Cronache e Notizie

La reggiana Sara Vitiello ad Ancona vince la gara di marcia nei metri 3000

lunedì 25 gennaio 2021

Si è svolto nei giorni scorsi ad Ancona un meeting indoor infrasettimanale, con gare di marcia, 3000 metri e peso.
Nel meetting di Ancona la reggiana Sara Vitiello della Self Montanari e Gruzza vince la gara di marcia dei 3000 metri in 13’50“79 e stabilisce il suo primato personale, oltre ad essere la quarta prestazione regionale di sempre al coperto, dopo Santa Compagnoni 12’17”28 del 1998, Smona Bertini 13’30”22 del 2020 e Alessia Zapparoli 13’40”39 del 2016.
Sara Vitiello è nata a Reggio Emilia nel 1996 ed è allenata da Sara Vezzani, da sempre corre per il gruppo reggiano Self atletica Montanari e Gruzza. I suoi record nella marcia sono: 5000 metri su pista 24’53”05 a Modena nel 2016, 10000 su pista 53’23”56 a Rieti, 10 Km su strada 52’27” a Lugano nel 2015 e 20 Km Strada 1h43’17” a Podebrady nel 2016.
Nella stessa gara anche, in altra seria, 17.01.97 la allieva 1° anno Giada Schiaretti del Cus Parma fa 17’01”97.
Altri atleti dell’Emilia Romagna in gara nella marcia sono stati: 5000 metri uomini, 25’32”24 di Cristian Serra, allievo 1° anno della Self Montanari e Gruzza e 32’49”22 di Marco Cavedagni, neo sm70 della Virtus Emilsider Bologna, che si può considerare come primato regionale di categoria, non avendo in archivio altre prestazioni nella categoria.
Unica gara di corsa ad Ancona sono stati i 3000 metri delle donne, con Nadiya Chubak dell’atletica Lugo che ha corso in 11’12”62. Nei 3000 metri maschi in gara un solo atleta della Emilia Romagna il sammarinese Lorenzo Bugli del gruppo podistico San Marino con 9’18”77.
Nelle gare di peso in gara tre atleti dell’Emilia Romagna, con negli assoluti Gabriele Natali della Virtus Emilsider Bologna che ha lanciato a metri 15,41; nelle donne con i 4 kg dove la junior Anita Bartolini del CUS Parma che con metri 13,13 conquista il secondo posto. Nelle allieve 3 kg Elena Gabellini della Nuova Polisportiva A. Consolini con metri 11,16 fa il primato personale.

Nerino Carri

Anche la Verdi Marathon e la Rimini Marathon annullate nel 2021 e rinviate al 2022

giovedì 21 gennaio 2021

Continuano gli annunci di annullamento degli eventi podistici su strada di gare inserite in calendario nazionale e siccome interessa a molti podisti emiliano romagnoli lo comunichiamo su questo sito.
La società organizzatrice della "Verdi Marathon", la Parmarathon Asd ha annunciato che la maratona parmense, giunta alla 24^ edizione, in programma il prossimo 21 febbraio è stata annullata ed è stata spostata al 27 febbraio 2022. La gara parmigiana con partenza da Salsomaggiore a arrivo a Busseto è una delle più famose e partecipate maratone italiane
Anche la Asd Rimini Marathon società che organizza la Rimini Marathon, che si sarebbe dovuta svolgere il 28 marzo di quest’anno ha comunicato l’annullamento della maratona romagnola rinviandola al 2022 (in marzo). Anche la maratona di Rimini, nonostante le poche edizioni disputate è una delle più partecipate corse sui km 42,195 in Italia.
Qui sotto il comunicato degli organizzatori parmigiani sulla Verdi Marathon:

COMUNICATO STAMPA VERDI MARATHON 2021 VERDI MARATHON è stato l’ultimo vero evento italiano di Maratona aperto a TUTTE le categorie di tesserati per il 2020. E’ stato un momento nuovo e particolare vista l’immediata completa chiusura del Paese qualche giorno dopo. Non esistevano protocolli o conoscenze di quanto poi sarebbe accaduto. Tutto si è svolto regolarmente grazie al bellissimo lavoro di tutta la macchina organizzativa e di tutti i volontari coinvolti che hanno agito in modo responsabile e sicuro per loro stessi e per tutti gli atleti che hanno partecipato. A loro il nostro immenso grazie. Ora siamo ben più consci di questo maledetto virus, di come agire per tutelarci al meglio, di cosa si può fare per poter tornare almeno per un momento alla normalità che conosciamo. In questi ultimi mesi abbiamo parlato con tutti gli Enti interessati, con il territorio, con i volontari e anche tra di noi. Il desiderio di ripartire, di dire quel “FORZA, INIZIAMO!” che in questo periodo ci contraddistingue è molto forte. Le versioni di ogni attore interessato sono a volte contrastanti. Ognuno però ha una propria motivazione che ha il dovere di essere ascoltata e poi sintetizzata da noi, Comitato Organizzatore. La data della prossima VERDI MARATHON è il 21 febbraio. In centinaia hanno scritto per chiederci conferma o meno dell’evento. Abbiamo lavorato affinché cosi fosse. C’è un ma…. Il Paese è ancora attanagliato da disposizioni di chiusura, da varie categorie che hanno difficoltà a reperire risorse, da ospedali più o meno completi, da nostri cari che ancora oggi ci lasciano da un momento all’altro. Il nostro evento ci può portare a distrarci, a riassaporare quei momenti che tutti noi conosciamo, a ridarci quella sensazione di libertà che con tutte le nostre forze stiamo cercando, a ripartire. Vero. Ma come riuscire ad essere insensibili in questo periodo a ciò che ancora sta capitando, agli sforzi che ci vengono richiesti, alla solidarietà con chi oggi è meno fortunato di noi? Non riusciamo. I nostri valori sono altri, ci indicano la strada, ci permettono di riuscire a governare le nostre emozioni e i nostri impulsi. Senza questi, non avremmo alcun dubbio. E’ il momento di ascoltarli e di seguirli. Ancora una volta. Per questo motivo, con grande amarezza e con grande dispiacere per tutto il territorio coinvolto che perde così una grande vetrina, per tutti gli appassionati che vedono da anni in questo evento un primo vero ed importante momento di agonismo per testarsi per i mesi a venire, per tutti coloro che sono coinvolti e che vivono con grande emozione l’intera manifestazione, comunichiamo che VERDI MARATHON 2021 non si terrà. Viene rinviata al 2022. Le necessarie comunicazioni raggiungeranno nei prossimi mesi i precedenti iscritti cosi come verrà comunicata la nuova data. Come sempre l’Organizzazione intende essere vicina ai propri runner. Stiamo pertanto pensando ad una novità che verrà comunicata più avanti sempre se, e solo se, le condizioni del periodo lo permetteranno. Con la VERDI MARATHON ci rivediamo a febbraio 2022.

Qui sotto invece il comunicato del 16 gennaio su Facebook degli organizzatori riminesi sulla Rimini Marathon:
Abbiamo pensato al 28 marzo 2021 come "la primavera delle Maratone".
Abbiamo lavorato perché fosse così.
Purtroppo con il DPCM del 14 gennaio vediamo svanire anche questa edizione che, con grande sforzo e dedizione di sempre, stavamo preparando per voi.
La Rimini Marathon viene nostro malgrado RINVIATA a Marzo 2022.

Nerino Carri

Comunicati del CSI di Reggio Emilia

mercoledì 20 gennaio 2021

Questa mattina, in diretta su Zoom, si è svolta l’assemblea elettiva 2021/21 del Centro Sportivo reggiano, dando via a un nuovo quadriennio di attività. Come già annunciato nei giorni scorsi, in qualità di unico candidato, sarà l’attuale presidente del CSI Reggio, Alessandro Munarini, a ricoprire questo ruolo per un secondo mandato. L’occasione è valsa anche a formalizzare la consegna del Discobolo d’Oro al responsabile logistico del comitato locale, Angelo Campani. «Spero che questo non sia un premio di pensionamento - ha affermato ironicamente Campani - perché voi del Centro Sportivo siete davvero come una seconda famiglia».

CSI Reggio E-sports 2020/21 - finale Coppa Nazionale



Si è conclusa ieri la Coppa Nazionale FIFA 21 del campionato E-Sports CSI Reggio: ad arrivare in finale sono stati Riccardo Caroli, in arte ‘ErMeS_spams_L2’, contro Ciro Pascale alias ‘Chiccoxx_’. Caroli si era già guadagnato il titolo di vincitore dei giovanissimi al Torneo della Montagna ‘virtual’, mentre Pascale ha battuto in semifinale il due volte campione dell’edizione E-Sports 2020, Filippo Frottin. Una finale avvincente che ha visto prevalere Ciro Pascale per 2 a 1, trasmessa per la prima volta sul canale Twitch del CSI Reggio e disponibile a breve anche sul canale YouTube.



Questo è il primo di quattro tornei E-Sports che interesseranno sia FIFA 21 che NBA 2K21, organizzati dal comitato reggiano. Seguiranno nei prossimi mesi la Coppa dei Campioni, la Coppa Super e la Coppa del Nonno (la Coppa Europa, che si sarebbe dovuta svolgere tra marzo e aprile, è stata annullata). Il Centro Sportivo di Reggio ha creato una programmazione di tornei ‘virtuali’ adatta a coprire l’intero anno sportivo, fino a giugno 2021.



L’idea di lanciare un campionato ‘virtuale’ è nata durante il primo lockdown: l’intento del Centro Sportivo di Reggio era quello di offrire uno spazio in cui continuare, nonostante tutto e con mezzi sicuramente rivisitati, a vivere il brivido della competizione. L’iniziativa la scorsa primavera ha avuto un riscontro così positivo da pensare allora di proporre una serie di incontri simili durante tutto quest’anno.



Il prossimo torneo, la Coppa dei Campioni, inizierà l’8 marzo e si concluderà il 19 aprile 2021. Le iscrizioni si chiuderanno il prossimo 28 febbraio e, come sempre, sono aperte solo a chi è nato nel 2006 o in annate precedenti. La partecipazione è inoltre riservata a piattaforme specifiche (PS4 o PS5, Xbox One o X Box Series S/X); per FIFA 2021 si potranno scegliere solo squadre della Champions League 2020/2021 e per NBA 2K21 solo squadre NBA della stagione 2020/2021



Per chi è già tesserato, le società sportive possono inviare una mail a segreteria@csire.it e ricevere indicazioni su come effettuare l’iscrizione. Chi invece non è tesserato dovrà versare la quota di iscrizione presso la segreteria CSI o pagando online (con aggiunta, solo al momento dell’iscrizione, di una quota di tesseramento pari a 1 euro). Maggiori informazioni sono disponibili sul sito del CSI Reggio (alla voce ‘Esports’ della sezione ‘Area Sportiva’).



L’assemblea elettiva di quest’anno si inserisce in un contesto storico quantomeno particolare, per le ragioni che tutti conosciamo. Durante l’incontro si è respirato il clima di collaborazione e voglia di ripartenza che ha sempre contraddistinto l’intera realtà sportiva reggiana. Il primo intervento è stato quello di don Carlo Pagliari, consulente ecclesiastico del CSI Reggio, che ha sottolineato come nello sport risieda un potenziale preziosissimo, oggi soprattutto, sotto un profilo umano e spirituale: quello di riuscire a formare un senso di comunità e benessere sociale, due aspetti che rischiano di rimanere in ombra dopo l’esperienza del lockdown.



Le autorità istituzionali, ovvero l’assessore di Reggio all’educazione e sport Raffaella Curioni, il presidente della Provincia Giorgio Zanni e il sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale Giammaria Manghi, hanno messo l’accento sul ruolo importante del Centro Sportivo nelle decisioni governative locali, in particolare per quanto riguarda l’impiantistica sportiva. Il CSI, in qualità di ente di promozione sempre presente e vicino al territorio, è stato riconosciuto come uno degli interlocutori fondamentali dal punto di vista istituzionale.



Questo è lo stesso spirito di collaborazione che, per altro, lega a doppio filo il Centro Sportivo ad altre realtà locali, come il comitato territoriale Uisp e la Fondazione comunale per lo Sport, rappresentate durante l’incontro dai presidenti Azio Minardi e Mauro Rozzi. Non meno importanti sono state le testimonianze delle società sportive del territorio, che hanno espresso la loro gratitudine nei confronti del Centro Sportivo, dal quale non si sono mai sentite abbandonate anche durante mesi e mesi di inattività causa Covid-19.



In pieno stile CSI, con l’occhio che guarda al futuro e ai suoi possibili scenari, le parole di Vittorio Bosio (presidente nazionale del Centro Sportivo) e di Raffaele Candini (presidente regionale) hanno messo sul piatto una sfida. Quella di tornare a far rivivere a pieno la passione per lo sport, dopo un periodo storico che ha messo tutti a dura prova. Forse ci sarà da suonare ai campanelli dei cittadini: un’immagine forte ed estremamente vera, una situazione che non lascia spazio agli antagonismi e che, anzi, tutto il mondo sportivo potrebbe cogliere come grande opportunità di progresso e miglioramento.

CSI Reggio Emilia

Comunicato atletica Reggio

mercoledì 20 gennaio 2021

Arisi subito a segno nella ripresa indoor, sul podio anche Algeri


Atletica Reggio presente nei meeting regionali open indoor andati in scena nel fine settimana a Parma e Modena. Un doppio appuntamento quanto mai significativo, primo tentativo di ripartenza in assetto anti-Covid, tra accessi limitati, porte chiuse e varie disposizioni anti contagio.
Due podi a Parma: primo posto nei 1500 assoluti dell’allievo Attilio Dermot Arisi in 4’15’’77 (in gara anche gli juniores Nabil Abou Nassim 4’52’’24 e Liam Giovannetti 5’18’’98); nei 50 ostacoli Allievi secondo Thomas Algeri in 7’’77 (in batteria 7’’80). Tre al via dei 50 assoluti: 6’’50 per la promessa Lorenzo Costosi nella gara maschile, 7’’13 per la juniores Greta De Pietri (terza in finale due dopo un 7’’04 in batteria), 7’’47 per la juniores Matilde Fiorini nella gara femminile.
A Modena, sui 60 assoluti, 7’’22 di Davide Cellario e 8’’66 di Giulia Becchi.

Alex Bartoli

Anche la Corrida di San Geminiano si disputerà in modo virtuale

lunedì 18 gennaio 2021

Anche in Emilia Romagna proseguono gli annullamenti di corse su strada in calendario nazionale delle gare competitive e così è per la 47^ edizione della Corrida di San Geminiano, in programma a Modena il 31 gennaio, festa del patrono della città.
La Corrida di San Geminiano la più famosa corsa modenese non potrà essere disputata quest'anno con la gara di alto livello, e anche aperta a tutti ma gli organizzatori del La Fratellanza 1874 Modena hanno annunciato che verrà fatta solo in modo virtuale per le restrizioni dell’emergenza sanitaria.
Quindi sabato 30 e domenica 31 gennaio, ogni partecipante, indossando la maglietta fornita al momento dell’iscrizione, potrà percorrere la distanza della Corrida di km 13,350, su un percorso a scelta, rispettando le norme di sicurezza stradale e sanitaria. Le iscrizioni sono già aperte alla sede della Fratellanza, in via Piazza 75 a Modena.
Anche la "La 21 di Reggio Emilia", che si doveva disputare per il 21 marzo 2021 è stata annullata come annunciato su questo sito. La 21 di Reggio Emilia già l'anno scorso era stata annullata, a seguito delle prime restrizioni causate dall’emergenza sanitaria. Gli organizzatori reggiani hanno comunicato che le iscrizioni per la gara dell’anno scorso, non fruite quindi nelle edizioni 2020 e 2021, saranno valide per l'edizione 2022.
Qui sotto il comunicato della Fratellanza, società organizzatrice della Corrida di San Geminiano:

“Per rispettare le restrizioni dovute al Covid 19 la Corrida prenderà vita il 30 e 31 gennaio con le corse in solitaria degli appassionati fotografate e postate. Iscrizioni già aperte. Si potranno ritrovare ancora una volta tutti insieme ma questa volta virtualmente, sui social, i podisti e gli appassionati che ogni anno danno vita, con grandi numeri, alla tradizionale Corrida di San Geminiano.
Per rispettare le restrizioni per il contenimento del Covid 19, infatti, la 47ª edizione della popolarissima corsa organizzata dall’Associazione sportiva La Fratellanza 1874, con il patrocinio del Comune di Modena e il sostegno di BPER Banca, diventerà una #VirtualCorrida: tutti i modenesi che sono interessati a partecipare possono già iscriversi, come ogni anno; questa volta, però, dovranno percorrere la classica distanza di 13 chilometri e 350 metri, sempre in occasione della festa del patrono, sabato 30 e domenica 31 gennaio, ma da soli, su un tracciato a scelta, sfidando a distanza gli altri appassionati. Tutti i partecipanti dovranno indossare obbligatoriamente la maglietta celebrativa dell’evento e fotografarsi per poi postare la propria immagine sul sito della Fratellanza dove, anche se solo virtualmente, si ricomporrà il gruppo dei fedelissimi della corsa che rappresenta la città.
“Quest’anno – commenta Maurizio Borsari, presidente della Fratellanza – era ovviamente impossibile disputare la Corrida con la consueta formula e quindi, con enorme dispiacere, abbiamo dovuto annullarla. Ma abbiamo voluto comunque mantenere viva la tradizione che vede accoppiati la festa del patrono e la manifestazione podistica, anche se rinunciando alla competizione internazionale. La gara virtuale è un modo per dare una finalità precisa alle attività di corsa che molte persone continuano a svolgere. Dalla primavera, se sarà possibile – conclude Borsari – valuteremo se proporre un nuovo evento che coinvolga tutta la città”.
Come afferma l’assessora allo Sport Grazia Baracchi, “la Corrida è viva, assume necessariamente una forma diversa che non vedrà il consueto fiume di persone invadere le strade della nostra città ma, ci auguriamo, tantissime persone in corsa singolarmente riunite virtualmente dai social. È un segnale che vogliamo dare, insieme alla Fratellanza che ha svolto un grande lavoro per non mancare questo appuntamento così importante, al quale tutti noi siamo molto affezionati”.
Gli appassionati possono già iscriversi (le iscrizioni sono aperte fino al 29 gennaio) presso la sede della Fratellanza, in via Piazza 75 a Modena, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19. All’atto dell’iscrizione ritireranno anche la maglietta tecnica celebrativa dell’evento. Sono tre i pacchetti a disposizione dei partecipanti: la maglietta e una bottiglietta di aceto balsamico (al costo di 5 euro); la maglietta, l’aceto e una borraccia (al costo di 10 euro); la maglietta, l’aceto, la borraccia e una medaglia che andrà prenotata (al costo di 15 euro). In omaggio per ogni iscritto anche due allenamenti di Run with us, lunedì 25 e mercoledì 27.
Sabato 30 e domenica 31 gennaio, ogni partecipante, indossando la maglietta fornita al momento dell’iscrizione, potrà percorrere la storica distanza della Corrida (pari a 13 chilometri e 350 metri), su un percorso a scelta, rispettando le norme di sicurezza stradale e sanitaria. Al termine della prestazione, dovrà postare sui social Fratellanza 1874 la propria foto, i chilometri percorsi e il tempo impiegato. Sarà cura della società postare nuovamente le immagini su tutti i social per ricostruire l’andamento complessivo dell’edizione 2021 della Corrida di San Geminiano”

Nerino Carri

Comunicati del CSI di Reggio Emilia

sabato 16 gennaio 2021

L’Assemblea elettiva sulla piattaforma Zoom alla presenza dell’assessore Curioni, dei vertici regionali e nazionali del Centro Sportivo e dei presidenti di Uisp e Fondazione per lo sport
Nuovo capitolo per il CSI, sabato 16 gennaio le elezioni del nuovo direttivo
Al termine delle votazioni sarà assegnato il "Discobolo al merito CSI 2020” ad Angelo Campani. Alessandro Munarini si ricandida alla presidenza.

Articolo di Lorenzo Chierici

Sabato 16 gennaio il Centro Sportivo Italiano di Reggio Emilia è chiamato ad iniziare, come richiesto dallo statuto, un nuovo ciclo di quattro anni con le elezioni del nuovo Consiglio direttivo e quindi della nuova presidenza. Il candidato numero uno alla guida del CSI provinciale è ancora l’attuale presidente Alessandro Munarini, benvoluto da tutte le società e stimato da dipendenti, collaboratori e volontari, che intende quindi proseguire l’ottimo lavoro svolto in questo quadriennio nel quale il CSI ha fatto un salto di qualità sotto vari profili, da quello amministrativo a quello tecnico organizzativo, grazie anche a un nuovo sistema di informatizzazione che agevola e non poco le operazioni da parte delle singole società, dai tesseramenti allo scarico di documenti e via dicendo. Il Centro Sportivo Italiano in questo quadriennio è riuscito a toccare i 60 mila tesserati prima della pandemia e in questo anno di difficoltà per tutti ha convogliato le proprie energie sulla formazione e sul tenere legate e attive, per quanto fosse possibile, le varie società sportive del territorio.
Tornando alle elezioni, sabato mattina l'Assemblea elettiva si svolgerà non in presenza, ma attraverso la piattaforma Zoom, con collegamento per tutti alle 10 in punto. I lavori saranno aperti dall’intervento introduttivo del presidente uscente Alessandro Munarini, che illustrerà gli adempimenti assembleari; subito dopo prenderà la parola don Carlo Pagliari, consulente ecclesiastico del Csi provinciale, che precederà gli interventi istituzionali dell’assessore comunale Raffaella Curioni, del neo presidente della Provincia Giorgio Zanni e di Giammaria Manghi, sottosegretario alla presidenza della Giunta regionale.
A quel punto interverranno vari esponenti istituzionali del mondo dello sport, a partire da Azio Minardi, massimo dirigente provinciale della Uisp, Mauro Rozzi, numero uno della fondazione dello Sport nonché presidente regionale Uisp e Raffaele Candini, presidente regionale del Centro Sportivo. A chiudere questa serie di interventi toccherà a Vittorio Bosio, presidente nazionale del Centro Sportivo Italiano e di nuovo ad Alessandro Munarini che stilerà un breve bilancio del suo quadriennio.
Alle 11,10 prenderanno invece la parola alcune società sportive, come l'Fc70, attraverso il presidente Luca Fantini, il Sant’Ilario basket e volley, col presidente Francesco Ferrari e il suo vice Stefano Gualdi, consigliere uscente del Csi (ma ricandidato) presidente della Commissione basket e l’ingegner Giovanni Anceschi giovane numero uno del Santos 1948, succeduto a Croci che a sua volta rilevò la presidenza proprio di Alessandro Munarini.
Alle 11,30 avrà luogo invece la premiazione di Angelo Campani, fra i personaggi più importanti nell’operazione della creazione del nuovo sintetico di via Agosti e non solo, storico membro del CSI, al quale verrà assegnato con il “Discobolo al merito CSI 2020”.
A quel punto si procederà con la conclusione delle votazioni, aperte alle 10,30, per l’elezione del nuovo direttivo Csi che dovrà regalare altri quattro anni di successi nel nome di quello sport di cui, oggi, ognuno di noi ha davvero bisogno.


CSI Reggio – Angelo Campani riceve il Discobolo d'Oro



Angelo Campani, responsabile della logistica per il comitato reggiano del Centro Sportivo, è stato designato dalla commissione CSI nazionale come meritevole del Discobolo d’Oro. Questo premio rappresenta il maggior riconoscimento che il Centro Sportivo Nazionale rilascia a un suo tesserato, una persona che viene segnalata in chiusura dell’anno solare dai presidenti di ogni comitato locale.



«Angelo Campani è da sempre appassionato di sport e ha nel cuore il CSI – afferma il presidente del comitato reggiano, Alessandro Munarini –. Fin dagli anni ’90 è presente a ogni manifestazione e si prende cura di ogni aspetto logistico in modo professionale e con la competenza del suo mestiere, artigiano elettricista. Non fu difficile nominarlo responsabile dell’organizzazione logistica di tutti i nostri eventi. Dalla piscina, alla palestra, dai campi da calcio alle piazze, Campani è per noi da oltre 20 anni un punto di riferimento».



Erano gli anni ’80 quando, da calciatore iscritto alla U.S. Invicta di Gavasseto, Campani entrò in contatto col mondo del CSI. Negli anni è diventato allenatore, poi dirigente e presidente della stessa società, arrivando a ricoprire anche un ruolo fondamentale nel consiglio del Centro Sportivo locale. Il tutto sempre gratuitamente. È grazie a lui che ha preso vita negli ultimi vent’anni la gestione degli impianti presso la sede provinciale di via Agosti, 12 campi da calcio regolari e 5 da calcio a 7, oltre al teatro e dal 2017 il campo da calcio a 7 in sintetica. «La mole di lavoro è enorme – chiude Munarini – ma Campani non si è mai sottratto, anzi spesso ci sprona per fare sempre più e meglio».



«È sempre un piacere quando viene dato risalto a ciò che fai – commenta Angelo Campani –. Ormai sono 22 anni che faccio parte del consiglio del CSI e ho sempre cercato di dare più disponibilità possibile, specialmente da qualche anno a questa parte visto che sono andato in pensione». Nel 2020 tutte le strutture sono dovute rimanere ferme, ma la determinazione e intraprendenza di Campani ha continuato a studiare soluzioni e miglioramenti. «Io credo molto nello sport giovanile – aggiunge –. Sono partito con dieci bimbi e adesso ne ho 200 alla società parrocchiale di Gavasseto. Il CSI mi ha sempre dato fiducia e modo di proporre cose nuove. In certe cose bisogna crederci, se lo devi fare così, tanto per, allora è meglio di no. Ci vuole passione…e una moglie che ti sopporti, perché non sei mai a casa!».

CSI Reggio Emilia

Pubblicato nei giorni scorsi l'obiettivo del mese di gennaio e febbraio 2021 della UISP-Up, dell'atletica leggera UISP regionale

sabato 16 gennaio 2021

Pubblicato nei giorni scorsi l'obiettivo del mese di gennaio e febbraio 2021, per gli atleti che partecipano alla seconda edizione della UISP-Up, dell’atletica leggera UISP Emilia Romagna.
Gli adulti dovranno fare km 42 in massimo quattro uscite; i camminatori km 40, con massimo 8 uscite; le categorie giovanili correranno su delle distanze variabili a seconda della categoria. Tutti dovranno inviare delle foto/selfie delle prestazioni ottenute a uisp.up@gmail.com e i camminatori dovranno specificare la loro attività di cammino, dove verrà segnata la presenza.
Per i ritardatari, sarà riproposto per tutta la durata del mese di gennaio e febbraio la possibilità di recuperare i primi tre obiettivi (ottobre, novembre e dicembre) di questa edizione della UISP-Up.
Come tutti gli eventi podistici virtuali le attività sportive dovranno essere fatte dove quando un atleta lo vuole, rispettando le attuali leggi sull’emergenza sanitaria.
Sarà possibile dal 01/01/2021 al 28/02/2021, recuperare gli obiettivi d'Ottobre, Novembre e Dicembre, l'attività svolta dovrà essere inviata entro il 05/03/2021, alla mail uisp.up@gmail.com
Qui sotto il comunicato dell’atletica leggera UISP Emilia Romagna:
“Uisp - Up 2020/2021, bimestre di Gennaio/Febbraio 2021
Data: dal 1° gennaio al 28 febbraio
Location: dove vi pare, importante rispettare i decreti di legge in vigore.
Distanze e Modalità:
Camminatori (di ogni età):
40 Km, da fare in massimo 8 uscite.
Inviare 3 foto/selfie: inizio attività - a metà (circa) dell'attività - fine attività (per i camminatori sarà segnata la presenza).
Specifica: quando invierete l'email specificare che siete "camminatori".
Adulti (nati dal 2003 e anni prec.):
la distanza di Maratona (alias 42 km, arrotondati per difetto) da fare in massimo 4 uscite.
Chi completerà l'obiettivo in unica uscita avrà un bonus di 50 punti.
Chi completerà l'obiettivo in due uscite avrà un bonus di 20 punti.
Chi completerà l'obiettivo in tre uscite avrà un bonus di 8 punti.
Giovanile (nati dal 2004 al 2017):
fino agli Esordienti m/f: 500 mt;
Ragazzi/e: 1.000 mt;
Cadetti/e: 1.500 mt;
Allievi/e: 2.000 mt.
IMPORTANTE: tali attività per il settore giovanile devono essere svolte almeno 2 volte nell'arco del mese di dicembre 2020; chi eseguirà tali distanze 3 volte avrà un bonus di 1 punto (inviare per ogni tesserato le prestazioni di ogni singola prova).
La migliore prestazione cronometrica realizzata sarà utilizza per l'assegnazione del punteggio.

Invio prestazioni cronometriche (tali poi saranno trasformate in un punteggio) sempre via mail a: uisp.up@gmail.com entro le ore 21.00 del 05/03/2021.”

Nerino Carri

Comunicato Atl. Reggio - Annullamento manifestazione "La 21 di Reggio Emilia"

venerdì 15 gennaio 2021

Atletica Reggio comunica, con la presente, l'annullamento della manifestazione podistica "La 21 di Reggio Emilia", programmata per il 21 marzo 2021.
In allegato lettera del nostro presidente Paolo Codeluppi.
iscrizioni per La 21 dell'anno scorso, non fruite nelle edizioni 2020 e 2021, saranno valide per l'edizione 2022.
Qui sotto il comunicato dell'atletica Reggio:

Le Oggetto: annullamento manifestazione podistica “La 21 di Reggio Emilia”


Cari amici,
non è un bel momento per lo sport: il clima di incertezza in cui viviamo, alle prese con un nemico invisibile, rende quanto mai difficoltoso programmare e quindi promuovere tutta una serie di attività che se la passione ci inviterebbe a concretizzare, il senso civico ci induce a rinunciarvi. E' con un po' di amarezza che abbiamo deciso di annullare La 21 di Reggio Emilia, che avrebbe dovuto avere luogo il 21 di marzo del duemilaventuno, "una congiuntura astrale" a cui tenevamo. Speriamo quindi che questa data magica porti buone nuove a tutti noi. Scegliendo di non scendere in campo scegliamo la via del rispetto reciproco e dell'altruismo.
Sarebbe stato un momento importante poiché "La 21" diventa una competizione FIDAL nazionale e già si erano fatti avanti atleti di caratura. E' però sotto gli occhi di tutti quanto un sorriso in più, un momento di contatto e di unione possa costare caro. E noi non vogliamo, neppure in minima parte, esserne corresponsabili.
La strada dell'atletica è infinita ma dobbiamo percorrerla insieme in modo consapevole e pertanto non sarà una manifestazione a fermare le nostre passioni, nella convinzione che un gesto responsabile possa invero alimentarle.



Reggio Emilia, 14 gennaio 2021.



Paolo Codeluppi
Presidente ASD Atletica Reggio

Alex Bartoli

Classifiche dopo la seconda prova del UISP-Up virtuale dell'atletica leggera Emilia Romagna UISP

mercoledì 13 gennaio 2021

Sono state pubblicate dopo la metà di dicembre 2020 le liste d'attività dell'atletica leggerla Uisp-Up 2020-2021 (podismo virtuale, corri e cammina quando e dove vuoi), del mese di novembre, dove quasi un centinaio di soci, tra adulti, camminatori e mini runners hanno sviluppato il secondo obiettivo di questa stagione. La prova di novembre consisteva per gli adulti nel correre una mezza maratona km 30, i camminatori di fare km 20 e i piccoli con i giovani dovevano cimentarsi in varie distanze a secondo della categoria.
Per chi non ha fatto la prova di ottobre, novembre si possono recuperare le distanze legate ai mesi precedenti, quindi chi volesse aggregarsi a tale iniziativa lo può fare inviando un mail a uisp.up@gmail.com.
La classifica del mese di ottobre e novembre è stata pubblicata su sito Facebook dell’atletica leggera Emilia Romagna.
Nelle donne primo posto con gli stessi punti 106 per la modenese, Monica Menghini della podistica Interforza Modena e la piacentina Emanuela Schiaffonati dei Lupi dell’Appenino, seguite dalla parmigiana Mariangela Poletti dell’atletica Casone Noceto con 100; la compagna di squadra della prima, Chiara Cornia con 96 e Sara Zerlotto dei Joy Runner Modena con 94.
Negli uomini primeggia il reggiano Stefano Mainini della podistica Biasola con 106 punti sul bolognese Gianpiero Cerrone della Società Victoria Atletica con 98, su due atleti dello Sportinsieme Castellarano, Claudio Rivi con 92 e Adriano Debbi con 90, sui parmigiani Elio Bussoni e Mauricio Ramirez dell’atletica Casone Noceto, il romagnolo Ciro Menghi della podistica Seven e il reggiano Fabio Toni della società castellaranese (Sportinsieme Castellarano) con 88.
Nelle ragazze dominio della società novellarese Gente in Movimento, con Karin Pignagnoli prima con 100 punti, Stella Crotti e Giulia Pignagnoli seconde con 90, tra cui si inserisce la romagnola Alice Grisoli della podistica Seven con lo stesso punteggio. Nei ragazzi primo con 50 punti è un atleta della Romagna, Eric Alexandru della podistica Seven
Nelle esordienti femmine primo posto per Irene Ventrucci della podistica Seven con 100 punti e la compagna di squadra Ginevra Amadori è seconda con 95 insieme a tre atlete di Gente in Movimento, le reggiane Anna Oliva, Asia Pignagnoli e Sofia Ruaro. Negli esordienti maschi primi con lo stesso punteggio di 100, Felipe Ghiselli del gruppo podistico Seven e Davide Vezzani della Gente in Movimento, su Mattia Scapuso del gruppo della bassa reggiana (Gente in Movimento), 95
Nei camminatori con due presenze ci sono: la bolognese Caterina Bagnaresi della Santagata Sport; i modenesi, Massimo Bedini Massimo e Jorge Elias Vasquez Jurado, entrambi della podistica Interforza Modena; i parmigiani dell’atletica Casone Noceto, Morena Benecchi, Umberto Davolio, Maria Chiara Franzoni, Barbara Marchetti, Claudio e Daniela Marchignoli, Valeria Zordan.

Nerino Carri

Comunicati del CSI di Reggio Emilia

martedì 12 gennaio 2021

Stefano Gualdi, dopo quattro anni alla Commissione pallacanestro, si ricandida nel direttivo del CSI, che sarà eletto nei prossimi giorni, per proseguire nel solco tracciato

“Il nuovo Consiglio del CSI sarà decisivo nella ripartenza dell’attività”

“Partiremo dall’ascolto delle esigenze società per formulare nuove proposte. Abbiamo spinto molto sulla formazione per non perdere mesi preziosi, non potendo giocare durante lo stop forzato. Quando ci daranno il via libera ci faremo trovare pronti”


Intervista di Lorenzo Chierici

Le elezioni del nuovo direttivo del Csi di Reggio Emilia è ormai alle porte. Fra i consiglieri uscenti c’è Stefano Gualdi, responsabile della Commissione pallacanestro, che ha già confermato la propria candidatura per il prossimo quadriennio, allo scopo di proseguire il lavoro svolto fino ad oggi. “Il 16 gennaio partirà il nuovo direttivo e mi sono reso disponibile per dare il mio contributo, come ho fatto nei quattro anni precedenti - spiega Stefano Gualdi, vicepresidente e responsabile marketing, del Sant’Ilario BasketVolley - Il bilancio di questo primo quadriennio, almeno dal mio punto di vista, è assolutamente positivo in termini di relazioni e di incontri con tanti protagonisti del mondo dello sport di casa nostra e con molte realtà sportive di pallacanestro, che ci hanno permesso di crescere sia in termini di numeri che qualitativi a livello di proposte; ad eccezione del 2020, almeno in termini numerici, mentre per quanto riguarda le proposte, malgrado la situazione, abbiamo fatto il massimo. Sono felice sia stato lanciato un corso di formazione di ottimo livello per gli aspiranti allenatori e di aver vissuto una splendida serata con Mauro Berruto, oltre ad aver proposto incontri formativi in video live, tutte iniziative che sono risultate fondamentali per tenere vivo il movimento e per migliorare noi stessi, facendoci capire cosa dovessimo fare in questo periodo nel quale non era possibile giocare”.

Cosa ti aspetti dal prossimo quadriennio?
“Mi auguro che le società dello sport di base mantengano l’entusiasmo nel partecipare che hanno palesato in questi anni, malgrado le difficoltà. Una buona fetta delle stesse, purtroppo, so già che uscirà molto ridimensionata da questo periodo di pandemia, sia in termini di budget a disposizione che in termini numerici. La speranza è che si possa ripartire almeno nella primavera-estate di questo 2021”.

Quanto può incidere un Consiglio direttivo come quello del CSI sulla promozione dello sport a livello locale?
“Un Consiglio direttivo può definirsi “buono” quando riesci a coinvolgere tutte le realtà locali, grandi o piccole che siano; ciò significa andare incontro alle esigenze delle società attraverso l'organizzazione di tornei, campionati e iniziative di vario tipo svolti correttamente e in grado di dare stimolo alla collettività”.

Un buon Consiglio direttivo, però, si distingue anche e soprattutto per una buona fase di ascolto. Quello del CSI ha queste caratteristiche?
“Assolutamente sì. Noi siamo sempre stati attenti alle esigenze degli sportivi e sarà così anche nel prossimo mandato. Il Centro Sportivo vuole ascoltare le realtà del territorio, sia centrali che periferiche, per proporre un'attività sportiva all'altezza della situazione attuale”.

Come vedi il futuro del basket dilettantistico su scala locale?
“Dal punto di vista numerico lo vedo in netta crescita: i dati confermano che c’è un crescente interesse sui vari campionati. Da un punto di vista organizzativo c’è stato un grosso passo avanti, ma rimangono alcuni interrogativi importanti: primo tra tutti la difficoltà nel reperire direttori di gara. Noi stessi, pur avendo un movimento importante di atleti, abbiamo infatti avuto difficoltà nel coprire gli arbitraggi delle partite di settore giovanile, ma so che anche altri enti di promozione sportiva vivono la medesima situazione”.

I campionati di basket Csi stavano per iniziare prima del lockdown. In che modo riprenderete?
“Rispetteremo tutti i Dpcm necessari alla tutela della salute. La cosa che faremo, se sarà possibile, sarà quella di allungare la stagione sportiva in giugno e luglio. Quando è arrivato il Covid avevamo appena concluso la riunione per i calendari e avremmo iniziato la settimana successiva, ma non è stato possibile. Ci inventeremo quindi nuove formule in base alle tempistiche di riapertura delle attività; infatti, più che di campionati, per quest’anno parlerei di tornei. Alcune società hanno infatti già restituito le quote ai ragazzi, mentre quelle più organizzate si stanno preparando per scendere in campo appena si potrà. L'importante è ripartire, prima o poi e il consiglio direttivo del CSI si farà trovare pronto”.


In un periodo così particolare, caratterizzato da un "fermo" sportivo che rischia di durare ancora tanto e che può socraggiare anche gli animi più speranzosi e positivi, il CSI di Reggio Emilia non sta certamente fermo e, a fianco delle eccezionali proposte formative, torna a che proporre il suo campionato di fantabasket!
Grazie alla rinnovata partnership con il punto vendita di TripleBasket della nostra città, da alcuni giorni è attivo il nostro campionato sulla piattaforma "DUNKEST".

Come partecipare? è semplicissimo! Occorre iscriversi su dunkest.it e creare gratuitamente la propria squadra di basket nella modalità NBA, successivamente dovrete scegliere di unirvi ad un campionato e inserire il codice 70649C0F ed è fatta!
Ogni giornata potrete cambiare i vostri giocatori per migliorare le vostre prestazioni e lottare per il titolo; Alla fine della regular season saranno premiati i primi tre classificati nella classifica totale.

TripleBasket, ha sposato il progetto del CSI e ha messo in palio i seguenti premi:
1° classifcato: una canotta originale NBA
2° classificato: un canestrino NBA
3° classificato: un pallone da basket


Centro Sportivo, via al progetto “Sport per educaRE”

Il Comitato provinciale, attraverso Focsiv, avrà presto a disposizione 6 nuovi giovani del Servizio civile, dai 18 ai 28 anni, per promuovere sempre di più la pratica dello sport sul territorio. Selezioni aperte fino all’8 febbraio

Articolo di Lorenzo Chierici

Il Centro Sportivo di Reggio Emilia ha aderito al Servizio civile nazionale attraverso Focsiv, volontari nel mondo, la più grande "federazione italiana di organismi cristiani di cooperazione e volontariato internazionale", che lavora per “promuovere lo sviluppo di tutte le persone e dell’intera persona umana”, sia nel nord che nel sud del mondo.

Focsiv, ha elaborato un bando per il "Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale" all’interno del quale si colloca il progetto “Sport per educaRE”, che darà la possibilità a chiunque lo desideri di candidarsi per i sei posti disponibili di Servizio civile volontario all’interno dello stesso Centro Sportivo di Reggio Emilia. Le domande possono essere presentate entro e non oltre le ore 14 di lunedì 8 febbraio 2021.
I sei ragazzi che supereranno le selezioni di Focsiv entreranno quindi a far parte della famiglia del Comitato reggiano del Csi all’interno del quale contribuiranno all’organizzazione di campionati, tornei e attività varie e seguiranno progetti specifici sul territorio finalizzati ad avvicinare sempre di più le persone al mondo dello sport e ai valori dello stesso; in questo contesto si inserisce infatti anche un progetto di attività motoria all’interno degli istituti scolastici per divulgare l’importanza della pratica sportiva e contribuire alla ricerca del movimento, anche e soprattutto nei giovani. Il progetto non è soltanto rivolto alla zona di Santa Croce, ossia all’area adiacente alla sede del Csi, dove il Centro Sportivo ha in gestione varie strutture, ma anche a tutte le altre aree cittadine e dell’intera provincia reggiana.

Le persone interessate potranno inviare la loro candidatura attraverso il link https://domandaonline.serviziocivile.it; sarà poi la stessa Focsiv a valutare le sei figure che entreranno a far parte dell’entourage del Comitato Csi di Reggio Emilia che, una volta inserite, percepiranno un rimborso spese, com’è previsto dal regolamento, da parte dello Stato. Alla selezione possono aderire tutti i cittadini italiani, che non abbiano ovviamente riportato condanne, di età compresa fra i 18 anni e i 28 anni. Nel caso in cui ci siano, com’è probabile, più di sei candidature, sarà la stessa Focsiv a formare delle graduatorie per poi effettuare le successive selezioni fino ad arrivare al numero previsto dal bando. Il Csi provinciale, presieduto da Alessandro Munarini, non interverrà quindi sulle scelte dei candidati, ma avrà presto sei persone a disposizione per sviluppare vari progetti sul territorio cittadino e provinciale e continuare a crescere.
Per ulteriori informazioni e approfondimenti consultare i seguenti link: https://www.focsiv.it/come-candidarsi/, ma anche https://www.politichegiovanilieserviziocivile.gov.it/dgscn-news/2020/12/bando_2020.aspx e https://www.focsiv.it/servizio-civile/progetti-scn-italia-2/programma-sport-e-integrazione-socilae/.

“Erano anni che il Servizio civile non si svolgeva all’interno del Centro Sportivo reggiano - spiega Alessandro Matarrese, responsabile del progetto per il Csi di Reggio Emilia - ecco perché il Comitato cittadino ha ben pensato di tuffarsi in questa nuova avventura. Ciò che ne uscirà sarà certamente una belle esperienza sia per i sei ragazzi che arriveranno a darci una mano, sia per il Centro Sportivo stesso che potrà avvalersi di nuovi validi collaboratori, avendo così ulteriori strumenti per poter andare sempre più a contatto con la cittadinanza, con la possibilità di fornire più risposte sportive e sociali alle crescenti esigenze della cittadinanza

CSI Reggio Emilia

 
Il sito degli amici podisti modenesi e reggiani - www.modenacorre.it - www.reggiocorre.it -gestione