Cronache e Notizie

Quattro atleti della Calcestruzzi Corradini Rubiera ad una corsa nella Repubblica di San Marino

venerdì 7 maggio 2021

A Gualdicciolo nella Repubblica di San Marino domenica 2 maggio si è disputata una delle prime gare su strada del panorama nazionale FIDAL la "The Space Ten San Marino" .
Oltre 430 atleti, provenienti da tutta Italia, si sono presentati alla partenza allestita a Gualdicciolo che si sono dati battaglia su un percorso di 10 chilometri, ricco di saliscendi, nello spettacolare circuito di Gualdicciolo, lungo il Torrente San Marino. Il percorso, circondato dal verde dell’area naturalistica di Gualdicciolo e Chiesanuova, costeggiava il torrente San Marino e si sviluppava su un circuito, con km 7 su strada chiusa al traffico e km 3 su pista ciclabile, con pendenza media del 2% per un dislivello di 40 metri e con passaggio a metà gara sul ponte di Gorgascura e sul ponte dei Mulini.
Fra le 102 donne e oltre 300 uomini, il primo a transitare sul traguardo è stato Daniele D’Onofrio delle Fiamme Oro Padova, che ha chiuso in 31’08”, seguito da Nicholas De Nicolò della Dinamo Sport con 31’23. Al terzo posto Giacomo Pensalfini dell’Edera Atletica Forlì in 31’32.
Prima delle donne èsta Simona Santini dell’atletica Amatori Osimo con l’ottimo tempo di 36’51, davanti a Caterina Mangolini dell'atletica Estense al traguardo in 39’11e a Chiara Giachi dell’atletica 2005, all’arrivo in 39’47.
Alla gara nella Repubblica di San Marino erano presenti quattro atleti giallo verdi della Calcestruzzi Corradini Rubiera e il migliore è stato l’arcetano, ex calciatore della squadra di Arceto, Andrea Bergianti che è riuscito a conquistare il settimo posto in 32’12, poi il giovanissimo Federico Rondoni di Casalgrande, figlio d’arte di Roberto, 13esimo in 32’46, altra promessa del podismo reggiano e anche lui molto giovane Fabio Lusuardi è 21esimo in 33’58 e Nicola Compagni 33esimo in 35’30.
La gara ottimamente organizzata dalla Track&Field è stata inserita tra gli eventi di interesse nazionale italiano FIDAL ed era valida per il campionato sammarinese di corsa su strada

Nerino Carri

Otiima prestazione del guastallese Giuseppe Gravante ai Campionati Italiani dei 10000 metri in Puglia

venerdì 7 maggio 2021

L’italiano Iliass Aouani dell’atletica Casone Noceto si conferma l'atleta del mezzofondo più in forma in questo inizio di stagione. Dopo il titolo italiano nel cross vinto a marzo a Campi Bisenzio, a metà aprile a Rubiera aveva corso i 10000 metri sotto i 28 minuti e oggi a Molfetta, ai Campionati Italiani 10000 metri, ha vinto il titolo nazionale.
I Campionati italiani si sono disputati domenica 2 maggio allo stadio comunale Al. Cozzoli di Molfetta in Puglia
L’atleta della società parmense atletica Casone Noceto ha vinto la gara con il tempo di 28’26, ; al secondo posto un altro atleta del gruppo parmigiano,, Alberto Mondazzi, anche lui in forma in questo inizio di stagione, che chiude in 28”51, migliorando il 29”14 ottenuto anche lui a Rubiera il 18 aprile. Terzo Nehagenet Crippa del gruppo sportivo Esercito in 28’53. Al nono posto un’altro atleta dell’atletica Casone Noceto, Alessio Selvarolo che conquista il titolo italiano promesse in 29”20.
Ottimo il 15esimo posto assoluto per Yassine El Fathaoui del Circolo Minerva in 30’23,che da alcuni risiede nel reggiano a San Polo d’Enza e va ricordato che è uno dei due italiani che ha ottenuto il minimo per partecipare ai Giochi Olimpici di Tokyo 2021.
Sulla pista della cittadina pugliese di Molfetta, cottimo risultato per il reggiano Giuseppe Gravante della Calcestruzzi Corradini Rubiera, 22esimo con il tempo finale di 32'36; per il giovane guastallese, promessa al primo anno di categoria allenato da Stefano Baldini, una importante prestazione , che si aggiunge all' ottima performance ottenuta soltanto quindici giorni fa al 10.000 regionale di Rubiera.
Nelle donne non erano presenti emiliane e Campionessa Italiana è Martina Merlo del gruppo sportivo Aeronautica in 34’23 seguita Anna Arnaudo della Battaglio CUS Torino Atletica in 34’24 che vince il titolo italiano promesse. La veneta Rebecca Lonardo dell’atletica Vicentina è terza in 34’29.

Nerino Carri

Chiara Vitale dell'atletica Reggio quarta al Ferriere Trail Festival nel piacentino e presenti anche i reggiani

venerdì 7 maggio 2021

Una bellissima giornata di sport sabato 1 maggio per l’edizione 2021 del Ferriere Trail Festival, disputato nel piacentino a Ferriere, in una giornata caratterizzata da estrema variabilità, con sole, pioggia e vento che si sono alternati per tutto il tempo della gara.
Le condizioni meteo hanno reso ancora più dura una gara che già si presentava molto impegnativa, soprattutto nella distanza dei km 54, che per lunghi tratti presentava ancora neve, mentre tutti i circa 300 atleti alla partenza, anche quelli delle distanze minori, hanno dovuto fare i conti con il fango. Il trail piacentino è un Festival della Valnure più selvaggia, con scenari spettacolari,180 chilometri quadrati da esplorare e 7 vette comprese trai 650 metri e 1800.
Molti atleti hanno fatto gli elogi al comitato organizzatore, composto da Piacenza Natural Sport, Pro Loco di Ferriere e Trail Valley, per come hanno saputo gestire la gara, soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria.
Il trail più lungo di km 54 e 3100 di D+ il Ferriere Classic Ring  è stato vinto dal lombardo Donatello Rota del gruppo sportivo Orobie in 6h00’54, davanti a Carlo Salvetti della Elle Erre ASD, secondo in 6h02’06 e Luca Carrara della Altitude Race, terzo in 6h11’41
Ottima la prestazione del reggiano di Talada, Patric Gaspari, portacolori dell’Amorotto di Carpineti che si è classificato undicesimo in 6h55’20.
Nel settore femminile vittoria e dominio in 6h49’22 della piemontese  del La Vetta Running seguita da Valentina Pippo dell’atletica Levante in 7h37’41 e Graziana Pe’ dei Runners Bergamo in 8h18’25. Tesserata per l’atletica Reggio, grande prestazione per la modenese Chiara Vitale, quarta in 8h26’59.
Nel Carevolo Trail Race di km 31 e 1600 metri di D+ primeggia in 2h35’08 un altro atleta della Lombardia ad Alex Baldaccini del gruppo sportivo Orobie): 2h35’08 che ha preceduto il parmigiano Alessio Gatti della 3T, 2h44’12 il suo tempo e Stefano Rinaldi dei Runcard, 2h55’07 il suo crono. Due sono i reggiani classificati: Maurizio Croci dell’atletica Castelnovo Monti, trentesimo in 4h13’56 e Matteo Ferretti della Eden Sport, 34esimo in 4h20’17
La moldava Galina Teaca, residente nel mantovano, dell’atletica Viadana, con 3h47’28 è stata la prima donna al tragurado, Giulia Alberti dei Runcard, in 3h48’25 la seconda e Silvia Gilardi del Gruppo Escursionistico Falchi Olginatesi in 3h50’42 la terza.
Nel trail più corto, il Panoramic Trail Race di km 20 e 900 di D+ domina e vince Thomas Gusmeo del G.S.A. Cometa che ha chiuso in 1h48’52 e si è lasciato alle spalle Stefano Priano del De Ran Clab, al traguardo in 2h03’47 e Luca Gatti del Passport, all’arrivo in 2h03’58. Il reggiano Andrea Giovanetti dell’atletica Reggio è 36esimo in 2h43’32.
Tra le donne al debutto in una gara di trail si è imposta Chiara Lelli del G.S.A. Cometa in 2h04’07 su Sara Lagomarsino dell’atletica Levante in 2h06’04 e Silvia Motta della Cittadella 1592 Parma, in 2h06’34. La reggiana Rossella Goldoni della podistica Correggio si piazza al diciottesimo posto in 3h42’09.
Ottimo il numero dei classificati nelle tre gare, 263, considerando che sempre in Emilia il primo maggio si è disputato a Zola Predosa il Trail dell’Abbazia. Nella km 54 gli arrivati sono stati 100, nel Carevolo Trail Race 103 e nel Panoramic Trail Race 60.

Nerino Carri

Comunicati del CSI di Reggio Emilia

venerdì 7 maggio 2021

‘La privacy nelle A.S.D’: ultimo incontro per i dirigenti sportivi
Il percorso formativo ‘Al timone nella tempesta’ vede un quinto e ultimo incontro in programma, incentrato su obblighi e rischi delle società sportive in materia di gestione dati dei propri iscritti.

Il corso di formazione per dirigenti ‘Al timone nella tempesta’ si corona di un ultimo incontro, programmato per mercoledì prossimo, 19 maggio, dalle 20.45 alle 22, online sulla piattaforma Zoom.

‘La privacy nelle A.S.D: obblighi e rischi delle società sportive sulla privacy, la diffusione di immagini e dati dei propri tesserati’: questo sarà il temo affrontato nel corso dell’ultimo appuntamento, guidato dagli esperti di ‘Al tuo fianco’s.r.l. L’incontro è aperto e gratuito a tutti coloro che si sono già iscritti al corso ‘Al timone nella tempesta’. Rimane comunque valida la possibilità di iscriversi a un singolo incontro, al costo di 12 euro. Per maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione, invitiamo chi fosse interessato a visitare il sito www.csire.it.

Ricordiamo inoltre che, prima dell’incontro sulla privacy, ci sarà il quarto appuntamento incentrato sul tema del lavoro in team. Grazie alla psicologa sportiva Giulia Costi, gli iscritti potranno scoprire e imparare e riconoscere strumenti concreti per la costruzione e gestione del team-work. Questo incontro è in programma, sempre dalle 20.45 alle 22, per lunedì prossimo 10 maggio.

Per il comitato reggiano del Centro Sportivo è importante offrire alle figure dirigenziali il supporto adeguato, in questo momento storico a dir poco travagliato. Il percorso formativo ‘Al timone nella tempesta’ nasce da qui, dall’esigenza di andare incontro a chi, in primis, si è trovato e si trova tutt’ora a gestire situazioni complesse, nell’incertezza del futuro. Perché possa continuare a essere visto come un’opportunità di crescita, anziché una fonte di preoccupazione.

CSI Reggio Emilia

Sabato primo Maggio gare cadetti/e al campo di atletica di Rubiera

mercoledì 5 maggio 2021

Sabato 1° maggio, in un pomeriggio dal tempo incerto con qualche goccia di pioggia, al campo di atletica leggere di Rubiera si è disputato un meeting cadetti/e provinciale valido per Campionato di Società organizzato dalla società locale la Calcestruzzi Corradini Excelsior capitanata da Marco Benati, ex presidente della FIDAL Emilia Romagna.
Varie le gare disputate con tanti partecipanti e nei maschi negli 80 piani vittoria di Daniele Panizzi dell’atletica Guastalla Reggiolo in 9”6 su Leonardo Pignatelli della Self atletica Montanari e Gruzza in 9”7 e Giacomo Spezzani della Delta Atletica Sassuolo in 9”8.
Nei metri 300 piani Leonardo Pignatelli della Self atletica si aggiudica il primo posto in 38”4, seguito da Giovanni Stagno dell’atletica Guastalla Reggiolo in 40”2 e Gabriele Attolini dell’atletica Reggio in 40”7.
Nei metri 1000 primo posto in 2’48”2 per Alessandro Casoni della società organizzatrice e il compagno di squadra Gilberto Ibraimo è terzo in 2’58”5. Sul podio anche Gianluca Brintazzoli dell’atletica Reggio in 2’58”5.
Nei 1200 siepi primo e terzo posto per due atleti della Self atletica, Adam Handy in 3’47”9 e Alessio Lanza in 4’05”5, secondo è Andrea Torricelli dell’atletica Reggio in 3’56”8.
Nel salto in alto Filippo Virdis della polisportiva Spilambertese è primo con metri 1,45 e Alberto Boccedi dell’atletica Reggio secondo con 1,40.
Nel salto in lungo Daniele Panizzi dell’atletica Guastalla Reggiolo con metri 5,09 supera Luca Buffignani dell’atletica Castelnovo Monti che fa 4,90 e Luca Benelli dell’atletica Reggio con 4,87.
A Giacomo Gozzi dell’atletica Reggio servono metri 11,63 per vincere il lancio del peso e Matteo Ferraresi della polisportiva Spilambertese è secondo con 9,74 e Wilia Jeremiah Abedayo della Self atletica terzo con 9,45.
Nelle cadette negli 80 piani sul podio Ginevra Vezzani della Calcestruzzi Corradini Rubiera in 10”2, Laura Stavolo dell’atletica Reggio in 10”4 e Sofia Cervi della Self atletica in 10”4.
Nei 300 metri Elena Broglia della polisportiva Castelfranco si impone in 42”3 su Susanna Bagni dell’atletica Reggio in 44”1 e Ginevra Vezzani del club organizzatore in 44”2.
Nei 1000 metri primi due posti per due atlete della Calcestruzzi Corradini Rubiera, prima in 3’04”3 Letizia Bertani e Carlotta Denti seconda in 3’06”8; terza in 3’07”8 è Viola Cilloni dell’atletica Reggio.
Nei 1200 siepi primeggia in 4’13”9 Margherita Giannotti della Calcestruzzi Corradini Rubiera davanti a Azzurra Costanzini della polisportiva Spilambertese che chiude in 4’27”8 e Alice Gualdi della Self atletica, 4’36”6 il suo tempo.
Primo posto con metri 4,99 per Sofia Galeotti della Self atletica nel salto in lungo, dell’atletica Reggio è la seconda, Rebecca Bertozzi con 4,81 e del team che ha organizzato il meeting la terza, Elena Bonora con 4,56.
Metri 9,19 per la vincitrice del lancio del peso, Beatrice Tomei della polisportiva Castelfranco e con 8,94 Giulia Terzilli del La Patria 18979 Carpi è seconda e Giulia setti dello stesso team della prima con 8,01 è terza.

Nerino Carri

Domenica 2 maggio seconda giornata del meeting allievi a Modena e tanti reggiani presenti

martedì 4 maggio 2021

Domenica 2 maggio seconda giornata del meeting allievi a Modena, con organizzazione della Fratellanza 1874 Modena.
Questi i reggiani/e nelle prime 10 posizioni
Negli allievi nei 200 metri: il miglior tempo è di Massimiliano Vandelli del Delta Sassuolo con 23.26 e Stefano Zuliani della Self atletica Montanari e Gruzza è quinto in 23”76, Davide Ronadanini dell’atletica Castelnovo Monti, sesto in 23”97, Francesco Fantuzzi dell’atletica Reggio, settimo in 23”99
Negli 800 metri: Attilio Dermot Arisi dell’atletica Reggio doppia la vittoria di ieri nei 400, vince anche il doppio giro di pista in 1’59”69, al secondo posto Guido Maria Cortesi del CUS Parma con 2’00”36, seguito da Giacomo Giglioli dell’atletica Guastalla Reggiolo in 2’02”59; al settimo Andrea Micheletti in 2’12”57 e al decimo Daniele Bartoli in 2’15”96, entrambi della Calcestruzzi Corradini Rubiera; al nono Nicolò Montanari della Self atletica in 2’15”36.
Nei 3000 metri Abrham Angino Asado della polisportiva Centese si aggiudica la gara, bissando il successo di ieri nei 1500 in 9’12”62, con Andrea Gaulli del CUS Parma che chiude in 9.13.23. Terzo posto per Cristofer Canepari della Calcestruzzi Corradini Rubiera in 9.34.31; quarto in 9’38”82 Pietro Salati della Self atletica.
Nei 400 ostacoli doppietta degli atleti di Imola Sacmi Avis, con Leonardo Lodolini primo in 57”45 e Luigi Provenzano secondo in 59”87; al terzo posto Davide Sergio Pinelli in 1’00”57e al quinto Thomas Algeri in 1’06”29, entrambi dell’atletica Reggio; al sesto Francesco D’Errico della Self atletica in 1’06”45.
Nel salto in alto si impone Mattia Ferri dell’atletica 85 Faenza con 1,90, poi c’è Davide Sola della Modena Atletica con 1,76 e Manuel Varagona della Self atletica con 1,65; al nono posto con la stessa misura di metri 1,50 Alassan Giovanni Camara dell’atletica Reggio e Davide Rondanini dell’atletica Castelnovo Monti.
Nel salto in lungo con l'ultimo salto Elias Salmi dell’atletica Guastalla Reggiolo con 5,97 conquista il primo posto; quarto con 5,65 Nicolò Pozzi e quinto Manuel Varagona con 5,54, tutti e due della Self atletica; settimo Francesco Fantuzzi dell’atletica Reggio con 5,33.
Nel lancio del peso dopo la vittoria nel disco di sabato Nadir Mezzogori del Pontevecchio Bologna si aggiudica anche il primo posto con metri 14,17; Tommaso Campani dell’atletica Reggio è settimo con 9,71 e della stessa squadra è Pietro Canossini nono con 8,24 e Giuseppe Petrolo è ottavo con 8,80 della Self atletica.
Nella 4x400: vince la Self Montanari Gruzza, con Francesco D'Errico, Francesco Veronesi, Nicolò Montanari, Stefano Mora, con il tempo di 3.52.43, che precede Modena Atletica in 4.07.93.
Nelle allieve nei 200 metri vince Francesca Grisenti del CUS Parma con 25”54 e della Self atletica Greta Cavazzuti è sesta in 26”91.
Negli 800 metri prima con 2’28”38 è Alexia giada Marini del Centro At. Copparo che batte in prima serie Emma Pollini della Self atletica con 2.’29”00 e le compagne di squadra di Emma si piazzano al settimo posto Asia Giroldini in 2’39”42, al decimo Anna Gibellini in 2’42”93.
Nei 3000 metri successo per Sara Arrigoni del CUS Parma in 10’48”08; al 2secondo posto Giulia Bertacchini della Fratelalnza 1874 Modena con 11’22”66, seguita da Lucia Tondelli della self atletica con 11’57”03.
Nei 400 ostacoli Ilaria Maccaferri della Pontevecchio Bologna è prima in 1’06”54, davanti a Ikram Kimane (Cus Parma) in 1’08”20 e Sofia Negri dell’atletica Guastalla Reggiolo in 1’08”98. Fabbri Luisa della Self atletica è settima in 1’16”85.
Nel salto con l’asta primo posto per Giada Paglia della Fratellanza 1874 Modena con 3,60; Martina Vacondio è quinta con metri 2,40, Agnese Gualdi sesta con 2,40, Alba Cecchi settima con 2,30, Perju Gabriela nona con 2,20 e Sofia Homayouin Far con 2,00, tutte della Self atletica.
Chiara Lusuardi (Corradini Rubiera con metri 5,68 all’ultimo salto vince nel salto in lungo. Della Self atletica Valentiana Casadio è sesta con 5,10, Margherita Davolio settima con 4,93, Emma Cigarini nona con 4,76 e Anna Spinelli decima con 4,75
Nel lancio del giavellotto Genet Galli della Modena Atletica primeggia con 45,84. Quarta Alessia Pesaresi con 26,55, Evelyn Calice settima con 16,90 e Sofia Gregorat decima con 12,49, tutte del team Self atletica
Nella 4X400 vince la Self Montanari Gruzza, con Greta Cavazzuti, Caterina Stella Martinelli, Giulia Poretti, Margherita Davolio, con il tempo di 4.16.76; seguono Fratellanza 1874 Modena con 4.31.12 e Pontevecchio Bologna con 4.35.50.

Nerino Carri

Molti i reggiani al meeting allievi del primo Maggio a Modena

lunedì 3 maggio 2021

Prima giornata del meeting allievi a Modena più gare juniores, sabato primo maggio che ha sostituito la prima fase del Campionato di Società Allievi, dopo la riformulazione dei regolamenti dei vari Campionati di Società. L’evento modenese è stata organizzato dalla Fratellanza 1874 Modena.
Vivian Otoibhi Osagie della Self atletica Montanari Gruzza ha lanciato il peso a metri 14,12, misura vicina al 14,32 dello scorso anno, quarta allieva di sempre con i 3 kg in Emilia Romagna e miglior risultato dei reggiani.
Vediamo le gare di sabato con i reggiani nei primi dieci.
Negli allievi nei 100 metri si impone Innocent Tagliani della Pontevecchio Bologna con 11”34, su Alessandro Vandelli della Delta Sassuolo, 11”46 e Stefano Zuliani della Self atletica, 11”58. Francesco Fantuzzi dell’atletica Reggio è nono con 11”90.
Nei 400 metri il mezzofondista reggiano Attilio Dermot Arisi dell’atletica Reggio con 50”96 fa il miglior tempo su Luca Marsicovetere della Edera Forlì a 50”98; terzo posto per Giacomo Gilioli dell’atletica Guastalla Reggiolo con 51”28. Altri reggiani nei primi dieci con Stefano Mora della Self atletica, quinto con 53”23 e Enrico Pecchini dell’atletica Guastalla Reggiolo, ottavo in 54”98
Nei 1500 metri vince Abrham Angino Asado della polisportiva Centese in 4’18”23, davanti ai Luca Venturell della Virtus Emilsider Bologna in 4’24”56 e a Pietro Salati della Self atletica con 4’29”24. Altri due atleti della Self atletica sono: Francesco Veronesi, ottavo in 4’48”16 e Cristian Qorri, nono in 4’48”10.
Nei 2000 siepi primeggia Alessandro Bellini dell’atletica Guastalla Reggiolo in 6’49”36, davanti ad Alessio Sanzio della Virtus Emilsider Bologna con 6’50”14 e a Matteo Bagni dell’atletica Reggio in 8’01”27.
Nei 110 ostacoli si impone Samuel Signaroldi dell’atletica Piacenza con 15”34, che precede Davide Sergio Pinelli dell’atletica Reggio con 15”39, mentre al terzo posto in 15”67 c’è Mattia Ferri dell’atletica 85 Faenza. Nono in 17”79 e Matteo Fanti della Self atletica.
Nel salto con l’asta primo posto con metri 3,80 per Stefano Zobbi dell’atletica Reggio, poi c’è Gabriele Mezzacasa della Virtus Emilsider Bologna con 3,70 e Riccardo Davoli del CUS Parma con 3,50.
Nel salto triplo il primo posto se l’ho aggiudica Thomas Algeri dell’atletica Reggio con metri 12,30, seguito da Leonardo Soldi dell’atletica Piacenza con 12,19. Terzo Nicolò Pozzi della Self atletica con 11,97 e il compagno di squadra Michael Barbiani è quinto con 11,65.
Nel lancio del disco Nadir Mezzogori della Pmtevecchio Bolognasi si impone con metri 38,39 e Pietro Canossini dell’atletica Reggio è quinto con 31.90.
Nel lancio del giavellotto con metri 41,50 vince Jacopo Lancellotti della Modena Atletica 36,81 e con 36,81 Stefano Zobbi dell’atletica Reggio è secondo.
Nella marcia 5000 metri Daniele Colonnello della Pontevecchio Bologna con 24’13”02 batte Cristian Serra della Self atletica, al traguardo in 25’33”26.
Primo posto nella 4x100 per la Self atletica Montanari Gruzza, con Tommaso Bonaccini, Stefano Mora, Stefano Zuliani, Edoardo Allione, con il tempo di 45”55 seguita dall’atletica Reggio in 46”05, con Francesco Fantuzzi, Thomas Algeri, Stefano Montanari, Attilio Dermot Arisi e Delta Sassuolo con 46”07.
Nelle gare allieve nei 100 metri Sara Soniko Saccani della Self atletica è nona in 13”28 nella gara vinta da Sara Curatolo della Pontevecchio Bologna con 12”39.
Nei 400 metri Francesca Tincani dell’atletica Castelnovo Monti è ottava in 1’07’12 e Habiba Faissal vince con 59”59.
Nei 1500 metri Nausica Barberini Magnani della ENDAS Cesenatico è prima in 5’04”30 su Allegra Santelli dell’atletica Piacenza con 5’04”71, Emma Pellini della Self atletica terza con 5’10”47 e dello stesso team è l’ottava in 5’41’50 Lucia Tondelli.
Nei 100 ostacoli Davolio Margherita della Self atletica è quarta in 15”66 dietro a due atlete del CUs Parma, Giulia Valentini in 15”00 prima, e Ikram Kimane con 15”16 seconda e Anna Lugli del La Patria Carpi con 15”45 terza.
Nel salto in alto metri 1,73 è la misura della vincitrice Aurora Vicini del CUS Parma e Caterina Martinelli della Self atletica è nona con 1,45.
Nel salto triplo Emma Guidetti dell’atletica Castelnovo Monti è sesta con metri 10,18; Anna Spinelli, nona con 9,66 e Emma Cigarini decima con 9,61, entrambe della Self atletica; dove vince Benedetta Merzi della Fratellanza 1874 Modena) con 11,45,
Nel lancio del martello Vanessa Talacci dell’atletica Estense porta il primato personale a metri 52,43, la reggiana Aida Amaghzaz del CUS Parma terza con 41,87 e nelle prime dieci ci sono tre atlete della Self atletica, Chiara Mainini con 35’01 quinta, Chiara Marisa Balestri con 34,71 sesta e Marta Baraldi nona con 23,83, tutte della Self atletica.
Nella 4x100: staffetta vincente per il Cus Parma con 50”03, con la formazione composta da Aurora Vicini, Margherita Galeotti, Aurora Morroni e Francesca Grisenti; al secondo posto, il Centro Atletica Copparo con 50”89, mentre il terzo posto è per la Self Montanari Gruzza, con 51”09, con Emma cigarini, Giorgia Barbirati, Margherita Ghidini, Beatrice Minotti.

Nerino Carri

Comunicato atletica Reggio

lunedì 3 maggio 2021

400-800: doppietta Arisi a Modena

TRAIL – Secondo posto di Isabella Morlini nel Trail dell’Abbazia (14 km, d+ 550 m) di Zola Predosa (BO). Per la runner Atletica Reggio crono di 1h13’08 che vale il 30esimo posto assoluto, il secondo femminile e il primo di categoria. Successo femminile della fuoriclasse francese Melina Clerc-Grosjean (1h11’14).

PISTA – 12 podi Atletica Reggio nel meeting provinciale Cadetti di Rubiera, valido per i societari. Negli 80 terzo Gabriele Attolini (9’’8), nei 300 terzo Gabriele Attolini (40’’7), nei 1000 secondo Gianluca Brintazzoli (2’52’’5), nei 1200 siepi secondo Andrea Torricelli (3’56’’8), nell’alto secondo Alberto Boccedi (1,40), nel lungo terzo Luca Benelli (4,87), nel peso primo Giacomo Gozzi (11,63). Femminile: negli 80 seconda Laura Stavolo (10’’4), nei 300 seconda Susanna Bagni (44’’1), nei 1000 terza Viola Cilloni (3’07’’8), nell’alto terza Beatrice Pospisek (1,30), nel lungo seconda Rebecca Bertozzi (4,84).

PISTA – 9 podi Atletica Reggio nella prima delle due giornate del meeting regionale no open Allievi di Modena. Nei 400 primo Attilio Dermot Arisi (50’’96), nei 2000 siepi terzo Matteo Bagni (8’01’’27), nei 110 ostacoli secondo Davide Sergio Pinelli (15’’39, +2,2), nell’asta primo Stefano Zobbi (3,80), nel triplo primo Thomas Algeri (12,30), nel giavellotto secondo Stefano Zobbi (36,81), nella 4x100 seconda la staffetta composta da Francesco Fantuzzi-Thomas Algeri-Stefano Montanari-Attilio Dermot Arisi (46’’05), negli 800 primo Attilio Dermot Arisi (1’59’’69), nei 400 ostacoli terzo Davide Sergio Pinelli (1’00’’57).

PISTA – 11 podi Atletica Reggio nel meeting provinciale Cadetti di Correggio, valido per i Societari. Nei 2000 secondo Gianluca Brintazzoli (6’24’’5), nel triplo primo Luca Benelli (9,74) e terzo Rocco Masini (9,37), nel peso primo Francesco Stradi (12,05), nel giavellotto terzo Giacomo Gozzi (28,80), nella 4x100 prima la staffetta composta da Luca Benelli-Francesco Stradi-Giacomo Gozzi-Gabriele Attolini (47’’9). Femminile: nei 300 seconda Sveva Masini (44’’2) e terza Viola Cilloni (44’’4), nell’alto terza Beatrice Pospisek (1,34), nella 4x100 prima la staffetta composta da Anna Gambarelli-Sveva Masini-Laura Stavolo-Rebecca Bertozzi (51’’9) e terza la staffetta composta da Susanna Bagni-Beatrice Genitoni-Linda Luppi-Laura Maramotti (55’’8).

Alex Bartoli

Trail dell'Abbazia, considerazioni

lunedì 3 maggio 2021

Gentilissimi,
intanto un grazie a Teida che come sempre documenta la nostra gara con splendide fotografie.
Volevo poi fare una precisazione alla luce di quanto scritto nel vostro articolo uscito ieri; a settembre 2020 abbiamo proposto una versione "Light" del nostro Trail, 7 km anziché 14 km, con partenze singole ogni 20". Quindi per questioni logistiche avevamo deciso di fissare il tetto massimo di partecipanti a 150, ampiamente raggiunto due settimane prima dell'evento (poi sono arrivati in 140 perché 9 non si sono presentati e uno si è ritirato).
Quest'anno proponendo una tipologia di partenza diversa (e tornando ai 14km), abbiamo posizionato il tetto massimo prima a 300 e poi a 350 (raggiunto con margine, poi anche qui qualche ritiro e qualcuno che non si è presentato).
Certamente sul successo di partecipazione della manifestazione ha influito lo scarso numero di gare, ma l'aspetto più rilevante è certamente la differenza nel tetto massimo di iscritti e il kilometraggio.
Scrivo giusto per conoscenza e informarvi, senza alcun tipo di polemica, e anzi ringraziandovi per il lavoro che svolgete nel promuovere divulgare gli eventi sportivi della nostra regione.
Buona giornata,
Daniele Montecalvo

Riceviamo e volentieri pubblichiamo queste righe di Daniele Montecalvo, approfittando per fare i complimenti ad un atleta che sa mettersi in gioco non solo nelle gare (lo ricordiamo combattere in testa nei "nostri" trail di Piandelagotti e Lama Mocogno) ma anche nell'organizzazione, cosa che di questi tempi non è affatto facile.

Daniele Montecalvo

Lukudo conquista il pass Olimpico. A Modena successi per Dotti, Merzi e Paglia

domenica 2 maggio 2021

Con quasi un anno supplementare di attesa causa Covid si avvera il sogno a cinque cerchi per Raphaela Lukudo. In questo weekend a Chorzow, in Polonia, sono stati assegnati i titoli mondiali di staffette nonché gli ultimi posti per Tokyo. Nella 4x400 femminile bastava poco all’Italia per concretizzare la qualificazione che è arrivata grazie all’accesso in finale conquistato ieri. Tra infortuni eccellenti come quello di Rebecca Borga e una condizione fisica non al top come per Maria Benedicta Chigbolu il ct La Torre ha sciolto solo all’ultimo le riserve sul quartetto azzurro in cui, alla fine, è rientrata anche la Lukudo che in semifinale ha aperto la propria serie scendendo in pista in prima frazione e completandola con il tempo di 53’’48 lanciando la compagna Eleonora Marchiando. Stesso copione andato in scena anche in finale, con l’ex gialloblù che ha disputato una prova alla pari con le avversarie, cedendo il testimone in piena bagarre per una gara che si è poi sviluppata con il quinto posto finale.

Modena per Allievi e Junior
Allievi e una piccola parte di Junior protagonisti a Modena in un meeting utile ad alimentare le classifiche regionali dei Campionati di Società. Nella giornata di sabato ottimi segnali arrivano in primis dal salto triplo dove prima classificata è Benedetta Merzi con la misura di 11,45 metri realizzata all’ultimo tentativo. Per lei si tratta di un primato personale migliorato abbondantemente rispetto al precedente limite fissato a 11,08. Nei 100 metri, invece, nella prima serie bene Giulia Bernardi quarta in 12”89 in prima serie. Per lei anche la quinta posizione nella classifica finale. Nella seconda serie terza piazza per Nicole Cinquina in 13”76 che le è valsa il quindicesimo posto finale.
Nei 1500 metri maschili settimo Francesco Zurru in 4’40”78, al femminile quinta Sofia Ferrari in 5’20”78 ad un soffio dalla compagna di allenamenti Francesca Venturelli in 5’20”79. Nei 400 metri decima Giulia Vaccari in 1’07”86.

Nelle gare della domenica spicca il personale di Giada Paglia che si è imposta nell’asta con la misura di 3,50 metri davanti alle compagne di squadra Asia Tognoli ed Ilaria Bellei Ponzi. Sempre in tema di salti quinto posto, ma con la stessa misura della quarta, per Giulia Bernardi nel salto in lungo con 5,31 metri. Nelle gare maschili 5,91 metri e secondo posto sempre nel lungo per Gabriel Antonio Segovia che aveva chiuso, invece, settimo nel triplo. Passando alle corse primo posto nella seconda serie e terzo assoluto per Lisa Botti negli 800 metri con 2’34’’09. Nei 3000 metri seconda Giulia Bertacchini con il tempo di 11’22’’66, nei 400 ostacoli quinta Anna Bertarini. Al maschile sesto Matteo Costa nei 3000 metri. Seconda al femminile anche la staffetta 4x400 con Anna Bertarini, Nicole Cinquina, Sofia Ferrari e Eleonora Canali.
A chiudere il programma i lanci con il successo di Erica Dotti nel disco grazie alla misura di 30,30 metri ed il secondo posto di Silvia Scaltriti nel giavellotto per quando riguarda le ragazze. Nei ragazzi secondo Lorenzo Cardillo nel peso con 11,83 metri e sempre per lui sesto posto nel disco.

Mantova, successo per Gavioli
Inizia la stagione estiva vera e propria con un successo per Costanza Gavioli. La medaglia di bronzo assoluta agli italiani indoor di Ancona nel salto triplo si è imposta in un meeting andato in scena nell’impianto di casa a Mantova. Per la portacolori di casa Fratellanza è un crescendo salto dopo salto, ad eccezione dei nulli al secondo e terzo tentativo. La misura migliore, quindi, è quella realizzata al sesto ed ultimo salto con 12,80 metri che bastano abbondantemente a superare la seconda, Alice Rodiani, fermatasi a 12,34.

Andrea Lolli

 
Il sito degli amici podisti modenesi e reggiani - www.modenacorre.it - www.reggiocorre.it -gestione