Cronache e Notizie

Domenica 19 settembre Corsa dei laghetti di Camporanieri nel reggiano

sabato 18 settembre 2021

Domenica 19 settembre nel calendario reggiano è in programma la Corsa dei laghetti di Camporanieri organizzata dal Road Runners Club Poviglio.
La camminata è non competitiva e ha come sede di ritrovo, partenza e arrivo i laghetti di Camporanieri che si trovano sulla strada che vada da Cadelbosco Sotto a Castelnuovo Sotto. I percorsi per la maggior parte in fuoristrada sono di km 5 e km 11. A metà del percorso della km 11, vicino alla casa dove è nato Stefano Baldini il campione olimpico di maratona a Atene 2004 ci sarà il ristoro con bottigliette d’acqua sigillate.
Le Iscrizioni obbligatorie online su www.atleticando.net o via email a corsacamporanieri@gmail.com da fare entro venerdì 17 settembre alle ore 24 sono terminate. Domenica 19 settembre probabilmente saranno accettate iscrizioni se non è stato raggiunto il numero massimo di 200 iscritti e il costo per iscriversi è di euro 3
Il ritrovo ore 8,30 ai laghetti di CAMPORANIERI e la partenza è dalle 9 alle 9,30 come prescrivono le norme per l’emergenza sanitaria
Partecipazione consentita ai possessori di Green Pass
Per informazioni telefonare a Messori Natascia 347 8876437.

Nerino Carri

CdS Assoluti, Fratellanza a Caorle per la Finale Oro

venerdì 17 settembre 2021

E’ arrivato il momento dell’appuntamento clou per l’atletica italiana in questo finale di stagione estiva. Dopo l’assegnazione degli Scudetti delle categorie Junior/Promesse, a partire da domani si sfideranno nella Finale Oro in programma a Caorle le squadre che si contenderanno il titolo Assoluto. Sia in campo maschile che in campo femminile sarà impegnata anche la formazione della Fratellanza che, al termine della prima fase, ha conquistato rispettivamente il quinto e settimo punteggio. Come sempre, però, tutto può accadere anche perché le società potranno schierare i propri atleti che vestono durante il resto della stagione le divise dei gruppi militari e per i colori gialloblù vedremo impegnati Alessandro Giacobazzi e Raphaela Lukudo.
Le sfide al maschile
Riconquistata la Finale Oro, dopo la momentanea retrocessione di dodici mesi fa a causa di tante assenze per infortunio tra i big e quindi di una classifica finale tutt’altro che favorevole, la Fratellanza vuole confermarsi tra le squadre più attrezzate e le premesse maturate grazie ai punteggi della prima fase sono tutt’altro che malvage. Tante saranno le sfide calde a partire dalla velocità dove sui 100 e 200 metri Andrei Zlatan e Alessandro Ori presentano due tra i migliori accrediti della lista partenti. Sui 400 metri, invece, si cimenterà Alberto Montanari, mentre nella gara ad ostacoli il prescelto è il sanmarinese Andrea Ercolani Volta. Nella gara più veloce tra le barriere, i 110 metri, sarà impegnato invece Jordan Martinez Herrera.
Agguerrito e combattivo anche il parterre del mezzofondo con Michele De Berti sugli 800, Alessandro Pasquinucci sui 1500, Alessandro Giacobazzi sui 5000 e Simone Colombini sui 3000 siepi, mentre a coprire i dieci chilometri di marcia, in assenza dello specialista degli ultimi anni Cesare Cozza, si cimenterà Gianmarco Accardo. Possibili protagonisti delle staffette, invece, per la 4x100 sono Zlatan, Molinari, Badji, Cellario e per la 4x400 Calvano, De Berti, Petillo, Montanari.
Dalla pista alle pedane, nell’alto troveremo Marco Vendrame, nel lungo e triplo Samuele Campi, mentre nell’asta ci sarà Jacopo Mussi. Per chiudere, infine, i concorsi con i rientri di Martin Pilato nel disco e Lorenzo Puliserti nel peso e martello, mentre il giavellotto sarà coperto da Yoro Menghi.
Le sfide al femminile
Qualche assenza importante quest’anno la farà registrare soprattutto la squadra femminile che, però, può schierare comunque una formazione di livello con tanti punti di forza. Partendo sempre dalla velocità ci sarà Laura Fattori alla ricerca di un buon risultato sui 100 piani, mentre sui 200 si cimenterà Anna Cavalieri e sui 400 Raphaela Lukudo in una gara di assoluto livello viste le contemporanee presenze anche di Maria Benedicta Chigbolu, Anna Polinari e Virginia Troiani. Le gare ad ostacoli, invece, saranno coperte rispettivamente da Lucia Quaglieri sui 100 metri e Lisa Martignani sui 400.
Allungando le distanze troviamo due Junior impegnate sugli 800 e 1500 ovvero Francesca Vercalli e Giulia Cordazzo, mentre i 5000 saranno coperti da Aurora Imperiale ed i 3000 siepi da Chiara Bazzani. Giovanissima anche la marcia con la partecipazione di Letizia Gavioli, al primo anno di categoria Under 20.
Il programma delle corse sarà poi completato dalle staffette con la 4x100 che potrebbe essere coperta da Fattori, Germini, Cavalieri e Pini, mentre la 4x400 dalle stesse Pini e Cavalieri con Morandi e Martignani.
Pedane dei salti che vedranno ancora una giovanissima, l’allieva Giada Paglia, impegnata nell’asta, mentre nel lungo ci sarà Bianca Mantovani, nel triplo Costanza Gavioli e nell’alto Nicole Romani.
A chiudere i lanci con Lucy Omovbe in pedana nel disco e nel peso, Emanuela Casadei nel giavellotto e Lucilla Celeghini nel martello.

Andrea Lolli - la Fratellanza

anche quest'anno Ho Avuto Sete organizzerà la White Run!

venerdì 17 settembre 2021

La manifestazione podistica arriva alla sua quarta edizione e si svolgerà in data 3 ottobre 2021 presso il parco di Santacroce di Carpi.
Come Organizzazione di Volontariato, ci teniamo ad invitarVi certi del Vostro interesse e confidando nella Vostra numerosa partecipazione.
Di seguito tutte le informazioni necessarie:
Programma:
- Ritrovo dalle ore 8.15 presso il Parco Santacroce, in via Traversa San Giorgio n.3, Carpi (MO);
- Partenza libera dalle ore 9.00 alle ore 10.00.

Percorso:
- Ci saranno 3 percorsi: corto 4.5 km (senza barriere), medio 7.5 km e lungo di 11 km;
- Il percorso, con partenza e arrivo presso il Parco Santacroce, sarà extraurbano con tratti in sterrato tra le frazioni di Santa Croce e Gargallo;
- Saranno presenti 2 punti di ristoro lungo il percorso e uno all'arrivo.

Iscrizioni:
- In loco il giorno della manifestazione, quota Euro 2;
- Possibilità di pre-iscriversi online sul sito Eventbrite con pagamento della quota il giorno della camminata;
- Per le società ampio parcheggio dedicato. Per i gruppi è possibile inviare una mail a: whiteruncarpi@gmail.com telefonare al +39.329.949.5977, utilizzare la piattaforma Eventbrite o iscriversi il giorno della camminata;
- Il ricavato sarà destinato al nostro progetto n. 46: Realizzazione di una campagna di vaccinazione contro l’Epatite B nelle province di Koupéla e Ouagadougou – Burkina Faso.

Omaggi:
- Ci sarà un simpatico omaggio per tutti i partecipanti;
- Saranno premiate tutte le Società con un minimo di 10 iscritti con tipici prodotti locali.

Necessario Green Pass o tampone equivalente.
Per info e contatti: whiteruncarpi@gmail.com - hoavutosete@gmail.com - 059/8771458 - 329 949 5977.

Link per la pre-iscrizione: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-white-run-di-corsa-per-vincere-la-sete-172647652777

Rimaniamo a disposizione per ogni eventuale chiarimento perplessità

Per Ho Avuto Sete
Francesco Costantini

Francesco Costantini

Grande impresa del reggiano Simone Corsini al Tour de Geants, quinto nella km 330

giovedì 16 settembre 2021

Eccezionale impresa del reggiano Simone Corsini al Tor de Geants, corsa in alta montagna con partenza e arrivo a Courmayeur su un totale di 330 km e 24000 metri di D+.
Il giovanissimo Simone Corsini, residente a Toano, atleta ormai esperto in queste gare estreme, si è classificato quinto percorrendo i km 330 in 82h45’. Simone Corsini che fino a due anni fa correva per la squadra reggiana Eden Sport di Villa Cella, al Tour de Geants ha indossato i colori del gruppo modenese MDS Panaria Group è stato preceduto dal vincitore Franco Collè, del Hoka Karpos che ha impiegato 66h43’ (record e alla terza vittoria alla gara valdostana), da Russi Jonas della Hoka One One, secondo in 69h03’, da Petter Restorp del La Sportiva, terzo in 76h36’ e Luca Picinati del gruppo sportivo Orezzo, quarto in 81h31’.
Dopo l’edizione forzatamente annullata del 2020 nel 2021 i partecipanti sono stati suddivisi in due partenze, alle ore 10 e alle 12 di domenica 12 settembre. In 711 sono partiti tra due ali di folla e sotto un sole da Courmayeur, provenienti da ogni parte del mondo e devono percorrere km 330 e 24.000 metri di dislivello, lungo le Alte Vie 1 e 2 della Valle d’Aosta ai piedi dei più importanti “quattromila” delle Alpi ed attraverso il Parco Nazionale del Gran Paradiso e quello Regionale del Mont Avic.
Oltre alle tre gare in svolgimento, Km 450 di 3200 metri di D+, km 330 e il TOR130 - Tot Dret, con partenza da Gressoney-Saint-Jean, prenderà il via sabato 18 da Saint-Rhémy-En-Bosses, per concludersi in giornata il TOR30 - Passage au Malatrà, la competizione sulla distanza più breve in programma. Il trail è un giro della Valle d'Aosta e durante il tour, i corridori attraversano 34 comuni, 25 passi di montagna su 2000 metri, 30 laghi alpini e 2 parchi naturali. L'altitudine minima è di 300 metri, la più alta è di 3.300 metri. Ci sono 43 punti di ristoro in cui i corridori possono mangiare, dormire e, se necessario, ottenere cure mediche. Ci sono anche 7 basi di vita, che sono più grandi dei punti di ristoro. Sono posizionati circa ogni 50 km (31 miglia). A causa della sua difficoltà, molti atleti non completano la gara. Circa 2000 volontari sono utilizzati per organizzare la gara. I concorrenti durante il Tour de Geants possono incontrare sole, pioggia, vento e persino neve.

Nerino Carri

I reggiani alla Parma Mezza Maratona

giovedì 16 settembre 2021

Domenica 12 settembre a Parma dopo la Montanara Running di domenica 5 settembre si è tornati a correre, con la gara storica nel cuore della città, organizzata da CUS Parma, una manifestazione che ha visto oltre alla Mezza Maratona, che con 850 iscritti ha comunque avvicinato i numeri pre-covid, anche la Parma 10km, con più di 320 iscritti.
La prima manifestazione sportiva cittadina di Parma nel post pandemia che ha visto complessivamente la partecipazione di 1500 persone, con oltre 300 iscritti alla gara Virtual, che ha sostituito le tradizionali manifestazioni non competitive, escluse dal programma visti i protocolli FIDAL.
Starter d’eccezione il Sindaco Federico Pizzarotti dell’evento podistico podistico parmense e soddisfatto il presidente del CUS Parma Michele Ventura .Tutte le gare erano su un percorso veloce ma che ha comunque messo a dura prova gli atleti vista la giornata ancora estiva.
Hicham Boufars della International Security è il vincitore in 1h05’31 della km 21,097 e a completare il podio della Mezza Maratona sono stati Andrea Massimiliano Milani dell’Atletica San Marco in 1h12’50”, davanti a Giovanni Deromedi dell’atletica Valli di Non e Sole in 1h13’27. Tanti i reggiani che hanno corso la Parma Mezza maratona come il bagnolese di origini ma albinetano di residenza, Lorenzo Villa, tesserato per il gruppo modenese MDS Panaria Group, 16esimo in 1h21’13 e il compagno di squadra, Paolo Casotti di Casina è 643esimo in 2h05’01; Simone Occhi, 46esimo in 1h25’04, Giovanni Mechetti, 88esimo in 1h28’43, Luca Reverberi, 212esimo in 1h38’39 e Michele Lanzano, 581esimo in 1h58’16, tutti dell’atletica Reggio; Giovanni Casubolo, 83esimo in 1h28’23 della Self atletica Montanari & Gruzza; Giovanni Mencarelli della podistica Correggio, 144esimo in 1h34’12; il reggiano Marco Cice a Parma come Runcard ma tesserato UISP podistica Bismantova di Reggio Emilia, 338esimo in 1h45’54; Alberto Torelli della polisportiva Scandiano, 380esimo in 1h47’48; Fausto Prandi della Tricolore Sport Marathon, 617esimo in 2h01’47 e Angelo Giaroli del CUS Pro Patria Milano, 668esimo in 2h08’35.
Regina della 23esima Parma Mezza Maratona è Arianna Valenti del gruppo sportivo Bondo in 1h22’49 e Giulia Cappelli dei Purosangue Athletics in 1h25’26” è salita sul secondo gradino del podio davanti a Eliana Valeria Silvera Silva dei C. B. A. Onisello Balsamo sul terzo in 1h27’12”.
.Le donne reggiane al traguardo sono state: Maria Valentina Hangan della podistica Correggio, 27esima in 1h44’22; Giulia Parisi della Self atletica Montanari & Gruzza, 78esima in 1h58’32 e Silvia Righi della Tricolore Sport Marathon, 138esima in 2h32’07.
Nella Parma 10K, gara regionale, dietro al vincitore Ahmed Ouhda dell’atletica Casone Noceto al traguardo nell’ottimo tempo di 29’59, due atleti del CUS Parma, i triatleti Dario Chiti e Marco Rinaldi rispettivamente secondo in 32’13 e terzo in 32’42. Fra le femmine primeggia in 39’19 Ilaria Zaccagni dell’atletica Casone Noceto, seguita da Francesca Generali della Parmamathon in 40’17 e Giulia Del Porto della società organizzatrice in 43’49.
Anche nella km 10 troviamo dei classificati reggiani come Cinzia Pontradolfo, 177esima in 56’26, i coniugi Milena Soncini e Marco Torelli rispettivamente 246esima e 247esimo con lo stesso tempo di 1h09’23.
I classificati sono stati 728 nella km 21,097 e 257 nella km 10.


Nerino Carri

Trail del Pilastrino a Roteglia

mercoledì 15 settembre 2021

A Roteglia, nel reggiano oltre al trail di km 21 del Un Gir per Bursan a Borzano di Albinea si è disputato un altro evento podistico per gli amanti delle corse in fuoristrada, il Trail del Pilastrino.
Nel bellissimo cortile nel Borgo di Casa Maffei, nel centro storico di Roteglia si sono svolte tutte le operazioni di iscrizione (5 euro, senza preiscrizioni o data di scadenza, e senza pacco gara), di partenza e arrivo.
I percorsi erano di km 14,800 (con D+ di metri 880 per gli organizzatori ma che il GPS di Fabio Marri ha rilevato in metri 620) e km 10, impegnativi su strade ghiaiate, carraie, sentieri e asfalto. Il tracciato è passato o ha lambito casa Stantino, casa Querzola, M.Pendice, M. Della Croce, M. Le Malee, Monte Stradola (metri 467), Queceto, M. delle Valli, Pra Cavallazzo, Maestà Nera (metri 377). I tracciati sono passati anche dall’agriturismo San Valentino, a circa metri 400 di altitudine, dove fino al 2019 a metà luglio si era disputata una camminata inserita sia nel calendario reggiano che modenese e dalla Big Bench (panchina gigante) di Castellarano.
Poco più di 100 i partecipanti al Trail del Pilastrino organizzato da Emilia Corse, un successo considerando i percorsi impegnativi e la concomitanza con la corsa di Borzano di Albinea.

Nerino Carri

Un gir per Bursan a Borzano di Albinea

mercoledì 15 settembre 2021

Domenica 12 settembre si è disputato a Borzano nel comune di Albinea uno degli appuntamenti prediletti dagli amanti del podismo del reggiano.
A Borzano di Albinea alle ore 8.30 è partito dal Circolo “I Manfredi” il “42° Un Gir per Bursan”, trail di 21 chilometri che si è svolto su un misto tra sentiero, ghiaia ed asfalto nei dintorno del paese pedecollinare, con salita ai circa metri 400 di Cà del Vento.
Nell’evento podistico organizzato dalla locale Polisportiva vi erano anche una camminata non competitiva sulle distanze di km 5 e km 10 che è partita dalle 9 alle 10, rispettando le norme sull’emergenza sanitaria.
Nel trail maschile di km 21 vittoria in 1h40’51 il valtellinese Ivan De Lorenzi, portacolori del Castelraider, che di ritorno dalle vacanze in Toscana, ha pensato bene  di fermarsi sugli appennini reggiani a gareggiare. Secondo posto in 1h43’03 il modenese Massimo Sargenti del 3,300 Team, terzo in 1h44’26 il baisano Claudio Costi del gruppo podistico La Guglia Sassuolo, quarto in 1h50’12 il reggiano Simone Bertolini della polisportiva Sanpolese e quinto in 1h51’53 Luca Micheloni, della provincia di Modena, compagno di squadra del terzo classificato.
Nelle femmine vince in 1h56’18, la super favorita della corsa reggiana, la professoressa dell’Università di Modena e Reggio, Isabella Morlini, tesserata per l’atletica Reggio. Sul podio anche la russa di origini ma sanpolese d’adozione, Evgeniya Kovaleva della polisportiva Sanpolese in 2h07’08 e Lorena Belli dell’atletica Reggio in 2h10’15. Reggiana è anche la quarta classificata in 2h13’46, Jessica Malatesta della Eden Sport di Villa Cella e di Stiolo nel comune di San Martino in Rio la quinta, Simona Rossi della podistica Correggio, al traguardo in 2h13’52.
I partecipanti al Un Gir per Bursan sono stati poco più di 400 di cui 85 i classificati nella km 21, numeri quasi dimezzati rispetto all’edizione del 2018, dopo l'annullamento causa maltempo del 2019 e quello causa Covid del 2020.

Nerino Carri

Festival dei Caseifici Aperti Run a a Reggio Emilia

lunedì 13 settembre 2021

Sabato 11 settembre la grande area del Campovolo di Reggio Emilia è stato teatro del Festival dei Caseifici Aperti Run, camminata non competitiva organizzata dalla UISP reggiana.
Per entrare nella zona ritrovo, partenza e arrivo serviva il Green Pass, anche perché l’ingresso nel recinto dava diritto a visitare l’annessa mostra dei caseifici reggiani, ricca di giochini e animazioni per bambini ma priva di assaggi caseari.
Siamo nell’aeroporto di Reggio Emilia, noto come Campovolo e anche da quando Ligabue ha fatto dei concerti ( l’organizzazione di Ligabue assieme al comune, la provincia e la regione ha costruito una grande arena per concerti). Vicino a dove si è svolto l’evento podistico reggiano ci sta la pista per la scuola di ciclismo “Giannetto Cimurri”, usata anche da podisti come l’ingegnere Antonio Tallarita per i suoi 1000 km in 10 giorni.
Le distanze da percorrere sono di km 5 e km 10 (due giri del percorso corto). Il giro proposto dagli organizzatori reggiani è di km 5,150, in senso antiorario, che si può fare una o due volte, attorno al Campovolo, in buona parte su strade sterrate, anche attraverso un boschetto padano, per finire in stradine fra la pista aeroportuale e la festa dei caseifici reggiani.
Ristoro a metà percorso e all’arrivo con con acqua in tetrapack e un bel pacco gara (maglietta, berretto, formaggio, acqua e qualche assaggio di parmigiano reggiano) con quota di iscrizione a euro 2
Buona la partecipazione con circa 160 podisti considerando che siamo ancora in emergenza sanitaria.

Nerino Carri

Comunicato atletica Reggio

lunedì 13 settembre 2021

Busseto (PR) – Tre podi Atletica Reggio nel meeting regionale Trofeo Città di Busseto. Nei 300 Cadette seconda Susanna Bagni (46’’33), nei 300 Cadetti terzo Gianluca Brintazzoli (40’’91), nell’alto Cadette prima Sofia Spallanzani (1,35).

Albinea (RE) – Successo di Isabella Morlini nel trail “Un gir per Bursan”, 21 km con dislivello positivo di 800 metri; crono di 1h56’18. Al terzo posto un’altra runner Atletica Reggio, Lorena Belli, in 2h10’15.

Scandiano (RE) – Un podio Atletica Reggio nel campionato regionale individuale prove multiple (Ragazzi e Cadetti), valido per i Societari prove multiple Ragazzi, organizzato da Atletica Reggio. Nell’esathlon Cadetti (1000, 100 ostacoli, alto, lungo, disco e giavellotto), terzo Francesco Stradi con 3543 punti.

Alex Bartoli

Comunicati del CSI di Reggio Emilia

lunedì 13 settembre 2021

Con il lockdown sempre più famiglie hanno riscoperto la bellezza dei giochi di società. Grande successo della fiera di Modena “Play - Festival del Gioco”

Il CSI si lancia nel mondo dei giochi da tavolo

Il responsabile della Commissione nazionale Bellei: “Stiamo facendo corsi di formazione sull’attività ludico didattica e riaprendo le sale alla gente. Saremo a regime dal 2022"

Articolo di Lorenzo Chierici

Tutti pazzi per i giochi da tavolo. Negli ultimi anni tante famiglie, soprattutto in era lockdown, si sono divertite coi famosi “giochi di società” e oggi che la vita sembra essere tornata quasi a livelli normali, la passione per i giochi da tavolo sta esplodendo un po’ dappertutto. Il Centro Sportivo Italiano, particolarmente attento a questi aspetti, dal 3 al 5 settembre, ha allestito un intero padiglione associativo all’interno della fiera di Modena “Play - Festival del Gioco”, per consentire a chiunque di cimentarsi in questa attività ludica e scoprire un modo fantastico per trascorrere il tempo libero con gli amici.
Su un’area di 350mq, nel Padiglione C, 45 operatori opportunamente formati e preparati, hanno lavorato su specifiche tematiche come l’accoglienza e la descrizione del progetto "Didattica ludica”; l’attività di formazione sulla "Didattica ludica" sul campo; un’attività genitori-figli, chiamata “Che famiglia ludica sei?”, coadiuvati dall'Associazione "Famiglia ludica" e dalla dottoressa Alice Guardigli, oltre a varie attività ludiche per famiglie in un'intera area dedicata (Family arena), nella quale era stato allestito anche un apposita punto vendita gestito dal negozio "Mangiafuoco" di Reggio Emilia. Nello stesso contesto è stato allestito uno spazio nel quale si sono susseguite dimostrazioni di nuovi giochi da tavolo, aperto al pubblico, in collaborazione con l’associazione "Herberia arcana - Giochi intelligenti" di Rubiera e "Ludicars" di Reggio Emilia di “MoRe Games”, la rete che riunisce le associazioni ludiche di Modena e Reggio.
Tale iniziativa è stata realizzata in collaborazione con i comitati del Centro Sportivo di Reggio Emilia, Bergamo e Ravenna, oltre alla collaborazione del negozio Mangiafuoco e di "Play Festival del Gioco”.
“Durante la fiera alcune associazioni hanno permesso al pubblico di cimentarsi in vari giochi di società - spiega Gabriele Bellei, responsabile dell Commissione tecnica nazionale Giochi da tavolo del Csi - Abbiamo dato vita anche a corsi di formazione sulla didattica dei giochi da tavolo, ai quali hanno partecipato molte persone, sia il venerdì che alla domenica. I giochi da tavolo, oltre ad essere divertenti e a permettere di trascorrere ore piacevoli con gli amici, sono importantissimi nel progetto di didattica ludica, finalizzato a insegnare matematica, geografia, storia, lingua italiana e via dicendo ai giovani studenti e non solo. Negli ultimi due anni - continua Bellei - tante famiglie si sono avvicinate ai giochi di società, mentre noi, come Commissione tecnica, abbiamo organizzato soprattutto corsi di formazione online, non potendo andare in presenza, ma dallo scorso giugno e fino al termine del 2021 torneremo alla normalità, o almeno ce lo auguriamo tutti, per poi andare a regime nel 2022. Da tre mesi ad oggi abbiamo infatti iniziato a riaprire le nostre sale da gioco, rigorosamente nel rispetto delle regole anti covid, quindi con obbligo di green pass e autocertificazione e ora non vediamo l’ora di tornare alla normalità per consentire a chiunque di imparare e di divertirsi coi giochi da tavolo”. Coloro che volessero approfondire l’argomento, potranno scrivere a ctn.giochidatavolo@csi-net.it. Un esempio di giochi da tavolo utilizzati nella fiera di Modena ai fini della didattica ludica sono: Carcassonne, Dixit, Ticket to ride, Copenaghen, Project L, Azul e molti altri ancora”.

Le iscrizioni si chiuderanno mercoledì 15 settembre. Ultimi giorni quindi per iscriversi al clinic che inizierà 22 di questo mese e si concluderà il 2 ottobre

Minibasket, il CSI reggiano propone un corso per istruttori



Allenatori di basket o aspiranti tali è arrivato il vostro momento. Il Centro Sportivo di Reggio Emilia ha promosso un clinic per istruttore di minibasket, ossia per coloro che desiderassero insegnare la pallacanestro ai bambini che intendano iniziare questa magnifica disciplina, che prenderà il via mercoledì 22 settembre e terminerà sabato 2 ottobre. Il percorso formativo verrà svolto in varie sedi, a seconda dei partecipanti e sarà aperto a chiunque abbia compiuto almeno 16 anni di età. La quota di iscrizione sarà di 100 euro per i non tesserati Csi e di soli 50 per gli affiliati al Centro Sportivo. Le iscrizioni dovranno pervenire entro e non oltre mercoledì 15 settembre attraverso il sito www.csire.it.
Il corso, che verrà attivato solo al raggiungimento di almeno dieci partecipanti, prenderà il via appunto il 22 settembre con Giulia Costi, psicologa dello sport che parlerà di “comunicazione efficace fuori e dentro al campo. L’importanza del singolo in uno sport di squadra”. Il sabato 25 e domenica 26 settembre, invece, il relatore sarà Maurizio Mondoni, istruttore nazionale di minibasket, che presenterà una serie di esercizi destinati alle categorie Gazzelle e Aquilotti. Giovedì 30 settembre, invece, salirà in cattedra la dietista Linda Lorenzelli con “L’alimentazione fa canestro”, per poi concludere il percorso formativo il 2 ottobre con l’analisi dell’aspetto motorio del minibasket e il passaggio successivo al basket vero e proprio, un argomento importante che sarà sviscerato nel dettaglio da insegnanti e allenatori, nello specifico da Stefano Gualdi, responsabile della Commissione tecnica pallacanestro del Csi e Giovanni Santini. Per ulteriori informazioni scrivere a segreteriacsi@csire.it

Il Csi ha diramato il calendario della 2^ edizione del torneo di calcio a 7 e a 9 intitolato all’ex presidente del comitato provinciale. Protagonisti i bimbi dai 2009 ai 2015

Memorial Spadoni in campo sabato 18 e domenica 19

Le partite si giocheranno tutte sui campi in erba e sul sintetico di via Agosti, ad eccezione di una gara in via Primo Maggio


Articolo di Lorenzo Chierici

Giovani di nuovo in campo grazie al memorial Mauro Spadoni, il torneo di calcio a 7, intitolato al compianto ex presidente del Csi, giunto alla seconda edizione, che avrà luogo sabato 18 e domenica 19 settembre. La competizione prevede 7 giocatori in campo per tutte le categorie, tranne che per gli Under 12, dove gli atleti saranno 9 con gare di mezzora l'una.
Sabato 18 settembre, nella categoria ex Biberon a 7 (2014-2015) si cimenteranno sul campo del Csi di via Agosti 1, Celtic Pratina e Progetto Aurora, alle 15, Audax Poviglio e Celtic Pratina alle 15.40 e Progetto Aurora - Audax Poviglio alle 16.20.
Sempre sabato 18 saranno di scena anche gli ex Debuttanti a 7 (2013-2014) che alle 17, sul medesimo campo, vedranno protagoniste Sporting Sant’Ilario e Saxum United, mentre sul campo 2, sempre di via Agosti, alle 15 giocheranno Celtic Pratina e Reggio United e alle 15.40 Celtic Pratina e Progetto Aurora.
La categoria ex Cuccioli a 7 (2012-2013) giocherà sempre sabato 18 a partire dalle 16.20, con Saxum United e Progetto Aurora; poi, alle 17 con Reggio United-Audax Poviglio. Entrambe queste gare si giocheranno sul campo 2, sempre di via Agosti. Rimanendo negli ex Cuccioli, alle 16.20, sul sintetico del Csi, se la vedranno San Giorgio ed Football Club 70 alle 16.20, mentre alle 17, sempre sul sintetico, si scontreranno Atletico Bibbiano Canossa e Celtic Pratina.
Passando ai 2011-2012, quindi agli ex Arcobaleno a 7, sul sintetico del Csi, in via Agosti, domenica pomeriggio, quindi il 19 settembre, scenderanno in campo Saxum United e Progetto Aurora A, alle 15; poi, Reggio United-Tricolore Reggiana alle 15.40; di seguito, alle 16.20, Barcaccia e Progetto Aurora B, per poi concludere il programma della mattinata con Fogliano-Celtic Pratina alle 17.
Due sole partite invece nella categoria ex Primavera a 9 (2010-2011), che si disputeranno sabato 18, entrambe sul sintetico di via Agosti: alle 15 ci sarà Viaemilia 2018-Saxum United; poi, alle 15.40, Football Club 70-Progetto Aurora.
Chiudiamo coi più grandicelli, quindi gli Under 12 nati nel 2009 e 2010, che si scontreranno domenica 19 settembre, a partire dalle 15, sul campo in erba di via Agosti del Csi, con Viaemilia 2018-Progetto Aurora Rossa; per proseguire alle 15.40 con Saxum United-Progetto Aurora Verde e alle 16.20 con Celtic Pratina-Atletico Bibbiano Canossa. L’ultima gara degli Under 12, anzi, la prima, visto che si giocherà sabato 18 settembre e non domenica, è prevista sul campo di via Primo Maggio alle ore 18 e vedrà protagoniste i padroni di casa della Reggio United che saranno sfidati dall’Audax Poviglio.




CSI Reggio Emilia

 
Il sito degli amici podisti modenesi e reggiani - www.modenacorre.it - www.reggiocorre.it -gestione