Cronache e Notizie

Trail del Salame virtual game 2020

giovedì 28 maggio 2020

Il Trail del Salame di quest'anno è stata annullato ma vogliamo comunque celebrare quella che sarebbe stata la decima edizione della gara il 2 Giugno 2020 correndo virtualmente insieme per boschi e sentieri, colline o montagne, ovunque voi siate ma uniti da un logo comune:
TRAIL DEL SALAME
Tra il 30 maggio e il 2 giugno indossa maglia o panta o altro capo “griffato” Trail del Salame oppure stampa e indossa il pettorale che trovi su Fb e sul sito, cronometra il tempo del tuo allenamento in natura (corsa, trekking, camminata...) e mandacelo con tre foto della tua attività trail o fuoristrada.
Chi si avvicina di più a un tempo "segreto" già stabilito dal nostro Staff, vincerà un pettorale omaggio per il Trail del Salame 2021.
Inoltre gli autori delle migliori 20 foto per creatività, soggetto, panorama... riceveranno un gadget e una birra omaggio al Trail del Salame 2021.
Invia a traildelsalame@gmail.com il tempo di allenamento e foto con luogo, ora, data e nome. L’invio è l’implicita autorizzazione alla pubblicazione su siti e social.
(NOTA: il percorso ufficiale del Trail del Salame di San Michele Tiorre non è percorribile nei periodi fuori gara in quanto attraversa alcune aree private concesse solo il giorno della gara ed alcuni tratti con folta vegetazione ripuliti solo in occasione della manifestazione.)
Buon allenamento!!

Ciomo (Simone Azzolini)

Recuperi e classifica della terza prova della Riparti Run

giovedì 28 maggio 2020

Per il Riparti Run, la corsa virtuale a distanza, ideata dalla Lega atletica UISP Reggio Emilia in collaborazione con quella regionale da giovedì 28 maggio a martedì 2 giugno è possibile recuperare le prove perse.
Gli atleti che vorranno recuperare le precedenti prove quella del 10 maggio, sugli 8 chilometri; quella del 17 sui km 10 e quella del 24 maggio sui 50 minuti lo potranno fare dal 28 maggio al 2 giugno.
i regolamenti sono gli stessi delle singole prove finora disputate e unica novità è che verrà data un malus di 1 punto a prova.
Tutti i risultati vanno Inviati a legaatletica@uispre.it con foto di orologio GPS delle prestazioni effettuate.
La classifica della terza prova vede nelle femmine Jessica Malatesta della palestra Eden Sport di Villa Cella con 51 punti seguita da Laura Pinelli e Francesca Squillace, entrambe della podistica Interforze di Modena, da Sara Zerlotto dei Joi Runner e la (gruppo modenese) e la novellarese Annalisa De Luca della podistica Correggio, tutte con 50 punti.
Nei maschi ci sono Davide Salsi della podistica Correggio, Stefano Mainini della podistica Biasola e il montecchiese Gianmatteo Reverberi dell’atletica Reggio con 51 punti. Con 50 punti troviamo i novellaresi Fernando Tosti della podistica Correggio e Giuseppe Rini del Jogging Team Paterlini Novellara.

Nerino Carri

Maratona di Reggio Emilia tiene aperte le iscrizioni come scritto da Paolo Manelli sui social "We want You"

giovedì 28 maggio 2020

La Maratona di Reggio Emilia, una delle più famose e partecipate maratone italiane, in programma la seconda domenica di dicembre, quest’anno il 13 dicembre e valida per l’assegnazione dei italiani mantiene aperte le iscrizioni con la speranza che l’edizione 2020 venga effettuata nonostante le limitazioni attuali per quanto riguarda le norme di emergenza sanitaria.
Bello quello scritto da Paolo Manelli presidente della Tricolore Sport Marathon, società organizzatrice della Maratona di Reggio Emilia sulla pagina Facebook di Podismo Reggiano che riportiamo qui sotto:
We Want You “ Vogliamo voi, amici, sembra dire questa foto della passata edizione 2019! Purtroppo, è meglio dire: noi VI VORREMMO sulle nostre strade, il 13 Dicembre, per correre la Maratona del Tricolore, la 25esima Maratona di Reggio Emilia!
E stiamo lavorando per questo.
Siamo però consapevoli che l’emergenza Covid non è terminata, che non è facile prevedere il suo andamento nei prossimi mesi o in autunno, e che ci potranno essere moltissime limitazioni per l’organizzazione di eventi sportivi come una Maratona.
Noi siamo disposti a farci in quattro, anzi in mille, per potercela fare, perché non è certo il lavoro che ci spaventa, ma per operare occorre avere disposizioni ufficiali certe, perché la nostra priorità deve obbligatoriamente essere la vostra sicurezza, per questo terremo costantemente monitorati i siti ufficiali e tutte le disposizioni che via via verranno emanate, per poter essere pronti a prendere la migliore decisione, nell’ottica di garantire un evento in sicurezza.
Manteniamo quindi aperte le iscrizioni e, anzi, vi ricordiamo che ci avviciniamo al 31 MAGGIO, termine del primo step, con la speranza che la situazione possa migliorare sempre più, fino a raggiungere livelli tali di sicurezza da permetterci di realizzare con una certa sicurezza, il nostro evento, sicurezza assoluta che, però, al momento non si può avere.
Cari amici comprenderete la nostra prudenza!
Nel caso, nonostante le nostre speranze e il nostro strenuo impegno, dovessimo rinunciare alla realizzazione della Maratona, vi assicuriamo che ogni iscrizione potrà essere trasferita al 2021 del tutto GRATUITAMENTE, senza alcun costo di segreteria, nonostante il regolamento preveda diversamente. Sarà possibile anche il trasferimento ad altra persona sempre, e del tutto, GRATUITAMENTE.
Speriamo a fine estate di potervi aggiornare con notizie più certe e confortanti!
Nel frattempo vi abbracciamo tutti virtualmente e speriamo fortemente di vedervi sfilare tutti, ma proprio tutti, a Dicembre, sotto il traguardo della Maratona di Reggio Emilia!
Buon allenamento e ...DAICANDOM!”
Va ricordato su quanto scritto da Paolo Manelli che anche se la maratona non verrà effettuata l’iscrizione alla Maratona di Reggio Emilia potrà essere trasferita al 2021 del tutto gratuitamente, senza alcun costo di segreteria, a differenza di quello che ha fatto la Maratona di Bologna, in programma il 1 marzo 2020 e non effettuata, che per partecipare all’edizione 2021 ha richiesto un aggiunta di euro 15 per spese di segreteria.
Lodevole anche la possibilità sempre se la maratona reggiana non verrà effettuata di trasferire ad altra persona nel 2021 la propria iscrizione gratuitamente.

Nerino Carri

Anche per i reggiani Giorgio Saracini e Cristina Terenziani il Passatore. Passavirus virtuale diviso in due

mercoledì 27 maggio 2020

I due coniugi residenti a Castellarano ma di origini liguri, Giorgio Saraceni e Cristina Terenziani si sono cimentati sabato 23 e domenica 24 maggio nel Passatore. Passavirus, corsa virtuale promossa dal Club Super Marathon e aperta ai tesserati ma anche ai non iscritti al gruppo.
Le iscrizioni come tutte le altre prove di lunga durata inserite nelle Maratone della Speranza andranno in beneficienza e la prova viene fatta in modo rispettando le norme sanitarie vigenti.
I due castellaranesi hanno fatto il Passatore, Passavirus divisa in due, cioè facendo km 50 a testa sui km 100 da fare, facendosi anche i pettorali 520° e 520b, denominando il loro team Evaluna. I due atleti hanno corso sabato 23 maggio km 38,770 in 4h49’39 Giorgio e km 28'540 in 4h29’44 Cristina e domenica 24 maggio km 18,620 in 2h02’54 il Saracini e km 14,440 in 1h50’56 la Terenziani. Il totale della distanza fatti nei due giorni sono stati km 100,310 in 13h23’23.
La corsa virtuale dei due reggiani è stata fatta lungo il fiume Secchia, da Castellarano a Casalgrande.
Il 71enne Giorgio Saracini e la moglie Cristina va ricordato sono due corridori sulle lunghe distanze e hanno disputato più di 150 fra maratone e ultra maratone a testa e questo è quello che hanno scritto sulle loro pagine Facebook:
“UBRIACHI DI SENSAZIONI IN LACRIME di Giorgio Saracini con Cristina Terenziani La mia storia con il Passatore iniziò nel 2004, perché essendo un ceramista ho avuto il desiderio di partecipare al “TRITTICO DELLE CERAMICHE” che nacque nel 2002 nell’anno del trentennale del Passatore;
Allora comprendeva 3 prove: maratonina di Faenza, Passatore e maratona di Firenze, mentre ora le gare sono diventate maratona del Lamone, 50 km di Romagna ed infine Passatore.
Da quella prima volta è diventata la mia gara, ogni anno mi ha riservato sempre la solita emozione, e trepidazione nell’affrontarla. Ho dovuto rinunciare per motivi di lavoro nell’anno 2011, nell’anno 2018 per motivi di scelta di altra gara e nel 2019 per la nascita della mia nipotina LUNA.
Ne ho collezionati 13, conclusi 12 ed 1 alla Colla di Casaglia.
Firenze/ Faenza; Toscana / Emilia Romagna, 2 città 2 regioni divise dall’appenino Tosco Emiliano che si innalza tra il mare di toscana e la pianura dell’Emilia, facendoti respirare le arie dell’Europa e quelle del Mediterraneo.
I partecipanti della 100 km sono tanti, alcuni diventano dei veterani della distanza, un popolo di affacinandos che di anno in anno, ad ogni successiva edizione conquistano un piccolo numero di adepti, mentre altri lo provano una volta e lo abbandonano dopo il primo approccio con vari giustificazioni quasi mai sincere.
Certamente è una corsa di sofferenza ma ti ubriaca di differenti sensazioni fino ad esploderne con le lacrime all’arrivo nella piazza di Faenza.
La 100 km del Passatore, l’ultra maratona più importante d’Italia, è una gara diversa da tutte le altre, emozioni e soddisfazione sono il premio per chi ne taglia il traguardo.
È un concentrato di fatica, avventura rischiosa ed eccitante, scoramenti e grandi esaltazioni, occorre viverla per coglierne l’essenza.
Il virus certamente passerà come certamente partendo da Firenze si arriverà a Faenza nella piazza del Popolo, basta averne il convincimento e la speranza”

Nerino Carri

Passatore. Passavirus 100 divisa in due per Simona Bacchi e Alessandro Mascia

mercoledì 27 maggio 2020

Domenica 24 maggio anche al Passatore. Passavirus, come a tutte le altre Maratone della Speranza, maratone virtuali secondo le vigenti norme sanitarie, hanno partecipato i due coniugi formiginesi Simona Bacchi e Alessandro Mascia. Le altre maratone della Speranza si sono svolte: 5 Aprile Milano Resisti Marathon, 13 Aprile (Pasquetta) Donando sul Lago dorato. Lago d’Orta Marathon, 19 Aprile Che il santo ci aiuti! Padova Marathon, 25 Aprile 50 km. Romagna mia ce la fai, 1 Maggio Riso Amaro Marathon, 3 Maggio Barchi Fano Fatta in Casa, 10 Maggio 6 ore di Foiano dalla Terrazza, 17 Maggio Nove Colli oltre la speranza.
I due atleti residenti nel comune di Formigine hanno svolto la loro prova virtuale del Passatore. Passavirus per la maggior parte nella Val Nizzola, bella valle del modenese vicino dove risiedono.
Il Passatore. Passavirus che ricorda la famosa 100 km del Passatore che si disputa l’ultimo week end di maggio da Firenze a Faenza è stata disputata dai due modenesi insieme, rispettando le distanze, sui km 50,02 e hanno impiegato 9h34 per concludere la loro prova.
Di seguito riportiamo le loro impressioni rilevate dalla pagina Facebook di Simona Bacchi:
“A questo Passatore avevamo finalmente trovato il coraggio e la motivazione per iscriverci. Sicuramente saremmo partiti da Firenze ma chissà se saremmo mai arrivati a Faenza. Non so se prevalesse la paura o la carica emotiva, ma 100 sono tanti. In questi giorni avevamo addirittura provato a pensare di farla qui intorno a casa ma la gestione famigliare, soprattutto in questo periodo è ancora più complicata quindi ci arrendiamo e troviamo un'altra idea per far diventare anche questa domenica una giornata da ricordare. 50 km sono alla nostra portata e ci occupano un tempo ragionevole, quindi iniziamo a studiare un percorso che soddisfi anche gli occhi. La scelta per questa avventura è caduta sulla Val Nizzola. Relativamente vicina a casa, caratterizzata da morbide colline per lo più destinate a vitigni. Questa è la terra del lambrusco. Partenza sempre all'alba da casa per vedere il giorno che inizia e per correre in strade desolate, in questo viaggio non siamo soli. Il nostro itinerario incuriosisce anche i plurimaratoneti e soci del club Paolo e Mauro Malavasi che incontriamo a pochi km dalla partenza e un'altra amica complice di tante scorribande podistiche. Tenere le distanze correndo non è difficile, forse qualcuno avrà sentito le nostre chiacchiere ad alta voce per poterci sentire. Ognuno con il proprio zainetto carico di cibarie e buonumore. Iniziamo a respirare un inizio di normalità nonostante si stia ancora attenti a tutto. Dalla pianura di casa si inizia a salire piano piano. Lasciamo il comune di Formigine per entrare in quello di Castelnuovo Rangone, gli odori nell'aria, da noi poco graditi perché siamo vegetariani da anni, sono quelli dei tanti salumifici presenti nella zona industriale. Da qui iniziano le verdi colline con i filari di vite disposti a pettine, ulivi e in questo periodo, campi pieni di balle di fieno. Tra strade ghiaiate, tortuose salite arriviamo a Levizzano, con il suo bel castello e il suo piccolo borgo pieno di locali che offrono le tipiche tigelle e lo gnocco fritto. Proseguiamo lungo queste stradine dove ogni tanto si incontra qualche ciclista e pochi camminatori. Attirano la nostra attenzioni vecchi casolari sapientemente ristrutturati, adibiti ad agriturismi, con giardini curatissimi e piscine, che data la temperatura, ci tentano. Il secondo comune che attraversiamo è Castelvetro, qui si entra nella storia, con la torre e palazzi antichi perfettamente conservati. Il belvedere dalla piazza è spettacolare. È arrivato il momento di iniziare a scendere per tornare verso la pianura.. Il percorso studiato è così perfetto che segna i 50 km proprio sotto al cartello della località di casa. L'appuntamento con la sfida dei 100 km è solo rimandato!”

Nerino Carri

Riparti...Run: quarta prova. Cósta le l’ultma

mercoledì 27 maggio 2020

Prosegue con la quarta prova il Riparti Run che detto degli organizzatori dell’atletica leggera UISP Reggio Emilia sarà l’ultima prova e sarà una mezza maratona.... divisa in due.
La prova denominata Cósta le l’ultma, sempre fatta in modo individuale e virtuale, rispettando le vigenti norme sanitarie si svolgerà da venerdì 29 maggio a martedì 2 giugno. La prova consiste come scrivono gli organizzatori nella pagina Facebook “nel correre una mezza maratona, 21km, suddividendola in due corse distinte, di diversa lunghezza, da percorrere non nello stesso giorno. L’atleta può scegliere come suddividere la distanza con un limite di 15 km. Ad esempio una prova può essere di 9 e una di 12 e così via. Gli screenshot vanno inviati insieme. Bonus di 1 punto se si superano i 50 mt di dislivello totale.
Giovani: esordienti 300 + 300 . Ragazzi 800+ 600. Cadetti 1000 + 800 . Allievi 2000 + 1500 . Recupero 4 minuti.
Inviare risultati a legaatletica@uispre.it”
A differenza delle altre tre prove virtuali che si sono svolte il 10 maggio sulla distanza di km 8, il 17 sui km 10 e il 24 sui 50 minuti, in quest’ultima gli atleti che vi parteciperanno avranno a disposizione cinque giorni e non tre come nelle altre.

Nerino Carri

CSI di Reggio Emilia, undici tavoli di lavoro per rilanciare lo sport dopo la pandemia

mercoledì 27 maggio 2020

Il Centro Sportivo Italiano di Reggio Emilia, sempre molto attivo per quanto riguarda lo sport reggiano ha messo in calendario undici date per ascoltare le esigenze e le proposte delle singole società sportive, divise per discipline, allo scopo di formulare proposte concrete finalizzate a un proficuo rilancio dell’attività, non appena sarà possibile.
Gli incontri si svolgeranno con la piattaforma digitale Zoom dal 29 maggio al 22giugno e sono aperti ai dirigenti delle società affiliate al Centro Sportivo Italiano.
Qui sotto il comunicato stampa che ci ha inviato l’ufficio stampa del CSI di Reggio Emilia

Articolo di Lorenzo Chierici

“Undici tavoli di lavoro per pianificare al meglio la ripresa della stagione, nella speranza che la pandemia conceda una tregua o, ancor meglio, se ne vada per sempre. È l'idea messa in campo dal Centro Sportivo di Reggio Emilia per ascoltare le esigenze delle singole società delle varie discipline, per poi elaborare assieme ad esse un progetto sportivo di qualità, ovviamente in linea con i protocolli sanitari previsti.
“Abbiamo già incontrato i rappresentanti di alcune società sportive della val d'Enza, della Bassa e della Montagna e ora vogliamo fare di più: abbiamo quindi deciso di incontrare tutte le società sportive e i responsabili delle varie squadre, suddivisi per disciplina e area di competenza - spiega Giovanni Codazzi, direttore tecnico del CSI provinciale - allo scopo di ascoltare le singole esigenze per poi fare una sintesi e studiare assieme a loro il modo migliore per il rilancio dell’attività”.
Saranno undici i tavoli di lavoro attorno ai quali non si farà un bilancio di questo periodo, del quale si è parlato fin troppo, ma si guarderà al futuro e si studieranno e organizzeranno le attività in modo estremamente pratico e concreto, cercando di capire come e quando si potrà ricominciare.
Il calendario è già stato fissato: il primo incontro sarà coi dirigenti del calcio Open che si ritroveranno col direttivo del comitato cittadino del CSI il prossimo venerdì 29 maggio; dopo di loro toccherà al calcio a 5 Open lunedì primo giugno; a ruota il calcio a 7, sempre categoria Open, mercoledì 3 giugno, una disciplina che da quando è stata lanciata ha raccolto sempre più consensi; si procederà poi venerdì 5 giugno con i ragazzi del basket Open; di seguito lunedì 8 giugno con quelli della pallavolo. La grande famiglia del calcio giovanile, sia a 7 che a 11, fiore all’occhiello del Csi, incontrerà il comitato mercoledì 10 giugno. Passando agli sport in palestra, venerdì 12 giugno toccherà invece al basket giovanile, mentre i baby del volley si troveranno lunedì 15 giugno. Cambiando disciplina, mercoledì 17 giugno saranno chiamati al confronto i dirigenti di ginnastica artistica e ritmica; mentre venerdì 19 giugno toccherà a quelli di atletica e tennis tavolo. Dulcis in fundo, lunedì 22 giugno avrà luogo invece l’undicesimo e ultimo tavolo di lavoro riservato alle polisportive di vaste dimensioni, quelle che gestiscono anche impianti importanti, come palestre e strutture di vario genere, come l’Arena Montecchio, la Scandianese, la stessa Onde della Pietra e molte altre ancora, con le quali saranno affrontati argomenti di più vasta entità.
Nessuno degli 11 tavoli tematici sarà realizzato “in presenza”: gli incontri avverranno attraverso la piattaforma digitale Zoom. “Si tratta di un impegno molto grosso - conclude Codazzi - ma assolutamente necessario. Le riunioni avranno luogo sempre alla sera e per ogni appuntamento sarà indispensabile iscriversi al meeting sul nostro sito www.csire.it.
Gli incontri sono riservati ai dirigenti delle società affiliate al Centro Sportivo".
“Per noi è quindi fondamentale metterci in ascolto delle esigenze reali delle società: è l’unico modo per formulare proposte costruite a pennello, compatibilmente coi protocolli previsti a livello governativo. Non faremo quindi confronti sterili, ma analisi concrete dei problemi reali con tanto di ipotesi di soluzioni attuabili nell’immediato futuro”.”

Nerino Carri

CSI di Reggio Emilia e Decreto Bilancio: incontro formativo con Giuliano Sinibaldi di Fisco Sport

mercoledì 27 maggio 2020

Sabato 23 maggio si è svolta da parte del CSI di Reggio Emilia, sulla piattaforma digitale Zoom e con la partecipazione di cinquanta rappresentanti di società sportive l’incontro formativo del direttore formativo Fiscosport, dottor Giuliano Simbaldi.
Qui di seguito il comunicato stampa del Centro Sportivo Italiano di Reggio Emilia: “ Si è tenuto nella mattina di ieri, 23 maggio, alle dieci sulla piattaforma Zoom, l’incontro formativo organizzato dal Csi Reggio e tenuto dal direttore di redazione di Fiscosport, dottor Giuliano Sinibaldi, in un’altra speciale collaborazione col nostro comitato. Una figura di spicco nel panorama fiscale sportivo italiano su un tema più che mai delicato - specialmente oggi, che ha saputo fornire contenuti chiari e precisi ai circa cinquanta rappresentanti di società sportive presenti al convegno online.
Csi Reggio, comprendendo anche sulla propria pelle la delicatezza di questo momento, rimane attivissimo nel fornire strumenti di formazione e comunicazioni sempre attuali e puntuali alle società sportive. Il corso, come anche quello del 16 maggio dedicato ai bandi regionali, non ha richiesto nessun costo d’iscrizione. Uno sforzo che il Csi fa volentieri, con la volontà di non sentire abbandonata nessuna realtà sportiva e continuare a mantenere un legame di collaborazione e fiducia reciproca.
«L’incontro tenuto da Sinibaldi - riferisce il responsabile dell’area amministrativa Csi Reggio, Daniele Franzoni - è stato utile a fornire delucidazioni soprattutto sul Decreto Rilancio, pubblicato in gazzetta ufficiale martedì». Dalle richieste di finanziamento ai voucher per le iscrizioni (citando due dei tanti argomenti trattati), le società hanno avuto modo di risolvere i propri dubbi.
«Di certo - continua Franzoni - uno dei problemi più ostici di questo periodo, per una società sportiva, è la gestione della liquidità. Per questo una parte dell’incontro si è focalizzata anche sulla programmazione finanziaria, spiegando come districarsi in queste situazioni di emergenza e su come impostare un nuovo modello amministrativo/gestionale della propria realtà. Questo sempre, su consiglio di Sinibaldi, sotto la supervisione di un esperto in materia, in modo da essere tutelati su tutta la linea».

Nerino Carri

Bologna Maratona, oh cara...

lunedì 25 maggio 2020

Voglio raccontare retroscena sulla a virtualmarathon sito https://www.virtualmarathon.it ed anche sulla Bologna Marathon sito https://www.bolognamarathon.run/
Ora spiego:
sono gli unici organizzatori che chiedono ulteriori soldi : chiedono 15 euro in + per poter partecipare edizione 2021 Bologna Marathon e non danno la possibilità di restituzione soldi per gara annullata nel 2020 .
-----
La stracittadina nello stesso giorno organizzata da Bologna Marathon aveva 5.000 iscritti (detto da loro ) per 9 Euro a testa = 45.000 Euro intascati senza fare nulla NON LI RESTITUISCONO ne LI POSTICIPANO al 2021
------
non ho sentito nessuna corsa ANNULLATA nel 2020 si sia comportata in questa maniera. Io NON do pareri fate le vostre considerazioni
Grazie.
p.s.: firmarsi con Nome Cognome é cosi difficile ? sarebbe bello sapere chi scrive

Giancarlo Piccinini

Segnalazione: Bologna Virtual Marathon

domenica 24 maggio 2020

tra le varie iniziative di questo periodo, la Bologna Virtual Marathon 2020.
Iscrizione gratuita riservata agli iscritti della Bologna Marathon 2020 con diritto oltre alla classifica anche al pacco gara.
Per iscriversi occorre anche registrarsi su STRAVA.
C'è anche l'obbligo (sicuramente per problemi normativi) di dividere la maratona in tre sessioni di massimo 19km l'una.
C'è anche la 30km - https://www.virtualmarathon.it/
Sperando di tornare alle camminate vere,
Saluti a tutti - NUBE

Nube

 
Il sito degli amici podisti modenesi e reggiani - www.modenacorre.it - www.reggiocorre.it -gestione