carta (52’’22), nell’asta primo l’allievo Stefano Zobbi (3,90), nel disco Allievi primo Pietro Canossini (34,77), nei 1000 Cadetti secondo Andrea Torricelli (3’12’’02), nel disco Cadetti primo Francesco Stradi (30,31), negli 80 Cadette prima Laura Stavolo (10’’69), nei 60 Ragazze terza Lidia Argento (9’’38), nei 1000 Ragazze seconda Livia Argento (3’43’’70).

STRADA – Secondo posto di Isabella Morlini nel Vertical di Castelvetro (MO), gara di 7 km in salita. Per la runner di Atletica Reggio crono di 34’10.

PISTA – Un podio Atletica Reggio nel meeting internazionale di Merano (BZ). Nel lungo terzo la promessa Federico Montanari (6,26). Ottavo nei 100 Davide Cellario con un 11’’22 (-0,2).

CORSA IN MONTAGNA – Il giorno dopo il secondo posto di Castelvetro, altro secondo per Isabella Morlini, questa volta nel Giro di Monte Reale a Ronco Scrivia (GE), gara di 10,5 km con dislivello positivo di 575 metri. Crono: 1h04’12.

STRADA – Quinto posto di Lorena Belli nella Scandiano-Castellarano (15 km). Per la runner di Atletica Reggio crono di 1h12’39.

CAMPO ESTIVO VERSO LA CONCLUSIONE…ARRIVANO I CAMPO DI LIGONCHIO E SUCCISO – Si è aperta lunedì 19 luglio, con 54 iscritti, la sesta settimana del campo estivo di Atletica Reggio, che ha base al Camparada di Via Melato e che si concluderà il 30 luglio. Info e iscrizioni: www.atleticareggio.eu/campi-estivi/
L’estate di Atletica Reggio dedicata ai più giovani proseguirà con il training camp di Succiso (due turni: 31 luglio-7 agosto e 7-14 agosto) e l’outdoor camp di Lingonchio (tre turni: 25-31 luglio, 1-7 agosto, 22-28 agosto). Anche in questo caso info e iscrizioni sul sito internet di Atletica Reggio, nella apposite sezioni.

Alex Bartoli

Vertical Ospitaletto

lunedì 19 luglio 2021

In un periodo in cui le non competitiveriescono a mettere insieme poche centinaia di partecipanti contro le migliaia pre-covid, e molti organizzatori si interrogano sul futuro (un po' concentrati sul proprio ombelico, mi sembra...) c'è una coppia di matti che propone il vertical ospitaletto, Bravi Sonia ed Andrea, coraggiosi, e quest'anno premiati dalla partecipazione e dalla qualità dei presenti. Il percorso è quello degli epici allenamenti pre maratona dei grandi atleti seguiti da Renzo Finelli, fra cui spiccano Stefano Baldini e Massimiliano Ingrami: 7 km di salita senza pause, con 400 metri di dislivello. La mia preparazione attuale mi ha consigliato di partire con congruo anticipo (un giorno...) e camminare fino all'arrivo della chiesa, corricchiando invece il ritorno, quindi ammiro tanto i quasi 100 partecipanti che si sono sfidati quest'anno, e sono stati immortalati dai nostri footgrafi. Ad Andrea e Sonia rivolgo l'invito a non mollare, abbiamo bisogno di gente che ci metta la faccia e la passione.

Mac

PARCO PROTAGONISTA IN PISTA AI REGIONALI CSI, TOGNERI ALLA EPIC GARFAGNANA

lunedì 19 luglio 2021

Altro fine settimana con ottimi risultati per il GP Parco Alpi Apuane Team Ecoverde, dalla pista alla strada sempre protagonista. Sabato 17 Luglio, a Prato, ai "Campionati regionali su pista CSI", ottimi Massimiliano Frandi ed Edoardo Campoli, entrambi campioni regionali rispettivamente su 800 metri e 1500 con Enzo Russo medaglia d'argento sui 1500 metri; in Alto Adige, al "Giro del Lago di Resia", buona prova per Simone Donati; alla "Epic Garfagnana", percorso di circa 80 km sui sentieri della Garfagnana, è stata presente Erica Togneri che ha terminato la prova con il tempo di 10h57'; Domenica 18 Luglio, ad Abbadia San Salvatore, alla "Salitredici" e prova valida per il "Campionato Italiano di corsa in salita UISP", ottimo bronzo di categoria per Roberto Ria; a Lastra a Signa, bell'argento assoluto per Lorena Meroni; a Subiaco, alla "Jennesina", ottimo bronzo assoluto per Joah Koech Kipruto

Andrea Cavallini - Alpi Apuane

Al Grand Trail Courmayer anche i reggiani Simone Secci, Germano Corradi e Arnaldo Giulivi che hanno concluso la km 55

venerdì 16 luglio 2021

Fra i 1003 runners che hanno concluso i tre percorsi del Grand Trail Courmayer, fra i reggiani, oltre al castellese Ezio Luca Costetti vi erano anche Arnaldo Giulivi, Germano Corradi e Simone Secci.
Tutti e tre i reggiani hanno concluso la dura km 55 ( in realtà km 51,50 con 3.200 di dislivello positivo, anziché 55, in quanto hanno evitato agli atleti l’ascesa al Col Des Pyramides) del Grand Trail Courmayer con il quasi 67enne povigliese Arnaldo Giulivi dei Road Runners Poviglio che si è classificato 218esimo in 11h38; il 61enne Germano Corradi, tesserato UISP per il Road Runners Poviglio e FIDAL per l’atletica Reggio, 167esimo in 10h37 e il 39enne castellaranese Simone Secci della polisportiva Rubiera, 127esimo in 10h02.
Gli atleti che hanno corso il GTC 55 sono partiti dal Courmayer Mountain Sport Center (1250 metri s.l.m.) e la corsa si è sviluppata prevalentemente lungo la Val Veny, anche nella spettacolare Valle Youlaz (2.100 mt s.l.m), con passaggi dal Col De La Youlaz, Col Des Charmonts (2.865 metri s.l.m.), Col du Berrio Blanc, Pointes Des Chavannes, Mont Fortin, Col De La Seigne, l’Arête du Mont Favre, correndo per ore tra i numerosi laghetti e gli estesi nevai ancora presenti e con una bellissima vista sul maestoso massiccio del Monte Bianco (l’Aiguille Des Glaciers, l’Aiguille De Tré La Tete, il ghiacciaio del Miage ed i 4.810 metri della Vetta).

Nerino Carri

Il reggiano Paolo Casotti al Mura Trail nel veronese

venerdì 16 luglio 2021

Sono stati ben 500 atleti i podisti che hanno corso il primo urban trail in notturna sulla Mura di Verona, organizzato da VRM Team Asd e Studioventisette. I runners sono partiti sabato 10 luglio alla sera alle 21 ( la partenza programmata alle 20 è stata spostata alle 21 forse per il troppo caldo) e hanno corso su un percorso di km 18 che ha lambito le fortificazioni austriache di Verona, ed ha attraversato i luoghi più suggestivi della città. La partenza alle 21 ha consentito ai partecipanti di correre in sicurezza  e senza intralcio alla viabilità e allo stesso tempo con la possibilità di godere di angoli e panorami stupendi su Verona. I runners dato l’orario di partenza quasi in notturna hanno dovuto indossare la lampada sulla fronte. L’evento podistico faceva parte del Mura Festival, che porta da maggio a ottobre lungo la cinta muraria, teatro, musica, gastronomia e grande sport .
I partecipanti al Mura Trail hanno avuto la possibilità, come ha ricordato Francesca Toffali, assessore del Comune di Verona che cura tra l’altro Rapporti con Unesco, Turismo e Costumi e Tradizioni Popolari, “di correre al tramonto lungo le Mura magistrali di Verona. Un percorso nella storia, che sfiora le diverse epoche in cui si è evoluta la città: dai romani agli scaligeri, ai veneziani agli austriaci”. Il Parco delle Mura dove si è corso è patrimonio Unesco.
La gara era inserita nel calendario nazionale Fidal ed ha avuto il patrocinio del Comune di Verona, e della partnership del Gruppo AGSM AIM.
Il trail veronese è stato vinto da Francesco Lorenzi dei Boscaini Runners in 1h10’53”, seguito da Nicola Moz dei Runcard in 1h16’46” e da Luca Vivaldi dei Runcard EPS - Runcard in 1h16’51”.
Nelle donne prima è Federica Schio dell’atletica Lupatotina in 1h22’55” su Tiziana Scorzato dei Vicenza Marathon, all’arrivo in 1h28’16” e Veronica Bacci dei Team Km Sport, al traguardo in 1h30’11”.
Al Mura Trail era presente anche il 53enne bancario reggiano Paolo Casotti, tesserato per il gruppo modenese MDS Panaria Group, residente a Casina, che è riuscito a portare a termine la sua fatica in terra veronese al 331esimo posto in 2h04’30” e 45esimo nella categoria dai 50 ai 55 anni

Nerino Carri

Il reggiano Ezio Luca Costetti 58esimo nella km 55 del Grand Trail Courmayer

venerdì 16 luglio 2021

Al Grand Trail Courmayeur che si è disputato nel week end scorso c’era anche il 41enne geometra reggiano Ezio Luca Costetti, originario di Montecchio Emilia ma residente a Quattro Castella che è riuscito a concludere, nonostante qualche problema fisico, la GTC di km 55 e 3800 metri di dislivello al 58esimo posto su 357 atleti partenti in 8h38.
Il reggiano, tesserato per l’atletica Reggio è un appassionato di gare in fuoristrada a cui partecipa con buoni risultati e collabora anche all’organizzazione del trail di dicembre a Vezzano sul Crostolo.
Qui sotto il racconto di Ezio Luca Costetti fatto sul suo profilo Facebook sulla sua partecipazione al Grand Trail Courmayer:
”Al via con parecchie perplessità , per colpa di un tendine d’achille piuttosto incacchiato , ho “passeggiato” i primi 12 km cercando di capire se potevo pensare alla gara anche sotto l’aspetto agonistico o se la giornata fosse da dedicare ad una splendida ma lunghissima escursione in Val Veny
Due ore dopo la partenza…giungendo all’ingresso della spettacolare Valle Youlaz (2.100 mt s.l.m.) e soprattutto ritenendo sopportabile il fastidio al tendine , ricevo la tanto attesa scarica di adrenalina ed entusiasmo!
Da lì in poi è stata una goduria infinita…
14 Km percorsi oltre i 2.500 metri! Fortunatamente ho sofferto pochissimo il “mal di montagna” altrimenti avrei goduto meno…
Vedute panoramiche da giù di testa... dall’alto del Col De La Youlaz, Col Des Charmonts (2.865 metri s.l.m.), Col du Berrio Blanc, Pointes Des Chavannes, Mont Fortin, Col De La Seigne, l’Arête du Mont Favre! Correre per ore tra un colle e l’altro, tra i numerosi laghetti e gli estesi nevai ancora presenti…in compagnia del maestoso massiccio del Monte Bianco (l’Aiguille Des Glaciers, l’Aiguille De Tré La Tete, il ghiacciaio del Miage ed i 4.810 metri della Vetta) sempre lì, con lo sguardo fisso su di me
Il suunto si è fermato a 51,50 km (con 3.200 mt. D+) anziché 55, in quanto ci hanno evitato l’ascesa al Col Des Pyramides, causa troppa neve
8 ore e 38 minuti di gara letteralmente volati via… fra una chiacchiera e l’altra (atleti giunti da 17 paesi differenti ma io ovviamente, gnurant come una capra , me la raccontavo solo con gli italiani ).
Ristori da paura con tutto ciò di cui un trail runner possa aver bisogno
A parte un po di casotto sulla consegna dei pettorali, qualche nevaio al limite dal punto di vista della sicurezza …per il resto devo dire buonissima organizzazione!
Me ne torno a casa davvero soddisfatto e contento per essermi “lanciato” nonostante il dolore al tendine (col senno di poi…) e con una 58° posizione assoluta su 357 atleti partenti! “

Nerino Carri

Venerdì 16 luglio il Vertical Ospitaletto nel modenese e domenica 18 luglio la Scandiano Castellarano nel reggiano

giovedì 15 luglio 2021

Venerdì 16 luglio andrà in scena nel modenese il Vertical Ospitaletto, dopo l’edizione virtuale del 2020.
L’evento podistico è organizzato dalla podistica Formiginese, da Sonia Del Carlo e Andrea Baruffi, compagni nella vita e si disputa sulla distanza di km 7. La partenza e il ritrovo è in via Guerro di Quà 16 a Castelvetro, l’arrivo alla chiesa di Ospitaletto, altitudine metri 570 (Marano sul Panaro), dopo km 7 di salita su strada asfaltata chiusa al traffico.
Le partenza che inizialmente era previste a batterie, a seguito del cambiamento della situazione sanitaria sono state modificate come segue: ore 19,45 non competitiva per chi cammina, ore 20,10 competitiva per chi corre (a secondo del numero di iscritti potrà essere prevista una seconda batteria di partenza dopo cinque minuti).
Le iscrizioni si fanno sul sito Atleticando e sono già terminate via email. Verranno premiati i primi dieci classificati sia maschili che femminili e i migliori over 50 e 60.
Domenica 18 luglio torna la Scandiano Castellarano, corsa in linea di km 15 che nel 2020 si era disputata in settembre a cronometro con partenze di 3 atleti ogni 30 secondi.
La partenza sarà alle 9 dalla Rocca di Scandiano e dopo un paio di chilometri in pianura incomincia la dura salita fino agli oltre 300 metri del monte delle Tre croci, quindi dopo un tratto di falso piano saranno in discesa gli ultimi quattro chilometri per arrivare al traguardo vicino la Rocchetta di Castellarano.
Le iscrizioni si accettano fino a venerdì 16 luglio tramite il versamento con bonifico sul sito Atleticando o al raggiungimento dei 200 iscritti.
Saranno premiati i primi tre maschi e femmine e delle categorie over 40 e under 40. Ci sarà un trasporto borse da Scandiano a Castellarano

Nerino Carri

 
Il sito degli amici podisti modenesi e reggiani - www.modenacorre.it - www.reggiocorre.it -gestione