Cronache e Notizie

Virtual Corrida, fra tradizione e novità per non mancare l’appuntamento con il 31 gennaio

domenica 16 gennaio 2022

Non sarà, purtroppo, il 2022 l’anno del ritorno della classica Corrida di San Geminiano, almeno nel consueto appuntamento di fine gennaio. Il picco stagionale dei contagi da Covid 19 ha costretto ad un cambio di programma non solo la Fratellanza, ma anche tante altre società organizzatrici di eventi simili in Italia a partire dalla gara popolare del 31 dicembre a Roma. La pandemia non è ancora alle spalle, ma la volontà è quella di fare sempre un passo avanti verso il ritorno alla normalità, pertanto anche la riconferma della Corrida in edizione Virtual, con appuntamento al 18 aprile per il ritorno della manifestazione vera e propria, porterà con sé novità e un approccio più ‘in presenza’ rispetto all’esperienza di dodici mesi fa quando le restrizioni da rispettare nell’organizzazione erano ben più pesanti.
Modalità di partecipazione
Le iscrizioni alla Virtual Corrida apriranno lunedì 24 gennaio e proseguiranno fino a sabato 29 presso il Campo Comunale di via Piazza dalle ore 10 alle ore 19 oppure nella mattinata di domenica 30 gennaio dalle 9 alle 12. Partner dell’iniziativa, inoltre, sarà anche Run&Fun con il suo staff che presso il punto vendita di Strada Morane sarà a disposizione a propria volta per le iscrizioni a partire dal 24 gennaio nei giorni e orari di apertura al pubblico.
Come per la prima edizione saranno tre i pacchetti a disposizione con una formula rinnovata:
- Iscrizione + cappellino in pile serigrafato per l’evento + aceto balsamico Del Duca (5 euro)
- Iscrizione + cappellino + aceto + medaglia celebrativa (10 euro)
- Iscrizione + cappellino + aceto + medaglia + maglietta tecnica (20 euro)
A ciascuno degli iscritti, inoltre, sarà riservato uno sconto di un euro sull’eventuale iscrizione alla Corrida dell’Angelo in programma il 18 aprile nel giorno di Pasquetta. Come di consueto tutti i partecipanti avranno il ‘compito’ di scattarsi una foto da inviarci e condividere sui social indossando cappellino ed eventuale maglietta durante la propria Corrida che dovrà essere affrontata nelle giornate di sabato 29, domenica 30 o nella canonica giornata di lunedì 31.
Viste le restrizioni decisamente meno limitanti rispetto allo scorso anno, inoltre, l’invito rivolto a gruppi podistici o anche semplici gruppi di amici è quello di condividere nelle forme e modi preferiti la propria Virtual Corrida, rispettando le normative anti Covid vigenti, per creare un’esperienza social ancora più accattivante e simbolica dell’evento.

Andrea Lolli - La Fratellanza

Corrida ancora Virtual il 31 gennaio. Rinviata al lunedì di Pasqua la gara internazionale e popolare

mercoledì 12 gennaio 2022

La Corrida di San Geminiano sarà, purtroppo, ancora una volta in edizione ‘Virtual’, ma l’obiettivo della Fratellanza è di riprogrammare la gara internazionale e l’evento popolare nel lunedì di Pasqua. Sono queste le decisioni finali in vista della Festa del Patrono con il Covid 19 che, a causa della recente nuova esplosione di casi, ha rimesso in discussione la manifestazione che era già in rampa di lancio.
“Tra la festa dedicata al Patrono cittadino e la Corrida, appunto di San Geminiano, vi è una totale identità da 48 anni – spiega il presidente della Fratellanza, Maurizio Borsari –. Il Covid 19 sta condizionando questa identità tanto che già nel 2021 siamo stati costretti a proporre un’edizione ‘Virtual’ della manifestazione per poter dare continuità all’ormai storico binomio. Più di 1000 sono stati i podisti che hanno aderito all’evento percorrendo, su tracciati a piacimento, 13,350 chilometri che è la distanza che caratterizza la competizione reale e tra questi da segnalare c’è stata anche la straordinaria partecipazione dell’Accademia Militare”.

Dalla volontà di riproporre la vera Corrida alle difficoltà che in poche settimane hanno reso molto complicato, per non dire impossibile, trovare un protocollo organizzativo in grado di consentire la necessaria sicurezza di tutti il passo è stato breve come evidenzia lo stesso Borsari: “Alla fine del 2021 la situazione pandemica faceva sperare in un’evoluzione positiva delle cose che consentisse uno svolgimento normale della manifestazione sportiva, pur con i necessari accorgimenti per garantire il massimo della sicurezza. Purtroppo, però, l’evoluzione dei contagi è tale da far presupporre agli esperti che il picco sarà raggiunto, appunto, a fine gennaio e tutti loro, ottimisti e pessimisti, sono concordi nell’indicare che gli assembramenti sono il peggior nemico, mentre distanziamento e mascherine sono il modo migliore per tutelarsi. Con un numero variabile che va da 4000 a 6000 partecipanti, indipendentemente da norme, decreti e linee guida, le tre condizioni indicate impediscono un’organizzazione e svolgimento in sicurezza della Corrida non competitiva che è anche quella di tutti, delle famiglie e cioè quella che più la identifica con la Festa del Patrono”.

La Fratellanza, però, non si arrende e punta a creare nuovi scenari anche per il futuro come aggiunge il presidente gialloblù: “Per quelle che sono le linee guida della Federazione la gara competitiva si potrebbe svolgere, ma verrebbe snaturato la natura della Corrida stessa. Per questi motivi il Consiglio della Fratellanza ha deciso di proporre anche per quest’anno un’edizione in formato ‘Virtual’, con alcune novità rispetto al 2021 e la speranza di avere un’ampia adesione. Al tempo stesso, però, si è scelto di individuare nel lunedì di Pasqua una data utile per riproporre la Corrida competitiva, come gare internazionale, e quella popolare che, per l’occasione, potrebbe diventare la Corrida dell’Angelo il giorno 18 aprile. Il Consiglio la vede come un’opportunità in più per mantenere la tradizione dell’evento di San Geminiano e aprire un’ulteriore finestra utile a fare sport a Modena anche per tutti coloro che non festeggiano San Geminiano e, dunque, non potrebbero partecipare il 31 gennaio. Nella situazione che stiamo attraversando la priorità è quella della salute e tutti, sport compreso, debbono adoperarsi per superare il pantano nel quale si trovano tutte le nostre attività, da quelle produttive a quelle scolastiche passando per ogni tipo di relazioni e incontri”.

Andrea Lolli - La Fratellanza

Marzaglia e Corrida KO, Madonnina OK

mercoledì 12 gennaio 2022

ormai è deciso: la Fratellanza, società organizzatrice della Corrida, proporrà per il 2022 una nuova edizione virtuale della corsa.
Come per Marzaglia, anche se con motivi indubbiamente consistenti, la corsa salta anche se le normative ne consentono l'effettuazione.
Non entro nel merito della decisione, motivata nella nota stampa che stiamo per pubblicare; giusto leggerla, poi si può condividere o meno, ma la decisione spetta all'organizzatore e amen. E non c'entrano i vigili o il Comune.
A noi della vecchia guardia rimane un po' di dispiacere, speravamo che con un po' di buona volontà i tanti e reali problemi si potessero superare. Anche perchè la corsa virtuale noi non l'abbiamo mai amata, al più tollerata quando non era possibile fare altro, ma che uno possa pagare per andare a correre per conto proprio ci sembra un po' una forzatura.
Ora si parla di una nuova Corrida il lunedì di Pasquetta, da sempre dedicato alla camminata della Solidarietà della Croce Blu; non sappiamo se sarà in alternativa, in concorrenza o in collaborazione con questa; vedremo.
E comunque accidenti ancora a questo Covid che sembra interminabile; ma vi rendete conto dei danni che la mancanza dello sport di base arrecherà negli anni a venire? non ci saranno bollettini giornalieri (altra cosa di cui onestamente non se può posso più) ma il danno è grave in termini di mancata prevenzione e peggioramento dello stato di salute della popolazione.
Brutto inizio del 2022; ma teniamo botta.

Mac

Ultramaratona della Pace sul Lamone, in Romagna, presenti due reggiani, Giorgio Saracini e Cristina Terenziani

mercoledì 12 gennaio 2022

A Traversara di Bagnacavallo, piccola paese in provincia di Ravenna, domenica 9 gennaio si è disputata la 13esima edizione della Ultramaratona della Pace sul Lamone, 8° Trofeo Costetti Vittorio e 1° Trofeo Di Nardo Adalgisa.
La gara di km 45 si è svolta su circuito di km 6,4 da ripetere più volte, con un buon 30% su strade sterrate, ed è stata organizzata dal Kroata Sport di Enrico Vedilei, da sempre impegnato nella ultramaratona.
Sono stati circa 200 gli atleti che hanno corso con neve vento e fango e alla fine i classificati saranno 152, con circa un quarto degli atleti che sono partiti costretti al ritiro dalle condizioni climatiche proibitive.
Fra i maschi vittoria in 2h51’21 per il pavese Stefano Emma, campione italiano in carica della 50km su strada ,dell’Athletic Club 96 Alperia, che precede Stefano Velatta dei Maratoneti Genovesi, secondo in 2h51'57 e  Gabriele Turroni della 100 km del Passatore, terzo in 2h56'34".
Nelle donne successo in 3h19’57 per la portacolori dell’Atletica Novese Ilaria Bergaglio, ottavo posto nella classifica generale. Sul podio Francesca Rimonda, con i nuovi colori della podistica Valle Varaita, in 3h27’16 e Francesca Ferraro della Emozioni Sport Team in 3h37’33.
Nel ravennate erano presenti anche due reggiani, i coniugi residenti a Castellarano ma di origini liguri, Cristina Terenziani e Giorgio Saracini, entrambi tesserati per il Crircolo Ricreativo Cittanova L’over 70 Giorgio Saracini si è classificato 130esimo in 5h50’57 e la moglie Cristina Terenziani, 29esima in 6h36’37.
Basta le dichiarazioni dei due reggiani su Facebook per mettere in risalto la durezza della gara di Traversara di Bagnacavallo: Giorgio Saracini “ Sono stato uno dei 152 sopravvissuti all'Ultra maratona della pace sul Lamone.45km con vento gelido che ti portava in faccia il nevischio, per poi trasformarsi in neve. Correre sull' argine diventato il terreno scivoloso.Concludere questa corsa è stato magnifico. Un plauso agli organizzatori con a capo Enrico Vedilei” e Cristina Terenziani “45 KM raggiunti nonostante il grande freddo, vento gelido e neve che non ha mai smesso .Abbiamo corso un pezzo su un argine dove il fango mescolato alla neve ci ha messo a dura prova. Complimenti all'organizzazione”

.

Nerino Carri

Il formiginese Salvatore Franzese vince la Half Marathon Città di Montecatini e i reggiani in classifica

martedì 11 gennaio 2022

Pioggia e freddo sono state le condizioni climatiche che i circa 400 podisti hanno dovuto affrontare domenica 9 gennaio nell’edizione 2022 della HALF MARATHON CITTA’ DI MONTECATINI TERME . La Montecatini Marathon con Antoniettta Schettino e compagni hanno organizzato molto bene l’evento podistico toscano con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale della città termale e del Comitato Coni di Pistoia.
Il ritrovo, la partenza e l’arrivo erano presso la stadio comunale “Daniele Mariotti” e vi erano una km 21,097 competitiva, una staffetta per 2 agonistica sulla distanza della maratonina, una camminata ludico motoria sui km 5. Il tracciato della maratonina erano due giri per le vie di Montecatini Terme, con passaggio dal Parco delle Terme e i centri termali della città toscana.
Nei maschi il primo a presentarsi sul traguardo è stato il formiginese Salvatore Franzese, tesserato per l’atletica Reggio che ha fermato il cronometro sul tempo di 1h11’30’,seguito dal romeno Alessandru Bacosca dei Runcard in 1h12’40 e Matteo Del Bimbo dell’atletica Firenze Marathon in 1h13’18.
Nelle donne la vincitrice è stata la romagnola Federica Moroni del gruppo sportivo Gabbi in 1h21’47 sulla toscana Claudia Marietta del Gruppo Sportivo Lammari, seconda in 1h25’05 e Elisa Dami della Silvano Fedi, terza in 1h31’11.
Fra i 361 classificati nella mezza maratona troviamo anche alcuni reggiani come Giuseppe Rini di Campagnola Emilia, 17esimo in 1h20’54, Bruno Azzari, 42esimo in 1h26’09; Fernando Tosti, di Campagnola Emilia, 63esimo in 1h29’21 e la moglie Annalisa De Luca, 34esima fra le donne in 1h51’21, tutti della podistica Correggio.

Nerino Carri

Ottima prestazione di Fiorenza Pierli al Campaccio Cross Country in Lombardia e altri reggiani al traguardo

lunedì 10 gennaio 2022

Bella giornata di sole sui prati di San Giorgio su Legnano giovedì 6 gennaio, dove campionesse e campioni si sfidano ogni anno per vincere il Campaccio Cross Country, evento Gold del circuito World Cross Country Tour di World Athletics.
Per la 65esima volta l’Unione sportiva Sangiorgese riesce ad organizzare una gara d’altissimo livello tecnico, risultato ancor più da elogiare visto, purtroppo, la pandemia da Covid-19 ancora in corso.
Sia nei maschi che nelle donne i vincitori sono stati due atleti dell’Etiopia, Yihune Addisu in 28’39 per i km 10 maschili e Dawit Seyaum, 18’49, nei km 6 femminili. Come da pronostico le gare sono state dominate dai forti atleti africani, tutti loro i primi cinque posti sia tra gli uomini che tra le donne, mentre i primi italiani in classifica li troviamo entrambi al sesto posto: Eyob Faniel delle Fiamme Oro in 29’15 e Nadia Battocletti delle Fiamme Azzurre in 19’06 (terza alla Boclassic a Bolzano il 31 dicembre 2021).
Nel 65° Cross del Campaccio, gara disputatasi sul classico tracciato di San Giorgio su Legnano , nella categoria Master femminile, secondo posto assoluto in 14’57 e prima nella categoria SF40 per Fiorenza Pierli, l’albinetana di residenza ma modenese di origini, della Calcestruzzi Corradini Rubiera, battuta solamente da Carla Primo dell’Atletica Borgaretto 75, vincitrice nelle SF 50, ma con un crono (km 4 in 14’23) da prima della classe, migliore di tutte le atlete master di tutte le età, comprese quelle più giovani di qualche decennio.
Gli altri reggiani che abbiamo trovati in classifica sono: Federico Redeghieri della Self atletica Montanari & Gruzza, 59esimo in 11’41 nel cross corto degli Junior/promesse/senior; Letizia Bertani, 14esima nelle cadette in 7’38 e Tommaso Bertani, 28esimo in 9’41 nei cadetti, entrambi della Calcestruzzi Corradini Rubiera

Nerino Carri

La reggiana Isabella Morlini vince il titolo europeo di corsa su ciaspole nelle Veterane 2 in Trentino

lunedì 10 gennaio 2022

Annullata per pandemia l’edizione 2021 il Comitato organizzatore de «La Ciaspolada» l’ha riproposta quest’anno sabato 8 gennaio.
Il proposito degli organizzatori trentini è naturalmente quello di tornare alla normalità, proponendo la 48ª edizione della popolare corsa con le racchette da neve, conservando tutte le caratteristiche che hanno reso vincente la sua formula per un periodo tanto lungo, come l’ambiente naturale nel quale si disputa, lo spirito di amicizia nel quale le persone si incontrano, la festa che si svolge attorno all’evento sportivo, l’opportunità di gustare i sapori e i prodotti locali, nonché di approfittare dell’evento per trascorrere qualche giorno di vacanza in Alta Val di Non.
La Ciaspolada del 2022 era valida come Campionato Europeo.
Il tracciato dell’edizione 2022 di km 5,5 è stato allestito presso il Centro del fondo di Regole di Malosco
Si tratta per l’evento podistico trentino della della prima volta come Campionato Europeo, dopo le due validità iridate ottenute nel 2013 e nel 2019, ed è la quinta edizione della manifestazione continentale. 
Da quest’anno la disciplina della corsa con le ciaspole è all’interno delle federazioni affiliate al Coni, infatti l’attività agonistica è gestita dalla Federazione Italiana Sport Orientamento, per questo nel programma della Ciaspolada 2022 era presente anche una gara dimostrativa di orienteering con le racchette da neve.
Cesare Maestri dell’atletica Valli Bergamasche, il 28enne delle Valli Giudicarie di Borgo Lares, dopo due anni di assenza Ciaspolada della Val di Non, la vince per la quarta volta in 13’48, aggiudicandosi l’edizione numero 48, ma soprattutto il titolo europeo di corsa con le racchette da neve, dopo aver vinto nel 2019 quello mondiale.
Nelle donne la fiorentina Annalaura Mugno del gruppo sportivo Orecchiella Garfagnana, dopo aver trionfato nel 2019 e nel 2020, si è concessa il tris sul percorso in quota, chiudendo in solitaria la sua gara con il tempo di 17’44.
Sia nei maschi che nelle femmine sui rimanenti gradini del podio ci sono saliti solo atleti spagnoli. Ignacio Hernando Angulo medaglia d’argento in 14’17 e Roberto Ruiz Ruvuelta, bronzo in 14’43, tutti della FEDME. Anche nelle donne la Spagna piazza seconda in 18’14 la catalana Laia Andreu Trias, già dominatrice in Val di Non nel 2012, 2015, 2017 e 2018 e Georgina Gabarro Morente terza in 18’29, entrambe della Federaciò D’Entitas Excursionistes.
Sfogliando la classifica femminile troviamo in sesta posizione in 19’08 la reggiana Isabella Morlini, vincitrice di ben tre edizioni della Ciaspolada che si è iscritta pochi istanti prima dello start. La 50enne professoressa dell’Università di Modena e Reggio oltre all’ottimo piazzamento in classifica generale femminile ha vinto anche il titolo europeo nella categoria Veterane 2.
Gli organizzatori della Società Podistica Novella, capitanati dal patron Gianni Holzknecht, erano soddisfatti per aver portato alla Ciaspolada 2022 ben 1.200 fra agonisti e non competitivi.

Nerino Carri

Comunicato atletica Reggio

lunedì 10 gennaio 2022

SnowShoe/Sarnico (TN) – Inizia col botto il 2022 di Atletica Reggio, grazie a Isabella Morlini che si regala il titolo europeo Veterane 2 di SnowShoe, alias corsa sulla neve con le racchette. La Ciaspolada in Val di Non quest’anno ha messo in palio i titoli continentali di specialità, per la prima volta sotto l’egida FISO-Federazione Italiana Sport Orientamento. Al via in 1200. Morlini ha chiuso al sesto posto la gara femminile (5,5 km in 19’08), come detto prima nella categoria Veterane 2.

Indoor/Parma - Nove podi Atletica Reggio nella seconda giornata del ParmaMeeting regionale Assoluto Open: nei 200 terzo lo juniores Francesco Fantuzzi (24''88), nei 400 secondo lo juniores Attilio Dermot Arisi (52''92), nei 1500 secondo l'allievo Gianluca Brintazzoli (4'31''63), nel triplo terzo l'allievo Thomas Algeri (13,00), nei 50hs Allievi primo Thomas Algeri (7''40, in batteria 7''34), nella 4x160 seconda la staffetta allievi composta da Andrea Fattori-Luca Benelli-Gabriele Verona-Gianluca Brintazzoli (1'29''69), nei 400 femminili seconda l'allieva Viola Cilloni (1'02''29), nel lungo femminile terza l'allieva Rebecca Bertozzi (4,84), nei 50 femminili seconda la promessa Greta De Pietri (6''83, in batteria 6''95).

Strada/Montecatini Terme (PT) – Successo di Salvatore Franzese nella Montecatini Terme Half Marathon, nonostante una condizione meteo poco clemente. Con il crono finale di 1h11’30, il runner Atletica Reggio ha preceduto di 1’10 il secondo classificato, il rumeno Alexandru Bacosca.

Alex Bartoli

Il podista reggiano Erio Costi è morto oggi 6 gennaio

giovedì 6 gennaio 2022

Il podista reggiano Erio Costi è morto oggi 6 gennaio a Reggio Emilia (la probabile causa del decesso è stato il Covid).
Il 74enne Erio Costi da circa 11 anni era su una carrozzina per un malore. Il reggiano ha praticato il podismo fin da quando era giovane, prima nella podistica Bismantova di Reggio Emilia per circa 20 anni e poi nella polisportiva Le Colline sezione podismo fin quando è riuscito a correre. Erio Costi ha anche organizzato la prima domenica di gennaio per molti anni una podistica nella sua casa di Casina con la moglie Luisa, i figli Renato e Giuliano, il fratello Vidmer (attuale presidente della podistica Correggio).
Erio Costi era il titolare con i figli di una autocarrozzeria reggiana (adesso multiservizi, gommista, meccanico e altro) ed ha sponsorizzato le due squadre di cui è stato tesserato, la podistica Bismantova e la podistica Le Colline.
Condoglianze da parte di Modena Reggio corre ai familiari e parenti.

Nerino Carri

Nuova Marzaglia preferisce spostare la sua gara

mercoledì 5 gennaio 2022

Abbiamo appena finito la riunione in Polisportiva, dopo attenta analisi della situazione e dopo acceso dibattito, abbiamo deciso di rimandare l'iniziativa di domenica 09/01/2022 "Du Pas per Campagna".
Vedremo di fissare altra data.
Grazie e scusate il poco preavviso.

Nuova Marzaglia A.S.D. e A.P.S.

 
Il sito degli amici podisti modenesi e reggiani - www.modenacorre.it - www.reggiocorre.it -gestione